Come avviare un'attività di e-commerce nel 2020 - 6 Step Guide

Ecco una guida infallibile per fare grandi volumi di vendita nella tua e-commerce

Vendere prodotti online non è mai stato così popolare e gratificante. Il commercio e-commerce è in forte espansione.

Le statistiche analizzate da eMarketer prevedere che entro il 2021 le entrate globali dell'e-commerce raggiungeranno i 5 trilioni di dollari.

Questo è di gran lunga un indicatore descrittivo che suggerisce l'esistenza di uno slancio costante anche per l'incombente aziende di e-commerce.

Mentre esiste un potenziale non sfruttato che copre un ampio ambito in così tante nicchie di prodotto, l'avvio di un'attività di e-commerce può essere un po 'schiacciante soprattutto per un principiante.

C'è così tanto flusso di lavoro su cui agire.

Ma prima di immergerci ulteriormente, abbiamo bisogno di una risposta chiara a cosa significa e-commerce.

Cos'è l'e-commerce

L'e-commerce è l'acronimo di "commercio elettronico" che si riferisce facilmente alle transazioni commerciali online. Se vendi o acquisti un prodotto su Internet, questo di per sé è l'e-commerce.

Una transazione di e-commerce si estende ai servizi venduti online.

Quindi liberiamo l'aria e sistemiamo i fatti; 'E-commerce' o 'e-commerce'- qual è il termine giusto? È tempo di portare le variazioni fuori dall'armadio.

Bene, Google Trends suggerisce che il termine e-commerce è usato molto di più sul motore di ricerca.

Ma qualunque sia il modo in cui vuoi scriverlo, entrambi i termini sono precisi. La definizione è ancora valida.

L'avvio di un'attività di vendita al dettaglio online richiede di vincolare tutti i passaggi e le priorità in un progetto unico ma attentamente elaborato.

La maggior parte dei principianti spesso si lasciano andare dal presupposto che un piano aziendale di e-commerce ad alto rendimento deve solo avere queste basi:

  • Un canale di vendita reattivo
  • Elenchi di prodotti ben analizzati
  • Tecniche di marketing (collaborazione con influenze, rivenditori affiliati)
  • Un solido coinvolgimento del cliente

È abbastanza preciso. Il tuo modello di business dovrebbe acquisire tali attributi per incassare la fiducia dei clienti.

Ma questo da solo non è abbastanza.

Che dire di elaborare i pagamenti, battere la concorrenza e così via?

Inutile dire che ci sono più input di lavoro per far sì che il marchio del tuo negozio online abbia un'autorità conforme sul mercato.

E questo include:

  • Caccia di nicchia.
  • Strategie di vendita sociale
  • Utilizzo di dati approfonditi per prendere decisioni
  • Impostazione di margini di profitto competitivi
  • Lavorare con proiezioni di vendita realistiche

Prima di accontentarti avviare un'attività di e-commerce, ci sono alcuni dei passaggi chiave su cui fare prima ricerca.

In questa guida, insegneremo ai principianti come investire nel movimento e-commerce senza perdere il controllo.

Tipi di commercianti e-commerce

L'e-commerce esiste in così tante dimensioni.

ponte siti web di e-commerce sono classificati in base al tipo di prodotti o servizi che vendono ai clienti online.

La definizione del tipo di pubblico a cui desideri vendere i tuoi prodotti ti consente di adeguare il tuo piano aziendale di e-commerce al passo giusto.

L'ipotesi di base che la maggior parte dei principianti crede che i prodotti siano venduti solo ai consumatori. Questo non è necessariamente il caso.

Andiamo oltre le basi.

Imprese e-commerce: cosa vendono.

Per prosperare nell'e-commerce, devi vendere un prodotto, un servizio o entrambi. Quindi ecco una ripartizione dei commercianti in base a ciò che vendono online.

  • Quelli che vendono prodotti tangibili

Questi sono i venditori principali su Internet. Gestiscono negozi online in cui i prodotti sono elencati insieme a descrizioni, immagini e prezzi.

I prodotti spaziano da abbigliamento, decorazioni per la casa, elettronica, attrezzature per ufficio e così via. Ci sono così tante altre categorie e prodotti di nicchia fisica che vengono venduti su Internet.

