Cos'è un grossista?

Cosa significa Grossista?

Un distributore che vende prodotti a un rivenditore. Un grossista venderà il suo prodotto in grandi quantità ai dettaglianti, consentendo al rivenditore di usufruire di un prezzo inferiore rispetto a quello che avrebbe dovuto acquistare singoli articoli. Il grossista di solito acquista merci direttamente dal produttore, ma potrebbe anche acquistare da un rivenditore. In entrambi i casi, il grossista ottiene grandi sconti per l'acquisto di grandi quantità di merci. Il grossista è raramente coinvolto nella produzione effettiva di un prodotto, concentrandosi invece sulla distribuzione.

Un grossista richiede una licenza per vendere il suo prodotto al rivenditore e il suo prodotto generalmente non sarà disponibile per il cliente allo stesso prezzo del rivenditore. Questo perché il rivenditore guadagna i propri profitti registrando il prezzo che pagano al grossista. Nel caso in cui un cliente desideri acquistare un prodotto dal grossista verrà addebitato per una spedizione di consegna, questo addebito verrà addebitato al cliente e al grossista da un commerciante di spedizione drop.

Spesso un grossista è uno specialista in un prodotto specifico o in una categoria di prodotti. Altri grossisti offriranno un'ampia varietà di prodotti. Inoltre, il grossista può concentrarsi su un tipo di attività per i propri prodotti oppure offrire oggetti in vendita a chiunque.

I grossisti inoltre si differenziano dai distributori in quanto generalmente non sono associati a un particolare bene e pertanto non sono propensi a offrire il livello di servizio più elevato o il supporto spesso offerto dai distributori ufficiali di prodotti. Questo perché il grossista raramente è direttamente affiliato con il produttore da cui acquista e non ha familiarità con le specifiche e le complessità dei prodotti che vendono. I grossisti possono anche offrire prodotti concorrenti, il che non è il caso per i distributori.

Che cosa è l'acquisto all'ingrosso?

acquisto all'ingrosso

Immagine crediti:

Parecchi termini commerciali possono essere tradotti o utilizzati per diversi casi, specialmente quando si tratta del mercato all'ingrosso.

Ad esempio, un acquirente all'ingrosso potrebbe essere un riferimento a un agente reale che negozia tra commercianti e venditori nel mercato all'ingrosso. Tuttavia, potresti anche fare riferimento a un acquirente all'ingrosso come il commerciante stesso, considerando che è l'entità che acquista articoli da un grossista.

Per iniziare, parleremo di un acquirente all'ingrosso come professione.

Questo sarebbe un agente o individuo imparziale che dovrebbe negoziare accordi basati sulle tendenze del mercato per assicurarsi che sia il grossista che il commerciante escano avanti. La ragione per cui esistono questi tipi di acquirenti all'ingrosso è perché un manager aziendale ha molte altre attività da completare. Ciò si assume la responsabilità di comprendere le condizioni di mercato e il prezzo e trasferirlo a qualcuno che è più di un esperto in materia.

Gli acquirenti all'ingrosso hanno un'ampia varietà di altri titoli. Ad esempio, alcune persone li chiamano agenti di acquisto, mentre altri li chiamano rappresentanti di vendita. E per rendere le cose ancora più confuse, questi tipi di lavoro potrebbero essere effettivamente riempiti internamente da un commerciante o grossista.

Nel complesso, è importante capire che un acquirente all'ingrosso potrebbe potenzialmente essere un individuo o un dipendente di terze parti che gestisce tutte le ricerche e le transazioni all'ingrosso.

D'altra parte, riferirsi a un acquirente all'ingrosso potrebbe semplicemente parlare della società reale che prevede di acquistare da un grossista.

Indipendentemente da chi sta effettuando l'acquisto, l'acquisto all'ingrosso è una delle pratiche più comuni per ottenere prodotti economici da girare e quindi vendere a un prezzo più alto. La base dietro l'acquisto all'ingrosso è che un produttore, un fornitore o un'azienda all'ingrosso vende grandi quantità di prodotti dello stesso tipo ai commercianti. Ciò significa che i commercianti devono disporre di una certa quantità di capitale iniziale per potersi permettere tutti questi articoli. Tuttavia, funziona a loro vantaggio una volta che iniziano a vendere i singoli articoli, perché rivendono ogni prodotto con un margine di profitto sia ai consumatori regolari che ad altre imprese.

