Cos'è B2C?

Cos'è B2C?

In breve, B2C è solo un'abbreviazione del termine "Business-to-consumer" e, come puoi già intuire, si riferisce alle transazioni tra aziende e singoli acquirenti.

Sebbene la frase B2C possa essere applicata a qualsiasi tipo di vendita diretta al consumatore, ora è la più rinomata per il trading online e in particolare per l'e-commerce.

I negozi digitali sono aumentati di popolarità durante gli 90, infatti il ​​periodo natalizio di 98 è stato soprannominato "e-tail Christmas". Nello stesso anno, Amazon ha guadagnato più di $ 1 miliardi di entrate per la prima volta!

Tradizionalmente, le società a tema B2C erano negozi di mattoni e malta. Vendevano ai consumatori sulla strada principale o nel centro commerciale locale, magari indossando vestiti, regali, giocattoli, ecc.

Avanziamo rapidamente verso 2019, e non sorprende che l'aumento delle vendite online abbia compromesso il buon funzionamento dei negozi tradizionali di mattoni e malta. Sempre più acquirenti di prodotti high street scelgono ora la convenienza e il risparmio dei rivenditori digitali.

Alla luce di ciò, la maggior parte dei negozi tradizionali ha stabilito una presenza digitale per rimanere a galla. Per molti acquirenti, è la soluzione ideale perché possono godere dei vantaggi di entrambi questi modelli di business, in un momento che fa per loro.

Cos'è B2C?

Quando ci riferiamo a B2C, ci sono cinque diversi tipi di attività:

1. Venditori diretti

Questo è probabilmente ciò che ti è più familiare. Per venditori diretti, intendiamo un negozio online in cui gli acquirenti possono acquistare beni. Non importa se hai a che fare con grandi produttori che creano e vendono prodotti come Apple o grandi magazzini che vendono prodotti da una miriade di marchi, ad esempio Debenhams, Target e Fenwick.

2. Intermediari online

Gli intermediari online sono una sorta di "intermediario" che mette in contatto acquirenti e venditori. Tuttavia, non possiedono né i prodotti né i servizi stessi.

Ecco alcuni esempi notevoli di intermediari online:

  • Etsy
  • Air BnB
  • Expedia
  • Onthebeach.com
  • eBay

Solo per citarne alcuni!

3. Pubblicità-Based

Questo modello di business sembra un po 'più complicato, ma in realtà è piuttosto semplice. Il modello di business basato sulla pubblicità si riferisce a società che sfruttano elevati volumi di traffico web per vendere pubblicità online.

Questi annunci quindi vendono prodotti o servizi al visitatore, in alcuni casi; questo rientrerà nella categoria del marketing di affiliazione.

Nel complesso, questo modello funziona solo per i marchi che possono dare contenuti di prim'ordine via, gratuitamente. Questo incoraggia le persone a venire da tutto l'internet per accedere a qualsiasi cosa tu abbia pubblicato. Poi mentre esplorano la tua piattaforma digitale, si impegneranno con gli annunci.

Alcuni dei migliori esempi di aziende che utilizzano il modello B2C basato sulla pubblicità includono i media digitali (in particolare quelli che non fanno pagare ai propri lettori un abbonamento per leggere i propri articoli):

  • The Huffington Post
  • Observer.com
  • Il guardiano

Cos'è B2C?

4. Community-Based

I modelli basati sulla comunità, come suggerisce il titolo, utilizzano comunità online di persone che condividono un interesse comune. I marketer possono usare queste risorse per pubblicizzare i loro prodotti e servizi direttamente sul loro mercato di riferimento.

Grandi esempi di questi includono-

  • Forum online
  • Piattaforme di social media, in particolare Facebook. I marketer digitali possono creare campagne di marketing mirate al laser per raggiungere e connettersi con i loro clienti ideali.

5. In base a tariffa

Questi siti web fanno pagare ai loro clienti un abbonamento per accedere ai contenuti che hanno pubblicato. Generalmente, le piattaforme a pagamento offrono un piccolo assaggio dei loro contenuti gratuitamente. Ciò consente agli utenti di capire se hanno bisogno dei prodotti o dei servizi forniti dall'azienda: Netflix è un ottimo esempio.

Cos'è B2C

Quale modello di business dovresti usare?