Il venditore spedisce un prodotto ordinato una volta che l'acquirente ha effettuato un acquisto. Altre priorità an commerciante di ecommerce deve occuparsi di includere la gestione dell'inventario, le tasse, le spese di spedizione e molto altro.

  • Quelli che vendono prodotti / servizi digitali

È abbastanza preciso affermare che l'e-commerce è basato sull'infrastruttura digitale.

Rispetto ai beni fisici, i prodotti digitali sono molto più facili da creare e distribuire. Ma questo potrebbe farti pensare: che tipo di prodotti digitali posso vendere online?

Bene, i prodotti digitali più popolari includono:

  1. eBooks
  2. Software
  3. fotografia
  4. Tutorial video e audio
  5. Corsi on-line
  6. Contratti e modelli di criteri
  7. Casi di studio
  8. Libri di narrativa / saggistica
  9. Script

Cosa c'è che non va della vendita di prodotti digitali?

Puoi utilizzare i canali del carrello per automatizzare il processo di vendita e guadagnare un reddito passivo costante.

A differenza dei prodotti fisici, non è necessario un magazzino per conservare l'inventario. Ciò consente al commerciante di mantenere costi generali inferiori.

Si scopre che ci sono mercati assassini che aiutano i commercianti a vendere i loro prodotti digitali online. Puoi lavorare come libero professionista e vendere i tuoi servizi a mezzi come Upwork, Liberare, Fiverr e iWriter.

se vuoi scambiare le tue abilità online, puoi iniziare da Insegnabile. La piattaforma è progettata per consentire agli utenti di costruire corsi e venderli per un discreto pezzo di profitto. Anche Udemy usa lo stesso modello.

È necessario tenere conto dei fattori trainanti per impostare i prezzi. I preziosi segnali di prezzo da considerare includono; il tuo pubblico target, il mercato di nicchia, la concorrenza e il valore del prodotto.

Imprese di e-commerce: a chi vengono venduti i prodotti.

La maggior parte dei principianti sembra ignorare questa parte.

Al contrario, è formale classificare le parti coinvolte in una transazione di e-commerce.

Di seguito è riportato un elenco delle parti con cui le aziende di e-commerce effettuano transazioni:

B2C: L'acronimo sta per Business-to-Consumer. Come suggerisce il nome, questo si riferisce alle transazioni tra imprese e consumatori.

Il modello B2C è semplicemente il processo di vendita di prodotti e servizi direttamente al consumatore finale. All'epoca, B2C faceva riferimento agli acquisti nei negozi, alla vendita dei biglietti per i film e alle prelibatezze dei ristoranti.

Ma con l'ascesa dell'e-commerce, questa nozione oscura è scomparsa da tempo.

B2B: Questo significa Business-to-Business. Non ha bisogno di spiegazioni più profonde. Una transazione B2B avviene tra due aziende. Una società è di solito il venditore, mentre l'altra è il cliente.

Un conto commerciante PayPal, ad esempio, consente alle aziende di inviare fatture, ricevere pagamenti e pianificare i loro pagamenti ricorrenti.

Prodotti di Saas come Shopify, WooCommerce e altre soluzioni di carrello rientrano in questa categoria.

B2G: Business-to-Government è dove l'amministrazione storica di un paese stipula un contratto con un'azienda per la fornitura e la consegna di beni e servizi.

Un governo può praticamente acquistare software da un'azienda per eseguire le sue operazioni di routine come riscuotere multe e tasse.

G2B: Government-to-Business è l'esatto contrario della definizione sopra (B2G). Tali transazioni si verificano quando un ente privato fornisce servizi, acquista beni o paga commissioni come tasse al governo.

C2B: Consumer-to-Business è un modello in cui il consumatore finale realizza un prodotto o un servizio che viene poi venduto a un'entità aziendale.

L'approccio C2B è popolare su configurazioni come blog, social network e podcast. Tali prodotti sono venduti alle aziende in modo che possano aggiungere valore all'autorità del loro marchio.

C2C: Significa semplicemente Consumer-to-Consumer. E puoi provare a indovinare cosa comporta questa transazione.

Uno scenario di vita reale è quello in cui un individuo vende un prodotto usato a un altro su un mercato come eBay.

Ora che conosciamo vari modelli aperti ai principianti, è tempo di capire come far vivere e prosperare la tua attività di e-commerce sotto un'immensa concorrenza.