In generale, la catena di vendite funziona così: un fornitore o un produttore vende grandi quantità di merci o merci direttamente a un acquirente all'ingrosso. Il grossista quindi vende i prodotti ai commercianti. Dopo l'acquisto all'ingrosso, il commerciante (che si tratti di un negozio online o di un negozio al dettaglio fisico) apporta un prezzo più elevato ai singoli prodotti e li vende al pubblico in generale.

Qual è il prezzo all'ingrosso?

Se stai chiedendo quale sia un buon prezzo all'ingrosso, dipende completamente da ciò che stai comprando e in quale settore.

Tuttavia, la definizione di prezzo all'ingrosso è molto più facile da capire senza una ricerca significativa nel vostro settore. In breve, il prezzo all'ingrosso è il tasso praticato da grossisti o produttori o fornitori per un gruppo di prodotti. Quella collezione di prodotti costerà una quantità significativa di denaro per il commerciante, ma quando abbattete il prezzo per unità, il prezzo all'ingrosso è solo una frazione del costo del prezzo al dettaglio.

Quindi, diciamo che un commerciante spende mille dollari per le unità di scarpe 100. Il totale di $ 1000 è il prezzo del lotto all'ingrosso, ma il prezzo unitario all'ingrosso sarebbe pari a $ 10 per unità. Questo sarà molto più economico del prezzo al dettaglio unitario. Ora, diciamo che il commerciante segna il suo prezzo al dettaglio per scarpa a $ 50. Si tratta di un margine di profitto di $ 40 per scarpa quando si sottrae il prezzo al dettaglio e il prezzo all'ingrosso. Se il commerciante dovesse vendere tutte le scarpe 100, ricaverebbe un profitto totale di $ 4000.

Il motivo per cui il prezzo all'ingrosso è molto più economico del prezzo al dettaglio è perché il rivenditore fornisce un servizio al consumatore. Tale servizio può essere la conoscenza dei prodotti, la posizione di vendita al dettaglio, l'accessibilità o un'ampia varietà di altre cose che rendono più facile per i clienti l'accesso a determinati prodotti. D'altra parte, il grossista può acquistare prodotti a basso costo perché fa affidamento sul volume per realizzare i propri profitti.

L'unico modo in cui il grossista guadagna è se i mercanti sono disposti a comprare grandi quantità di oggetti. Altrimenti, se il grossista vendesse singoli articoli sarebbe molto più costoso per loro a breve e lungo termine. Se una società di vendita all'ingrosso acquista da un produttore, i prezzi sono solo leggermente marcati quando si gira e si vende ai commercianti. Ma una volta che il commerciante riceve gli articoli e li suddivide in vendite individuali, i margini di profitto aumentano fino a raddoppiare il prezzo o anche di più.

Qual è la media della vendita all'ingrosso al dettaglio?

Questa è una domanda meravigliosa, perché i tuoi profitti dipendono da quanto i tuoi prodotti di markup derivano dai prezzi all'ingrosso.

Ci sono diversi modi per capire quanto dovresti marcare i tuoi prezzi all'ingrosso come mercante. Tuttavia, lo esamineremo nella sezione seguente. Sotto questa domanda, illustreremo quanto negozi al dettaglio e online registrano prodotti basati sull'industria.

Come abbiamo spiegato un po 'nella sezione precedente, un markup è il rapporto tra profitto lordo e prezzo di vendita. Ad esempio, se hai un prodotto che ti costa $ 5 e lo vendi per $ 9, l'utile lordo finisce con $ 4. Anche il profitto lordo $ 4 è considerato il markup del tuo prodotto.

Nel mondo degli affari, non esiste un markup normale. Alcune industrie, come la moda, sono in grado di schiaffeggiare migliaia di dollari cartellini dei prezzi sui vestiti che costa solo poche centinaia di dollari. D'altra parte, molti negozi al dettaglio come negozi di ferramenta e negozi di alimentari sono noti per avere margini estremamente bassi, in altre parole, i loro ricarichi sono piuttosto piccoli per unità.

Se sei curioso dei markup tipici in diversi settori, esaminiamo alcuni dei settori con markup più elevati e alcuni dei settori con margini più bassi.