Prima di stabilirti su uno dei modelli di business sopra indicati, come attività orientata verso B2C, dovresti considerare in che modo il tuo target demografico preferisce acquistare online. In questo modo puoi personalizzare una piattaforma per soddisfare al meglio le loro esigenze.

La storia della vendita di B2C

Un inventore inglese di nome Michael Aldrich è stato il primo a collegare un televisore a un computer in grado di elaborare le transazioni tramite una linea telefonica. Questa è stata la nascita di "teleshopping" - che probabilmente è stato il primo tipo di vendita online di B2C.

Avanziamo rapidamente verso l'90 e, come abbiamo già detto, Internet è cresciuto in abbondanza. In effetti, ha visto la registrazione di centinaia di migliaia di nomi di dominio. Gli imprenditori hanno presto capito il potenziale di profitto nell'e-commerce, tuttavia, il più grande ostacolo per i proprietari di negozi online era il superamento dei problemi di sicurezza.

Moving Forwardelse's

In 1994, Netscape ha sviluppato i certificati di crittografia Secure Socket Layers (SSL): a questo punto, gli acquirenti hanno iniziato a sentirsi a proprio agio con gli acquisti online. Poi, durante la metà degli'90 e dei primi '00, l'e-commerce è diventato sempre più forte.

Questo ci porta esattamente fino ad oggi, e inutile dire che i negozi di e-commerce sono qui per restare. Le statistiche parlano da sole da 2000 a 2009; le vendite online sono aumentate di oltre il 500%. Mentre sempre più imprenditori hanno avuto successo online, la vendita e-commerce ha continuato a crescere ed evolversi.

Cos'è B2C?

Sfide per i marketer B2C

Nonostante l'e-commerce rappresenti gli imprenditori con un potenziale illimitato, ci sono ancora molte sfide che devono ancora affrontare i marketer B2C, tra cui:

  • Web design: Dal momento che gli sviluppi del web sono diventati sempre più sofisticati, gli imprenditori devono possedere un livello crescente di conoscenze tecniche o, hanno bisogno di budget per assumere l'esperienza di un professionista per rendere il loro sito il più intuitivo e facile da usare possibile.
  • SEO: devi anche ottimizzare le tue pagine Web per ottimizzare il traffico; questo fa miracoli per aumentare l'esposizione sui motori di ricerca come Google e Bing. Indubbiamente, ci sono buone probabilità che ti assicuri più business se il tuo sito web appare nella prima pagina dei risultati di ricerca. Dedica un po 'di tempo alla ricerca di frasi di parole chiave, studia le pratiche in continua evoluzione della SEO e ottimizza i tuoi contenuti. Questo può sembrare molto da fare, ma fidati di noi, ne varrà la pena alla fine!

Suggerimento: quando vai in giro a condurre la tua ricerca per parole chiave, dovresti notare che la maggior parte dei consumatori cerca frasi composte da almeno quattro parole. Assicurati di tenerlo a mente quando inizi a compilare elenchi di potenziali parole chiave.

  • Processo di pagamento: I proprietari di negozi di e-commerce hanno bisogno di una crittografia SSL. E 'così semplice. Questo comunica ai visitatori che il sito è sicuro da usare. Tuttavia, anche se il sito stesso è sicuro, non significa necessariamente che i numeri delle carte di credito siano memorizzati. Gli imprenditori devono integrare i loro negozi con servizi come PayPal e Stripe per garantire che l'elaborazione dei pagamenti sia sicura. Questi marchi si sono dimostrati popolari sia per gli acquirenti digitali che per i venditori online, quindi, in caso di dubbio, prova questi per iniziare.
  • Tempo e risorse limitati: questo è particolarmente vero per le startup e le aziende che cercano di scalare la propria attività. Per superare questi problemi, dovrai spendere soldi per pagare freelance e software. Nel lungo periodo, queste sono le uniche soluzioni per automatizzare le attività associate all'esecuzione e alla crescita della tua attività di e-commerce.
  • Gestione dei dati del cliente: discutibilmente, questo è il più grande ostacolo che deve affrontare i rivenditori B2C. È necessario tenersi aggiornati con tutte le più recenti normative in materia di protezione delle informazioni sensibili dei clienti, ad esempio GDPR.

Cos'è B2C?

La fase successiva della crescita: mobile

Ora abbiamo evidenziato le problematiche dei venditori di B2C, passiamo a qualcosa di più positivo, la prossima era di crescita.