E per aiutarci a farlo, questi sono alcuni degli spunti da considerare nel tuo progetto di e-commerce:

Come avviare un'attività di e-commerce: Fase 1: fare una ricerca di e-commerce conclusiva

Non è necessario presentare una tesi per costruire la struttura aziendale.

Non è niente di troppo travolgente.

Ma, soprattutto, è fondamentale condurre ricerche commerciali approfondite. Questo deve essere certo del tipo di framework che desideri per la tua azienda.

Ci sono tutti i tipi di configurazioni pratiche da guardare.

Da quelli tradizionali come B2C (business-to-consumer), B2B (business-to-business), C2B (consumer-to-business), C2C (consumer to consumer), fino ai modelli all'avanguardia come drop shipping, abbonamento servizi, configurazioni Saas, etichette bianche e molto altro ancora.

Se diventa molto più semplice se riesci a identificare prima un modello di business adatto. Un tale approccio ti dà indicazioni su come andare in pareggio a un intervallo prossimo.

Effettuare un'analisi della concorrenza

Come parte del processo di pensiero, devi identificare chi sono i tuoi concorrenti. Dal momento che tutti hanno negozi online, è molto più semplice restringere le pagine dei prodotti, le categorie e il pubblico di destinazione.

I tuoi concorrenti sono parte integrante, nel senso che puoi utilizzare l'impostazione dei loro negozi online per valutare la barriera globale all'ingresso. Questo ti dà un approccio puntuale mentre ti accontenti di cosa vendere e come farlo meglio.

Una startup di piccole imprese richiede anche un certo livello di ispirazione da configurazioni già esistenti.

La ricerca ti consente di individuare i punti di vendita e le strategie che funzionano per i tuoi concorrenti. Di conseguenza, sei in grado di identificare questi segnali:

  • La formula dei prezzi che sembra funzionare meglio per i tuoi concorrenti
  • I loro negozi si classificano organicamente o investono in campagne pubblicitarie?
  • Quali sono i loro prodotti più venduti?
  • Quanto sono reattive le pagine dei loro prodotti?

Alla fine di condurre un'analisi della concorrenza, puoi misurare realisticamente la tua proiezione di crescita. Questa è una strategia unica per aiutarti a essere un po 'frugale e non investire pesantemente in cose meno efficaci all'inizio.

Identifica un prodotto di nicchia da vendere

Questa parte tende ad essere più una fase di prova ed errore per i principianti. Li affronta anche con una serie di sfide imminenti. Ma non vuoi perdere così tanto tempo a provare prodotti a basso prezzo.

Per ridurre il rischio di sprecare tempo e risorse, questa sezione copre tutte le aree e le tecniche per aiutarti a trovare i prodotti da vendere.

Quindi esploriamo ulteriormente per scoprirlo.

Vendita di prodotti dropshipping

Il dropshipping è piuttosto popolare grazie alle sue spese generali incredibilmente basse. Viene inoltre presentato un limite inferiore all'ingresso se lo confrontiamo con altri modelli di business.

Il drop shipper non deve contenere alcun inventario. Al contrario, il fornitore spedisce il prodotto una volta che il cliente ha effettuato un ordine dal proprio negozio online.

E 'così semplice.

E la parte migliore è che c'è un intero flusso di nicchie tra cui scegliere. I proprietari dei negozi di e-commerce possono rilasciare prodotti provenienti da fornitori presenti in mercati come;

  1. AliExpress
  2. Spocket
  3. SaleHoo (rivedere)
  4. Doba (leggi recensione)
  5. 2B all'ingrosso
  6. MegaGoods
  7. Wholesale Central

Abbiamo ulteriori informazioni per collegarti con le tecniche di dropshipping fino al minuto:

I mercati sopra elencati sono solo alcuni dei siti richiesti in cui i venditori acquistano i loro prodotti dropshipping. Daremo a questa parte un riassunto conclusivo più avanti in questa guida.

Per gli spedizionieri che desiderano vendere prodotti utilizzando Shopify come piattaforma di e-commerce a lungo termine, il Oberlo app è un mercato digitale che vale la pena provare. Questa estensione potrebbe servire molto meglio le tue esigenze di caccia dei prodotti, specialmente se desideri procurarti prodotti dai fornitori di AliExpress.