I gioielli sono costantemente uno dei più alti marcati prodotti nel mondo. Puoi leggere casi di studio su come diamanti e molte altre pietre preziose sono praticamente inutili fino a quando non entrano nei negozi al dettaglio. Sarebbe piuttosto raro trovare un gioiello che non sia segnato almeno al 50% del prezzo all'ingrosso. Il l'industria dell'abbigliamento ha una struttura simile per marcare i prodotti. E non sono solo i tuoi abiti top-of-the-line e di alta moda. Quando entri in Walmart o in qualsiasi altro rivenditore, quelle camicie e pantaloni sono generalmente contrassegnati da 100% a 400%.

Anche se i margini sono spesso scarsi nell'industria della ristorazione, il cibo è generalmente segnato circa 60%. Le bevande sono anche peggio, considerando che sono molto economici da creare. Non è raro vedere i markup 400% sulle bevande. I margini sottili possono essere attribuiti agli alti costi complessivi di gestione di un ristorante.

L'industria farmaceutica è nota per avere marcature estreme. Questo di solito spicca per la maggior parte delle persone che non lavorano nel settore farmaceutico, considerando che i markup hanno superato il 6,000%. Anche le prescrizioni generiche più economiche vedono ricarichi superiori a 1000%.

La tecnologia è un animale interessante perché alcuni tipi di tecnologia producono ampi margini di profitto. Tuttavia, molte aziende tecnologiche, come quelle che vendono telefoni cellulari, hanno difficoltà a raggiungere i markup di 10%.

Molte piccole aziende prendono le loro decisioni di vendita dei prodotti in base a quali articoli possono portare i maggiori margini di profitto. Non è una cattiva idea se hai un capitale limitato e stai appena iniziando con un negozio online. Tuttavia, non si dovrebbero escludere piccole industrie a margine, poiché con la corretta esecuzione è comunque possibile effettuare una notevole quantità di denaro. L'unico problema è che è spesso più difficile entrare in quelle piccole industrie marginali.

Come segnate i prezzi all'ingrosso?

Prezzi all'ingrosso

Immagine crediti:

Esistono diversi modi per valutare i tuoi prodotti al dettaglio dopo averli acquistati all'ingrosso. Abbiamo una guida che copre tre dei migliori pratiche per i prezzi, ma ci sono così tante altre opzioni tra cui scegliere.

Ecco alcune delle strategie più comuni per la marcatura dei prezzi all'ingrosso:

  • Prezzo di listino - Il prezzo consigliato al dettaglio o il prezzo di vendita suggerito dal produttore è una pratica comune in cui il produttore consiglia un determinato prezzo per il rivenditore da elencare per i propri clienti. Questo era un modo molto più comune di valutare i prodotti all'ingrosso, dal momento che consentiva ai produttori di standardizzare gruppi di determinati prodotti a seconda del venditore che li vendeva e dei luoghi. Detto questo, vedrai che MSRP viene usato più frequentemente quando l'elemento è più mainstream. Quindi, se si tratta di un prodotto nuovo di zecca o di un gioiello unico, non c'è davvero alcun motivo o motivo per utilizzare MSRP. Nel complesso, MSRP rende più facile per il rivenditore, ma potrebbe anche avere uno svantaggio rispetto ai concorrenti che rendono i loro prezzi migliori per i clienti.
  • Keystone pricing - Il processo di determinazione dei prezzi di Keystone è anche un modo più semplice per contrassegnare i tuoi articoli all'ingrosso. In genere coinvolge il rivenditore che raddoppia il costo all'ingrosso e potenzialmente aggiusta il prezzo in base a determinati fattori di mercato. Ad esempio, potresti capire che raddoppiare semplicemente il costo all'ingrosso non è sufficiente a causa dei tuoi potenziali costi di spedizione e gestione. La maggior parte dei rivenditori si renderà conto che raddoppiare il costo all'ingrosso è in genere troppo costoso per i consumatori. Tuttavia, gli oggetti unici dovrebbero avere un markup molto più alto. Tutto dipende dall'industria e dalla competitività di quel prodotto.
  • Prezzi multipli - Il prezzo multiplo è anche chiamato raggruppamento, in cui abbinate diversi prodotti insieme e vendete quel pacchetto ad un costo leggermente inferiore per tutto combinato. Questo genera un valore percepito più alto, dal momento che il cliente sta ottenendo di più per i loro soldi. Questa strategia di markup all'ingrosso è molto comune nell'industria dell'abbigliamento e con i negozi di alimentari. L'unico problema è che può essere difficile vendere i singoli articoli a prezzi normali dopo averli rimossi dai pacchetti.
  • Prezzi scontati - Una vendita o uno sconto su un determinato prodotto o gruppo di prodotti, accade occasionalmente. In breve, il rivenditore ha già segnato il prezzo all'ingrosso, solo per rimuovere una parte di quel prezzo in modo da spingere più clienti attraverso il check-out e potenzialmente guidare il traffico durante determinate stagioni. La maggior parte delle aziende ha sconti durante tutto l'anno. La regola generale è quella di non creare una reputazione per essere un rivenditore a prezzi vantaggiosi, cioè, a meno che questo non sia l'obiettivo generale (come Walmart).
  • Determinazione del prezzo di piombo - Questo tipo di strategia di markup in realtà comporta la selezione di alcuni prodotti da scontornare su base occasionale. Sai che questo porterà le persone al tuo negozio a causa dello sconto. Tuttavia, l'obiettivo è quello di avere diversi prodotti complementari che il cliente è tenuto ad acquistare mentre si trova in negozio. Un grande esempio di questo sarebbe vendere i rasoi da uomo a prezzo scontato, quindi presentare la crema da barba e il dopobarba a prezzo pieno.
  • Prezzi di ancoraggio - Questo tipo di prezzo psicologico del prodotto consente di marcare i prezzi all'ingrosso fino a un certo punto, pur mostrando che è stato applicato uno sconto. Se lo sconto non è stato applicato, la pratica rivela ancora un prezzo originale barrato insieme a un prezzo di vendita. È stato dimostrato che questo tipo di tariffazione innesca una risposta in cui i consumatori sono molto più propensi ad acquistare.
  • Sopra la concorrenza - Un altro modo per aumentare i prezzi all'ingrosso è quello di acquistare i prodotti dal grossista, quindi guardare immediatamente a cosa sta vendendo la concorrenza per prodotti simili. Potresti valutare questi prodotti leggermente al di sopra della concorrenza per creare la percezione che i tuoi prodotti siano effettivamente di migliore qualità. Un buon esempio di questo potrebbe essere il modo in cui Starbucks o Apple creano, più o meno, gli stessi prodotti della concorrenza, ma la gente pensa di essere migliore a causa della ricarica. Ora, Apple potrebbe rendere i computer migliori di alcuni produttori, in gran parte soggettivi. Ma è difficile sostenere che i computer di Apple valgano un $ 1,000 accanto a un computer Dell comparabile.
  • Sotto la concorrenza - L'altra opzione è di andare sotto la concorrenza. Analizzate i prezzi all'ingrosso e assicuratevi di poter negoziare con questi grossisti in modo da fornire costi inferiori. Questo può rivelarsi difficile considerando che potresti dover competere con alcuni dei più grandi rivenditori al dettaglio a basso costo nel mondo. Tuttavia, questo tipo di prezzo può ancora funzionare con un po 'di creatività, ad esempio Dollar Shave Club.

Con tutte le strategie di prezzo, devi comunque andare dal tuo grossista e capire quanto puoi markup i tuoi prodotti per renderlo utile nel lungo periodo. I test sono spesso richiesti, insieme a ricerche di mercato. Dopodiché, puoi regolare i prezzi per capire meglio quanto profitto puoi ottenere per ciascuno dei tuoi prodotti.

Quali sono i tre tipi di grossisti?

Come sempre con il commercio all'ingrosso. una varietà di termini sono usati per riferirsi a determinati titoli di lavoro e categorizzazioni. Detto questo, possiamo ancora abbattere i grossisti in tre categorie generali, anche se alcune persone li chiamano cose diverse.