Come forse già saprai, questo deriva dagli acquirenti online che utilizzano i loro dispositivi mobili per acquistare prodotti e servizi. Quindi non sorprende che i marketer B2C negli ultimi anni abbiano spostato la loro attenzione verso i consumatori mobili.

Come forse avrai visto da App Store o Google Play, molti brand B2C stanno lanciando e sfruttando al meglio le app per smartphone. Alcuni dei più popolari sono Groupon, Amazon, eBay, Etsy, ecc.

Suggerimento: Se stai pensando di progettare e avviare una tua app per dispositivi mobili, fai i conti con la natura e lo scopo della tua app prima di prendere provvedimenti concreti. Ad esempio, è un'app di fedeltà? Come quelli forniti da Starbucks. Oppure, un'app di e-commerce che consente lo shopping online, ad esempio Amazon e eBay. Le app di solito hanno uno scopo evidente, quindi considera quale tipo di risorsa sarebbe meglio servire al tuo target demografico.

Viviamo in un'epoca in cui quasi tutti hanno e godono l'uso di uno smartphone. La maggior parte di noi ha accesso illimitato a Internet tramite 3 o 4G o WiFi, fornendo ai potenziali clienti un flusso costante di informazioni. Gli imprenditori devono fare tutto il possibile per superare il rumore e connettersi con le loro prospettive.

Oltre a fornire una comoda app per smartphone, i marchi B2C dovrebbero prendere in considerazione l'utilizzo di piattaforme di social media. Se usato bene, questa è una fantastica opportunità per costruire un rapporto con il tuo target demografico. Infatti, ben nove su dieci acquirenti online si aspettano di vedere interazioni frequenti sui social media, quindi dai ai consumatori quello che vogliono e inizia a interagire con loro!

Con tutto ciò che viene detto, i social media offrono un sacco di distrazioni per i vostri acquirenti. Quindi, collegali al tuo contenuto, questo è l'unico modo per tenerli occupati. La maggior parte dei tuoi post dovrebbe concentrarsi sull'intrattenere e istruire il pubblico in un modo in cui risponde e risuona.

Se non sei sicuro da dove cominciare, tieni attivo in tutti questi luoghi:

  • Facebook,
  • Twitter,
  • Instagram,
  • Pinterest,
  • Snapchat,

Sebbene ci siano molti vantaggi nell'utilizzare i social media, ci sono anche alcuni inconvenienti. Ad esempio, se hai a che fare con un cliente scontento, potresti avere il tuo marchio pubblicamente diffamato sui social media. Ciò rende ancora più essenziale la necessità di un eccellente servizio clienti e un'esperienza utente piacevole.

Cos'è B2C?

B2C vs B2B

C'è una grande differenza tra i clienti B2C e B2B (business to business).

Quando un'azienda acquista qualcosa, è molto più probabile che conduca tonnellate di ricerche prima di acquistare qualsiasi cosa. Il più delle volte, le aziende devono investire in prodotti e servizi per proteggere o aumentare i loro profitti, in entrambi i casi; c'è una solida ragione per gli affari orientata all'acquisto.

Inoltre, la persona o le persone incaricate di spendere i soldi delle società saranno ritenuti responsabili. Ciò significa che vorranno fare qualsiasi investimento che valga la pena - altrimenti, potrebbero mettere a repentaglio la loro reputazione e in scenari più severi, il loro lavoro!

Come probabilmente è possibile raccogliere, gli acquisti di B2B sono meglio descritti come "razionali", i decisori spesso consultano altri colleghi per garantire che l'acquisto soddisfi una serie di criteri concordati. In quanto tale, il processo di vendita è molto più complesso e richiede più tempo. Spesso i clienti di B2B richiedono diverse proposte da numerosi fornitori prima che decidano di prendere una decisione definitiva.

Viceversa, le decisioni di acquisto di B2C sono generalmente effettuate da una sola persona e consistono in acquisti una tantum (a meno che non optino per un prodotto o servizio basato su abbonamento), quindi non è sorprendente che i clienti di B2C siano famosi per la spesa impulsiva. molto più probabile fare un acquisto basato sull'emozione piuttosto che sui fatti.

Nel complesso, i consumatori di B2C cercano prodotti e servizi che forniscano una soluzione ai loro bisogni immediati, quindi non è probabile che investano molto tempo nella ricerca preliminare dell'acquisto. Tuttavia, questo non è sempre vero, soprattutto se il cliente sta cercando di acquistare un articolo di grandi dimensioni come un laptop o un televisore.

Ciò significa che i professionisti di B2C a volte devono creare e comunicare le esigenze dei consumatori per i loro prodotti e servizi come parte della loro strategia di marketing. È compito del marketer convincere il compratore che ha bisogno della sua merce, soprattutto se non lo sa ancora!

Questo è il motivo per cui capire il tipo di stile di vita che conducono i tuoi consumatori e il tipo di persone che cercano sono fattori vitali per guidare le tue campagne di marketing digitale e creare il tono della voce del tuo marchio.

Sebbene ci sia una forte argomentazione per suggerire che la linea tra i mercati B2C e B2B sia sfocata, ci sono ancora differenze fondamentali nei loro metodi di marketing.

La forza trainante degli acquisti di B2C è il prodotto stesso, il prezzo e la convenienza che fornisce, mentre l'acquisto di B2B è più probabile che si concentri sulla relazione personale tra l'acquirente e il venditore e sulla comprovata esperienza del rendimento del prodotto.

Le aziende B2C in genere scelgono come bersaglio una pletora o potenziali acquirenti che comprendono una vasta gamma di dati demografici. Questo ha senso perché i marchi B2C di solito vendono prodotti e servizi che chiunque può utilizzare.

Cos'è B2C?

La differenza tra B2B e B2C Marketing

Come abbiamo appena detto, c'è un ampio grado di sovrapposizione tra B2B e B2C marketing. Tuttavia, l'obiettivo del marketing di B2B consiste solitamente nel trasformare i lead in potenziali clienti e, successivamente, in acquirenti e in seguito, fan del tuo brand.

Considerando che, i marchi B2C tendono a concentrarsi su indirizzare il traffico verso il loro negozio digitale e sfruttare i contatti attraverso una connessione emotiva. Quindi utilizzeranno il loro marchio, i contenuti e il servizio clienti per stabilire un nome memorabile per loro stessi.

Negli ultimi anni i marchi B2C hanno fatto un passo fuori dai metodi di marketing di B2B. Le aziende di B2B hanno posto maggiormente l'accento sull'informazione e sull'insegnamento dei potenziali clienti tramite i loro contenuti (tramite video o post di blog). Questa è una tecnica fantastica per posizionarti come un esperto nella tua nicchia e per mantenere i potenziali consumatori coinvolti nel tuo marchio.

Quando si parla di content marketing, molti marketer B2C hanno trovato il blog particolarmente utile per trasformare i visitatori del sito web in acquirenti. Infatti, 80% degli imprenditori che gestiscono un blog sul loro sito di e-commerce, afferma che la loro attività è migliorata come risultato diretto della pubblicazione frequente di contenuti di alta qualità.

Leggere e digerire i contenuti prodotti dai marchi online sta diventando sempre più parte del processo di acquisto degli acquirenti. Fino al 26% dei consumatori afferma di sfogliare il sito Web del rivenditore prima di acquistare qualsiasi cosa, vale a dire più di un quarto!

Quando parliamo di "contenuto", non ci riferiamo solo ai post del tuo blog (sebbene sia davvero un componente significativo) ma anche al tuo copia web, slogan e immagini. Tutti questi svolgono un ruolo essenziale nel garantire che i potenziali clienti ricordino il tuo marchio.

Suggerimento: Prova ad usare cose come i quiz sul tuo sito web. Questo è un modo divertente di fornire agli utenti un'esperienza pratica.

Un'altra differenza fondamentale è che i marketer B2B hanno tradizionalmente usato tutti i tipi di tattiche per costruire un rapporto personale con gli uomini d'affari. Sia che si tratti di condurre incontri di persona o di raggiungere potenziali clienti tramite i social media, coltivare e mantenere rapporti commerciali a lungo termine è l'obiettivo finale.

Mentre, i marketer B2C tendono a concentrarsi sull'aumento del volume delle transazioni. Sì, è ovvio che le aziende B2C vogliono godere di una lunga relazione con i loro clienti, ma non si tratta dello stesso tipo di relazioni personali coltivate nei mercati B2B.

Esperienza vs. Proposte di valore

Nel complesso, le aziende di B2B vogliono esprimersi come autorità nel loro settore. Questo è solitamente ottenuto tramite una combinazione di eventi dal vivo, contenuti digitali e stampati e social media marketing. I marketer di B2B usano quindi queste opportunità per dare il loro parere di esperti e creare credibilità.