Ecco i tipi di grossisti:

1. Grossisti mercantili - Questo è il tipo di grossista a cui normalmente si pensa quando si sente il termine "grossista". Il grossista commerciante si impegna ad acquistare grandi quantità di prodotti, a conservarli e a venderli in quantità alquanto inferiori per un markup. Queste quantità minori sono ancora considerate all'ingrosso, ma sono suddivise in modo che i rivenditori possano acquistarle a quantità ragionevoli. Il grossista tradizionale in realtà non produce i prodotti in cui vende. Invece, ha una forte conoscenza in cui i prodotti sono più propensi a vendere in grandi quantità e al dettaglio. Un grossista viene spesso chiamato con nomi diversi tra cui importatori, esportatori, operai e distributori. Inoltre, i grossisti possono concentrarsi sulla vendita a decine di industrie diverse, oppure possono concentrarsi su uno o due.

2. Agenti / broker - Gli agenti e gli intermediari all'ingrosso di solito non sono i proprietari dei prodotti che vendono. Invece, l'agente negozia attivamente accordi per garantire che i grossisti ottengano il miglior prezzo possibile. Molti di questi agenti e broker lavoreranno effettivamente per il grossista, ma non è insolito per loro ottenere semplicemente una commissione per ogni vendita che passa.

3. Vendite e distribuzione per la produzione - I produttori hanno anche team di vendita e uffici completi di distributori che rappresentano i produttori nell'ottenere prodotti nel mercato all'ingrosso. Questi team di vendita e altri rappresentanti di solito non hanno nulla a che fare con il processo di produzione. In effetti, gli uffici sono generalmente lontani dalle strutture di deposito in cui i prodotti vengono immagazzinati e fabbricati. A causa dell'associazione, questi tipi di rappresentanti sono spesso considerati anche grossisti. La ragione di questo è perché mettono insieme le offerte all'ingrosso e hanno la responsabilità di distribuire i prodotti a livello all'ingrosso.

Come trovare i migliori fornitori all'ingrosso per il tuo negozio online

tipi all'ingrosso

Immagine crediti: Oberlo

quando alla ricerca di un fornitore all'ingrosso per il tuo negozio online, è importante capire come funziona il sistema e dove dovresti cercare.

Il problema principale è che la vendita all'ingrosso non è affatto un sistema o un settore ben strutturato. In realtà, la maggior parte del mercato all'ingrosso è una raccolta di fornitori e produttori casuali sparsi in tutto il mondo. La buona notizia è che viviamo nell'era digitale in modo da non dover essere costantemente al telefono e guardare attraverso le directory fisiche per individuare i migliori grossisti là fuori. Invece, puoi rivolgerti a mercati online come AliExpress o AliBaba.

In entrambe queste opzioni, puoi navigare verso ciascun sito web proprio come faresti con Amazon e navigare in giro per decidere quali dei prodotti più popolari vorresti vendere sul tuo negozio online. La cosa fantastica di questi tipi di siti web di directory è che puoi filtrare i tuoi prodotti in base a ciò che sembrano e persino setacciare le immagini o controllare i dettagli su ciascun fornitore.

Nel complesso, il tuo obiettivo è quello di collaborare con fornitori affidabili che risponderanno alle tue telefonate o e-mail, forniranno prodotti di qualità e consegneranno tali prodotti in tempo. Molti negozi online collaborano con fornitori in luoghi come la Cina e l'India, dal momento che i prezzi sono generalmente inferiori e solitamente è possibile trovare fornitori su siti Web come AliBaba.

Per trovare i migliori fornitori all'ingrosso, devi seguire alcuni semplici passaggi:

  1. Ricerca e trova affidabili fornitori all'ingrosso attraverso directory online o siti come AliExpress.
  2. Crea un elenco dei tuoi fornitori preferiti in base alla reputazione nei prodotti che forniscono.
  3. Contatta ciascuno dei fornitori tramite e-mail o telefono.
  4. Assicurati che il primo contatto sia il più produttivo possibile. Se qualcuno non ti sta rispondendo, o è impossibile capire cosa stanno dicendo, potresti avere problemi con la comunicazione in futuro.
  5. Chiedi a ciascun fornitore all'ingrosso i campioni di determinati prodotti. La maggior parte dei fornitori all'ingrosso richiede di pagare i campioni, quindi è necessario decidere su una manciata di prodotti che è quasi garantito vendere. Quindi, puoi verificare personalmente la qualità di questi prodotti.
  6. Pensa alla contrattazione per prezzi migliori. Avrai bisogno di un po 'di leva per far funzionare tutto questo.
  7. Evita gli accordi di dropshipping all'inizio.