Mentre le comunicazioni di marketing di B2C tendono a concentrarsi sull'offerta di qualche tipo di proposta di valore del marchio. Questo potrebbe includere uno dei seguenti:

  • Fornire codici promozionali che danno diritto agli acquirenti a uno sconto
  • Vanta una gamma completa di prodotti
  • Offrire artigianalità di alto livello
  • Esegui uno schema fedeltà

Nel complesso, se si mantengono le cose semplici, prive di espressioni gergali e si fornisce ai clienti il ​​tipo di valore desiderato, la campagna di marketing di B2C ha una mezza possibilità!

Cos'è B2C?

Meno clienti di alta qualità vs. Vendita ad alto volume

Di nuovo, come abbiamo già implicato, il marketing di B2B è più probabile che sia rivolto a un numero minore di clienti. Possono permettersi di farlo perché il valore finanziario dei loro prodotti e servizi tende ad essere più alto dei prodotti B2C. Questo è il motivo per cui la costruzione di rapporti commerciali di lunga data è fondamentale per il successo complessivo delle attività di B2B.

Considerando che, come abbiamo detto prima, il mercato per la maggior parte dei marchi B2C è incredibilmente ampio - questo rende la sfida tra la folla. I marketer devono familiarizzare con campagne di marketing digitale come SEO, PPC e annunci a pagamento sui social network come Facebook. Ciò aumenta rapidamente le possibilità di garantire l'elevato volume di vendite di cui hanno bisogno per generare un profitto.

Cos'è B2C?

Suggerimenti per la realizzazione di una strategia di marketing e-commerce B2C di successo

Come abbiamo già detto, i marketer B2C devono creare una connessione emotiva con il loro target di riferimento. Fortunatamente per te, abbiamo alcuni suggerimenti infallibili che ti aiuteranno a fare esattamente questo:

1. Entra nella mente dei tuoi consumatori

Con questo intendiamo, devi approfondire la psicologia dei tuoi clienti. Ovviamente, sarebbe un'enorme generalizzazione dire che tutti gli acquirenti si comportano allo stesso modo. Tuttavia, puoi utilizzare i dati forniti da Google Analytics per avere un'idea migliore del tuo target demografico.

Questo è essenziale quando si tratta di creare contenuti personalizzati. Senza sapere cosa realmente interessa ai tuoi acquirenti, non ti connetteresti mai a loro a livello emotivo. Periodo.

Ciò significa che devi capire quanto segue:

  • Su quali social network e forum si incontrano?
  • Con quale formato di contenuto si impegnano?
  • Quali dispositivi usano per navigare sul Web?
  • Cosa li interessa?
  • Cosa li ispira?
  • Chi guardano in alto no?
  • Con cosa stanno combattendo?
  • Cosa li eccita?
  • Cosa li intriga?

Hai capito l'idea! Utilizzare le risposte a queste domande per crmangia un avatar cliente a cui puoi fare riferimento man mano che avvii il processo di creazione del contenuto. Una volta che hai a che fare con il tuo target demografico, puoi quindi modificare la voce del tuo brand e le tue strategie di marketing per attirare maggiormente la loro attenzione.

Cos'è B2C?

2. Crea contenuto che converte

Il content marketing è un modo economico per convertire i browser in clienti paganti. Potresti aver acquistato il miglior software e assunto i dipendenti migliori, ma se il contenuto che pubblichi è di scarsa qualità, farai fatica ad aumentare il tasso di conversione.

Suggerimento: Tieni un dito sul polso di cui i soggetti incuriosiscono i tuoi consumatori. Quindi utilizzalo per influenzare gli argomenti dei tuoi post sul blog e della tua pubblicità.

Oltre ai post sui blog di lunga durata, il tuo marketing deve essere breve. Gli acquirenti online hanno una minima attenzione, quindi copiare quello che arriva direttamente al punto è solo il biglietto!

Questo è particolarmente vero per quanto segue:

  • Descrizioni dei prodotti,
  • Campagne di email marketing,
  • Messaggi di testo SMS,
  • Copia della pagina Web

Pubblica solo il tuo materiale migliore

La competizione con le aziende di B2C non è mai stata così agguerrita, quindi fai il tuo meglio. È molto meglio postare un post sul blog premium a settimana, piuttosto che pubblicare un contenuto giornaliero di contenuto paragonabile.

Una volta impostato lo standard dei contenuti, è necessario consegnare continuamente i beni o, meglio ancora, superare le aspettative del lettore.

Cos'è B2C?

Non devi sempre raccontare una storia

Sì, lo storytelling è un formato eccellente per creare un post sul blog. Tuttavia, ci sono altre tecniche di scrittura che puoi usare. Sarai sollevato di sentire, non tutti i tuoi pezzi hanno bisogno di una storia o di un'esperienza di vita reale per incarnarli - il tuo pubblico non se lo aspetta da te!

Un semplice post sul blog che offra informazioni utili può essere sufficiente, se è ben scritto.

Cos'è B2C?

Avere una voce e parlare

È imperativo che la tua voce si senta sopra il resto. Ecco perché avere qualcosa di diverso da dire è essenziale. Se hai un pensiero originale, scrivilo. I lettori hanno molte più probabilità di ascoltare una prospettiva unica rispetto all'opinione rigurgitata di qualcun altro.

Cos'è B2C?

Usa dati

Vuoi che le persone si fidino del tuo marchio e parte della costruzione di tale credibilità deriva dalla produzione di contenuti che il tuo pubblico può contare come fatti.

Se hai un'opinione, esegui il backup con una statistica, un caso di studio, un preventivo, ecc., Quindi cita le risorse utilizzate includendo un collegamento ipertestuale. Ciò fornisce prove concrete del fatto che non stai facendo questa roba, e che ti stai prendendo il tempo per ricercare ciò di cui sei appassionato - le prospettive lo adorano!

La pratica rende perfetti

Scrivere potrebbe non essere un'abilità che ti viene naturale. Ci sono un sacco di imprenditori che hanno un talento incredibile per le vendite e il marketing, ma mancano le costanti di scrittura creativa per andare lontano.

Se suona come te, non temere mai - perché la pratica rende davvero perfetti, la scrittura è una forma d'arte che ha bisogno di essere nutrita, quindi tienilo d'occhio. Più scrivi, meglio diventerai semplice, vero?

Prenditi il ​​tempo per la ricerca scrivendo suggerimenti e trucchi e poi metti in pratica tutto ciò che hai imparato. Fidati di noi; ci sono tonnellate di letteratura sull'argomento, basterà una semplice ricerca su Google. Più tempo e sforzi investi nella tua scrittura, più clienti attirerai sul tuo sito web.

Inoltre, se hai tempo, leggi un libro vero. Gli studi dimostrano che più leggi, migliore è la qualità della tua scrittura, quanto è fantastico?

Cos'è B2C?

3. Ottimizza per le conversioni

In definitiva, è necessario alimentare le strategie di marketing utilizzando i dati, ma se non si dispone ancora di informazioni sui clienti?

Il modo migliore per sfruttare questo tipo di informazioni è dare qualcosa di gratuito (forse un e-book, una serie di video training, un piccolo regalo fisico, ecc.). in cambio del loro nome e indirizzo email.

Da lì, puoi utilizzare gli strumenti di analisi del marketing per scoprire di più sui tuoi clienti. Sapere è potere. Quindi, utilizza queste informazioni per creare comunicazioni che risuonano con i tuoi clienti e per prevedere futuri modelli e comportamenti dei consumatori.

Suggerimento: Una volta che hai un nome, puoi personalizzare le tue campagne di email marketing, che ancora una volta sono consumatori, amore!

Perché funziona?

Spesso gli acquirenti pensano di ottenere un buon affare quando ricevono qualcosa gratuitamente. Spetta a te rafforzare il valore percepito del tuo omaggio. Fornisci informazioni utili ed entusiasmanti e commercializzale in modo che i tuoi clienti si rendano conto di quanto potrebbero trarre beneficio dal portare magnete stai offrendo.

Ricordo che Jon Penberthy una volta disse che il tuo magnete principale dovrebbe essere così prezioso che qualcuno lo comprerebbe felicemente: il fatto che lo stiano ricevendo gratuitamente è solo un vantaggio in assoluto!

Questo è in parte il motivo per cui se offri sconti sui prodotti invece di un omaggio gratuito, occasionalmente gli acquirenti si sentono presi in giro. Dopotutto, devono spendere parte dei loro soldi per sentire il beneficio. Mentre, quando i consumatori ottengono qualcosa gratuitamente, è più probabile che credano di avere a cuore le loro migliori intenzioni.