Molti proprietari di negozi online inizieranno a contattare i fornitori tramite telefono o e-mail e scopriranno che questo funziona abbastanza bene. Non hai davvero bisogno di alcuna formazione da parte nostra per fare questo, dato che tutto ciò che devi fare è iniziare a cercare grossisti locali e contattarli sulla tua attività.

Tuttavia, potresti non sapere esattamente dove cercare i fornitori online. Pertanto, abbiamo un elenco di diverse directory e negozi di e-commerce che ti connettono con più grossisti contemporaneamente. Questi sono alcuni dei nostri preferiti:

  • AliExpress
  • Alibaba
  • Dino Direct
  • Fonti globali
  • Luce nella scatola

Si potrebbe anche prendere in considerazione alcuni siti web di fornitura all'ingrosso per dropshipping - come Salehoo, AliDropshipo marchi internazionali.

Confronti con altre opzioni di adempimento e di vendita

adempimento all'ingrosso

Immagine crediti:

Come avrete già notato, il termine wholesale può essere confuso con molti altri metodi di vendita e distribuzione. Per questo motivo, vogliamo chiarire esattamente come il commercio all'ingrosso si confronta con alcune opzioni di realizzazione simili. Parliamo anche di quando potresti usarne uno sull'altro.

Qual è la differenza tra vendita all'ingrosso e al dettaglio?

La risposta di base a questa domanda è che un imprenditore al dettaglio vende i suoi prodotti direttamente al consumatore. Ciò significa che il rivenditore di solito acquista prodotti da un grossista. Le vendite al dettaglio si presentano sotto forma di vendita attraverso un negozio online o attraverso un negozio fisico di mattoni e malta.

D'altra parte, un venditore all'ingrosso ha rivenditori come clienti, vendendo i suoi prodotti alla rinfusa per un prezzo unitario inferiore. Essenzialmente, il rivenditore sarebbe considerato un intermediario, dal momento che avvicina il prodotto al cliente e fornisce la convenienza e il servizio che solitamente si trovano in un negozio e-commerce o in un negozio al dettaglio.

Anche le vendite all'ingrosso e al dettaglio differiscono in altri modi. Ad esempio, il business del commercio all'ingrosso ruota attorno alla vendita di un gran numero di prodotti, che spesso richiede venditori esperti che sono disposti a gestire i client B2B. I rivenditori si concentrano maggiormente sulle vendite individuali con cartellini dei prezzi più economici (quando diciamo questo intendiamo vendere una maglietta per $ 20 invece di camicie 100 per $ 1,000). Il processo di vendita è spesso meno ingombrante, ma devono anche confrontarsi con i consumatori sia su base digitale che faccia a faccia.

Qual è la differenza tra grossisti e distributori?

A seconda del settore e delle aziende in quell'industria, questi termini potrebbero essere confusi per significare cose diverse. Tuttavia, distributori, grossisti e produttori dovrebbero avere responsabilità separate. I grossisti sono in genere aziende più grandi che sono più interessate a trovare potenziali acquirenti al dettaglio rispetto alla produzione dei prodotti. I produttori, al contrario, sono più interessati alla costruzione di prodotti, piuttosto che a un noioso processo di vendita.

Per questo motivo, i produttori di solito collaborano con un distributore. Ciò significa che in realtà c'è ancora un altro intermediario nell'intero flusso di vendita. Quindi, un paio di scarpe verrebbero create in un magazzino di produzione, quindi il distributore uscirà e troverà i grossisti che potrebbero voler acquistare quelle scarpe alla rinfusa. Il distributore viene quindi portato a termine con il proprio lavoro fino al successivo lotto di vendite a un grossista.

I grossisti acquistano una grande quantità di articoli direttamente da questi distributori che rappresentano i produttori. Più prodotti i grossisti acquistano il costo unitario più basso che devono spendere. Come abbiamo appreso in precedenza in questo articolo, i grossisti si girano e vendono alla rinfusa per le attività commerciali al dettaglio, sia online che al dettaglio. Il grossista include un piccolo ricarico, ma non lo è fino a quando il rivenditore non vende ai consumatori, dove vediamo una marcatura significativa a causa delle singole vendite di prodotti.