What Next?

Utilizza un modulo opt-in nella pagina di destinazione per creare gradualmente la tua mailing list. Una volta che hai gli indirizzi email dei tuoi consumatori, puoi coltivare una relazione con il tuo pubblico inviando loro sconti sui prodotti, link ai post del blog più recenti, newsletter, ecc.

Il mio miglior consiglio è quello di piantare strategicamente una casella di attivazione sul tuo sito Web dove i clienti possono registrarsi.

Cos'è B2C

4. Utilizza la tecnologia AI

L'intelligenza artificiale (AI) è eccezionale, specialmente se combinata con l'apprendimento automatico e i big data. AI offre esperienze utente mirate al laser e altamente personalizzate. In genere, si tratta di una forma di marketing digitale molto più economica in quanto è più probabile che tu fornisca il messaggio giusto alla persona giusta al momento ottimale.

Puoi anche utilizzare l'intelligenza artificiale per analizzare i dati dei tuoi consumatori per ottenere informazioni più dettagliate sul tuo segmento demografico target.

5. Aumenta la credibilità

Un aumento della credibilità del marchio è essenziale per aumentare le conversioni. Devi dimostrare che non solo il tuo marchio parla, ma anche tu cammini.

Quindi, se hai delle brillanti testimonianze di clienti soddisfatti, poi intonaci su tutto il tuo sito web. In effetti, il numero di 42% degli acquirenti online dice che vorrebbe vedere più testimonianze sui siti di e-commerce, quindi dai ai tuoi consumatori quello che vogliono!

Non sono solo testimonianze; puoi anche utilizzare le seguenti prove sociali per aumentare la tua credibilità:

  • Valutazioni dei clienti,
  • Recensioni dei clienti,
  • I prodotti più venduti,
  • Certificazioni e premi
  • Riconoscimenti
  • Menzioni nella stampa
  • Loghi di aziende impressionanti con cui hai lavorato

Qualsiasi dei precedenti farà miracoli per nutrire fiducia con i tuoi potenziali clienti.

6. Retarget potenziali clienti

Esistono molti modi per riesaminare i potenziali clienti. Ad esempio, se qualcuno visita il tuo sito Web e non acquista nulla, puoi avviare una campagna di retargeting tramite Facebook e / o Instagram.

Questo ti dà una seconda possibilità di fornire al tuo potenziale cliente contenuti di alto livello. Questi tipi di annunci sono fantastici per aumentare la consapevolezza del marchio e, in definitiva, i profitti.

In genere, esistono due metodi per retargeting sui social media:

Creare un pubblico "simile"

Quando crei un pubblico identico, puoi mostrare gli annunci sui social media agli utenti i cui interessi e dati demografici corrispondono a quelli dei tuoi clienti esistenti: quanto è fantastico ?! Ciò aumenta drasticamente le possibilità di assicurare la vendita!

Retargeting del cliente che ha abbandonato il tuo sito

Questo fa esattamente quello che dice sulla latta; puoi reindirizzare le persone che hanno già visitato il tuo sito ma non hanno acquistato nulla. Forse potresti provare a offrire loro un codice coupon o qualche altro sconto per invogliarli?

Cos'è B2C?

Un po 'di più sui social media

Inutile dire che gli utenti dei social media non passano attraverso i loro newsfeed per essere bombardati da pubblicità. Invece, sono lì per interagire con i loro amici, seguire influencer e guardare video divertenti! Tuttavia, ciò non significa che non è possibile utilizzare i social media a proprio vantaggio

Se fatti bene, gli e-retailer possono usare sottilmente i messaggi sponsorizzati che vengono visualizzati come normali post sui social media. Questi tipi di pubblicità non sono così invadenti e sono favolosi per costruire un rapporto con il pubblico, quindi non è sorprendente che i marketer B2C stiano usando questa tecnica più frequentemente.

Cos'è B2C?

Utilizzare email di carrello abbandonate

Oltre alle campagne di retargeting, puoi anche inviare email ai potenziali clienti che hanno abbandonato il carrello. Non è un segreto che le startup spesso faticano a fare le prime vendite.

Infatti, una media di 23% dei carrelli della spesa online viene abbandonata: è quasi un quarto! Tuttavia, non tutto è perduto, sarai contento di sentire, viene aperta una media del 44% di email di carrello abbandonate. Questa di questa email è una seconda possibilità per garantire la vendita, quindi fallo contare!

Come funzionano le email sul carrello abbandonate?

Le e-mail di carrello abbandonate vengono inviate automaticamente quando un potenziale acquirente lascia incustodito il carrello della spesa digitale per un periodo prolungato o se fa clic sul tuo sito con prodotti all'interno del carrello.

In genere, questi tipi di e-mail raccomandano la merce che hanno abbandonato, oltre ad altri prodotti simili che il potenziale cliente potrebbe gradire.

Cos'è B2C?

7. Automatizza le tue campagne di marketing B2C

Se non lo hai già fatto, automatizza alcuni dei tuoi sforzi di marketing. Le statistiche parlano da sole, i marketer B2C che sfruttano al massimo l'automazione hanno visto tassi di conversione pari a 50%!

Come abbiamo già detto, il mercato target di B2C è spesso enorme, quindi la personalizzazione del marketing non è possibile senza l'uso di software di automazione. Questo fa miracoli per ridimensionare ed estendere la portata del tuo messaggio.

Ad esempio, strumenti come MailChimp, consentono agli utenti di inviare scoppi di email in un momento in cui sono più propensi a interagire con i tuoi contenuti.

Cos'è B2C?

8. Avvia un VIP Scheme per creare un senso di esclusività

Le persone amano sentirsi speciali, ne siamo tutti colpevoli! Questo è il motivo per cui i programmi VIP funzionano così bene. Le persone adorano l'idea di ottenere vantaggi aggiuntivi e benefici a cui gli altri non hanno diritto!

Sono incredibili per conquistare la fedeltà dei clienti, incrementare le conversioni e aumentare il coinvolgimento con la tua azienda.

In definitiva, questo incoraggia i fan del tuo marchio a spendere di più per il tuo business, in cambio di valore aggiunto e privilegi - che a loro volta aumentano la redditività - cosa non si deve amare di ciò ?!

Cos'è B2C?

Altri suggerimenti di marketing B2C

Se vuoi incrementare il successo delle tue campagne di marketing B2C, ti suggeriamo di seguire attentamente i seguenti consigli.

Quali sono le email di promemoria?

Uno dei modi migliori per raggiungere i consumatori al momento giusto con un messaggio che è stato meticolosamente personalizzato e testato per incoraggiare le conversioni è un'e-mail di sollecito.
Questi sono molto simili a carrello abbandonato messaggi di posta elettronica. Tuttavia, differiscono leggermente in quanto vengono generalmente utilizzati per informazioni sensibili al fattore tempo; questi sono uno strumento eccellente per il ri-collegamento con i consumatori.
Ad esempio, potresti inviare automaticamente un'e-mail ai consumatori che hanno precedentemente acquistato qualcosa da te ma che non hanno interagito con il tuo marchio per un po 'di tempo.

Perché le campagne di email marketing sono così efficaci?

Ci sono tanti motivi per cui l'email marketing funziona bene per i mercati di B2C. Ecco solo un paio di motivi per cui:

  • Puoi raggiungere direttamente i tuoi consumatori, invece di lottare per la loro attenzione come faresti sui social media, invii loro un messaggio direttamente. Questo è ciò che chiamiamo un mezzo 'non-interruttivo'. I tuoi abbonati alle e-mail hanno presumibilmente optato per ricevere aggiornamenti sul tuo marchio e godere di contenuti che consumano.
  • A differenza delle chiamate a freddo o delle vendite porta a porta, l'e-mail non è così invadente o aggressiva. Il destinatario dell'e-mail può leggerlo in un momento che è più conveniente per loro. È importante mostrare ai potenziali clienti che rispettano il loro tempo, se vuoi arrivare dalla loro parte giusta!

Considerazioni finali

Speriamo che ora abbiate un'idea migliore di ciò che B2C comporta. Se stai pensando di lanciare un marchio in questo mercato, questo dovrebbe fornirti un'ampia base per alcune delle cose che devi sapere.

Hai qualcosa da aggiungere sull'argomento? Se è così, sentiti libero di aggiungere i tuoi pensieri nella casella dei commenti qui sotto. Amiamo ascoltare i nostri lettori e dare il benvenuto a una sana discussione. Parla presto!

Diventa un esperto di e-commerce

Inserisci la tua email per iniziare la festa