Qual è la differenza tra all'ingrosso e Dropshipping?

all'ingrosso e dropshipping

Ci sono molti vantaggi e svantaggi nella vendita all'ingrosso. Ci sono anche molti pro e contro per far cadere la spedizione. Passeremo attraverso i diversi elementi di ciascuno nei prossimi paragrafi, ma vorremmo anche delineare le differenze di base che potrebbero rendere la tua decisione su come fornire i tuoi prodotti.

In breve, acquistare all'ingrosso significa acquistare un numero elevato di articoli con prezzi per unità più bassi. Per questo motivo, devi trovare un modo per archiviare quei prodotti, comprimerli e inviarli ai clienti. Diventa un'operazione molto più grande del drop shipping, tuttavia, risparmi in modo significativo in base al prezzo unitario, migliorando quindi i tuoi margini di profitto.

Il drop shipping non richiede il deposito, impacchetta o spedisci uno degli articoli che i tuoi clienti comprano dal tuo negozio. Invece, si collabora con il fornitore o il produttore che è disposto a eliminare i prodotti della nave. Ciò significa che la tua azienda crea un sito Web con pagine di prodotto e moduli di pagamento per l'accettazione dei pagamenti. Il lavoro principale che devi fare è gestire il tuo sito web, gestire l'assistenza clienti e il marketing ai tuoi clienti. Una volta che un utente arriva al tuo sito web e fa un acquisto, ricevi quell'ordine di acquisto. A seconda della configurazione, potrebbe essere necessario inviare l'ordine di acquisto al proprio corriere per completare l'ordine. Tuttavia, molti costruttori di siti Web collegheranno senza problemi il tuo negozio online al corriere, il che significa che quando un ordine viene inviato, il fornitore viene automaticamente informato, in modo che il prodotto possa essere inviato immediatamente.

Quali sono alcuni dei pro di acquistare all'ingrosso?

Prima di tutto, quasi tutti i prodotti che acquisti saranno più economici attraverso un grossista. Cioè, il prezzo unitario sarà più economico. Pertanto puoi aumentare i tuoi margini di profitto e, auspicabilmente, gestire un business di maggior successo.

Inoltre, stai acquistando da un grossista che ha già acquistato questi prodotti da un produttore. Quindi, sanno che questi prodotti hanno una comprovata esperienza e molto probabilmente avranno successo se venduti ai consumatori. Si arriva a minimizzare il proprio rischio in tal senso.

Infine, il commercio all'ingrosso consente in genere di avere un maggiore controllo sull'intero processo. Dall'aggiunta delle etichette di spedizione al branding dei pacchetti e persino alla visualizzazione dei tuoi prodotti prima che vengano spediti ai clienti. La quantità di controllo è più prevalente quando si lavora con un grossista.

Quali sono alcuni degli svantaggi di acquistare all'ingrosso?

Lo svantaggio principale dell'acquisto da un grossista è che devi quasi sempre acquistare in grandi quantità. Per questo motivo, è necessario trovare un posto dove archiviare questo grande lotto di inventario. Inoltre, devi spendere soldi per l'imballaggio, più dipendenti, spese di spedizione e tutto il resto che entra nel processo di stoccaggio e spedizione. Sebbene tu guadagni più margini di profitto, ci sono molti altri costi aggiuntivi associati alla conservazione e alla spedizione dei tuoi prodotti.

Infine, vi è una certa quantità di rischio che riguarda l'acquisto all'ingrosso. Sebbene tu stia partendo dal presupposto che al grossista piacciano questi prodotti e sappia che vendono bene, sei costretto ad acquistare grandi quantità del prodotto. Se, per caso, non puoi vendere tutti gli oggetti che hai comprato, la tua azienda è bloccata a mangiare quel costo.

Quali sono i vantaggi del drop shipping?

Il drop shipping è un concetto un po 'più recente che presenta alcuni vantaggi, in particolare per le piccole imprese. Prima di tutto, l'investimento iniziale potrebbe potenzialmente essere vicino a nulla. Molto probabilmente costruirai un sito web e spendere un po 'di tempo e denaro per impostare l'intera operazione, ma non dovrai pagare per una grande quantità di articoli all'ingrosso.

Inoltre, non ci sono costi relativi all'inventario invenduto, alla spedizione, all'imballaggio e allo stoccaggio.

Un vantaggio finale è che le imprese di vendita al dettaglio consolidate possono testare le acque di e-commerce pur continuando a svolgere la loro attività principale.

Quali sono gli svantaggi del drop shipping?

Il motivo principale per cui potresti riscontrare alcuni problemi con il drop shipping è che perdi il controllo dell'intero processo di vendita. Sì, completi la vendita effettiva sul tuo sito Web, ma è qui che finisce la maggior parte del tuo controllo. Il tuo drop shipper è quello che immagazzina il prodotto e lo impacchetta per l'invio al cliente. Quindi, se il corriere non invia il prodotto in tempo, sei tu a doverlo sopportare.

Scoprirai anche che è più difficile marchiare la confezione e i prodotti all'interno di quella confezione. Fortunatamente la maggior parte dei drop shipper ti permetterà di vedere i campioni dei prodotti reali prima di inviarli ai tuoi clienti. Tuttavia, gli store di e-commerce con migliaia di prodotti non testeranno ognuno di essi, creando un investimento rischioso quando alcuni degli articoli potrebbero non essere della massima qualità.

L'ultimo svantaggio del drop shipping riguarda i margini di profitto. Dal momento che i fornitori inviano i prodotti ai clienti individualmente, non si ottiene lontanamente vicino ai margini che si farebbero con il commercio all'ingrosso. Fortunatamente, puoi risparmiare dei soldi non pagando per le spese di spedizione e gli impianti di stoccaggio. Tuttavia, scoprirai che i tuoi profitti sono spesso estremamente bassi o devi aumentare i prezzi in modo che sia difficile competere con i più grandi negozi di e-commerce con prodotti simili.

Qual è la differenza tra il commercio all'ingrosso e l'auto-realizzazione?

L'auto-realizzazione è spesso un termine che potresti inciampare quando costruisci un negozio online. In realtà non ha alcuna relazione con il commercio all'ingrosso, ma è quello che faresti come commerciante dopo aver acquistato da un grossista. In realtà, è piuttosto l'opposto del drop shipping (come già detto nella sezione precedente), dove si acquista tutto il proprio inventario da un grossista, quindi si completa tutto il lavoro di evasione con il proprio tempo, denaro e risorse.

L'adempimento, di per sé, è il processo di prendere un prodotto dopo una vendita e portarlo a domicilio del cliente. Quindi, questo implica il confezionamento, l'imballaggio, l'inserimento di una ricevuta, l'immagazzinamento prima della vendita, la spedizione e la fornitura di una sorta di numero di tracciamento. Autorealizzazione significa che la tua azienda ha fatto tutti questi passaggi da sola. Il grossista è ancora nell'equazione, dal momento che hai comprato il tuo inventario da loro.

Qual è la differenza tra l'adempimento all'ingrosso e 3rd-party?

Ancora una volta, il commercio all'ingrosso e la realizzazione sono separati nel processo di vendita. Se dovessi optare per l'adempimento da parte di terzi, ci sono comunque buone probabilità che tu possa acquistare tutti quei prodotti da un grossista.

Una domanda migliore sarebbe quale sia la differenza tra l'adempimento da parte di terzi e l'autorealizzazione. Nella nostra definizione di auto-realizzazione, abbiamo parlato di come l'intero processo di imballaggio, stoccaggio e consegna è gestito internamente. L'adempimento da parte di terzi è il luogo in cui collaboreresti con una società di logistica per gestire cose come lo stoccaggio e la spedizione. L'adempimento da parte di terzi sta diventando sempre più popolare a causa di quanto sia costoso e difficile spedire i prodotti da soli.

Vantaggi per la tua azienda liberando tempo per altre cose come il web design e il marketing. Naturalmente, devi pagare un'altra società per completare questo adempimento per te. Inoltre, si potrebbe finire per compromettere la qualità della confezione o quanto tempo ci vuole per inviare tali articoli ai propri clienti.

Nel complesso, molte aziende ritengono che l'autorealizzazione sia la loro migliore opzione. L'adempimento da parte di terzi è anche una soluzione praticabile, soprattutto per i negozi online che creano i propri prodotti. In questo modo, puoi concentrarti sullo sviluppo del prodotto e quindi inviare tutti questi elementi a una società di evasione ordini per gestire il resto.

Come si diventa un grossista?

Articoli correlati:

Diventa un esperto di e-commerce

Inserisci la tua email per iniziare la festa