Di seguito è riportato un elenco di informazioni supplementari di risorse che vanno d'accordo con la ricerca di prodotti di nicchia da vendere:

Per assicurarti di non aggrapparti a una nicchia straordinariamente satura, potresti voler aggiungere questi puntatori alla tua lista di controllo:

Risolvi un problema del consumatore

Risolvere un problema esistente è la chiave per creare la propria base di clienti. Ci sono tonnellate di idee di prodotti là fuori. Ma replicare prodotti affollati nel tuo negozio online non è affatto vicino all'essere pratico.

Tuttavia, d'altra parte, è necessario ribadire che il prodotto si trova su basi competitive. In caso contrario, questo è un indicatore del fatto che il prodotto non ha un mercato stabile.

Una volta che si tenta di risolvere un problema attraverso un prodotto, ciò crea una connessione costante con i clienti.

Costruisci una persona unica

È piuttosto significativo riconoscere gli attributi dei prodotti a cui i clienti possono fare riferimento. Funziona in modo ampio per aiutare il tuo pubblico di riferimento a identificare ciò di cui tratta il tuo marchio.

In altre parole, il nome del marchio deve fornire una rappresentazione saliente di ciò che il tuo negozio rappresenta nel mercato.

Se si tratta di un prodotto fisico, devi identificare il tipo di pubblico che probabilmente mostrerà un interesse unico.

Devi ancora considerare l'effetto a catena che i clienti abituali avranno probabilmente sulle tue entrate stimate.

Banca sulle tendenze in rapido movimento

I tempi stanno cambiando. E così sono le tendenze dei consumatori.

I marchi sono sempre spinti dalla domanda di introdurre nuovi concetti sul mercato. Se un nuovo prodotto si dimostra fattibile, è importante valutare la sua curva di domanda il prima possibile.

Questo aiuta l'imprenditore e-commerce a impostare una formula di prezzi praticabile e conoscere l'esatta demografia su cui concentrarsi. Le tendenze spesso soddisfano di gran lunga un'esigenza del consumatore.

Sul lato oscuro, la domanda di alcuni prodotti potrebbe dominare sul mercato per un po '. Nonostante ciò, anche la costruzione della domanda dei consumatori di prodotti di tendenza non è un peso.

All'incirca, tutti i canali di vendita sono dotati di strumenti SEO per aiutarti ad aumentare un flusso di strategie di marketing. In effetti, si arriva a creare traffico che converte trattenere a lungo la domanda.

Come avviare un'attività di e-commerce: passaggio 2- Costruire il marchio del tuo business di e-commerce

I negozi di mattoni e malta hanno un marchio riconosciuto dagli acquirenti. Lo stesso vale per le aziende di e-commerce.

La persona del tuo marchio, in questo contesto, conta davvero.

Deve connettersi logicamente con il mercato di riferimento. Non c'è dubbio che la maggior parte dei venditori online gestisce attività sostenibili grazie alla costruzione di un marchio unico in un mercato di nicchia.

Il tuo piano aziendale dovrebbe catturare in prima persona questo obiettivo. Quindi, prima di iniziare a configurare il tuo negozio online, questi sono i passaggi di base che devi mirare a:

Registrazione delle imprese

Dal punto di vista legale, il tuo commercio elettronico deve essere conforme a tutte le leggi applicabili.

La maggior parte dei principianti trova questa parte un po 'spaventosa. Se vuoi solo un negozio online di base per vendere alcuni prodotti di stampa su richiesta, c'è molto poco da te richiesto.

Tuttavia, non possiamo lasciare incustodita questa parte. A seconda della giurisdizione, potrebbe essere necessario fornire chiarimenti su ciò che le leggi sul copyright impongono, le aliquote fiscali, l'incorporamento della propria attività e così via.

L'effetto a catena di non essere conforme alle leggi è insopportabile. Rischi di pagare multe o di chiudere indefinitamente il tuo negozio.

Ottieni un numero di identificazione del datore di lavoro

Un numero di identificazione del datore di lavoro (EIN) è principalmente necessario per motivi fiscali. Dal momento che un negozio ecommerce capita di generare entrate come altre entità aziendali, il proprietario deve presentare le tasse.

Questo numero univoco viene utilizzato per identificare le informazioni personali del contribuente e lo stato in cui l'azienda è registrata.

Dovrai utilizzare il tuo EIN durante l'apertura di un conto bancario per la tua attività di e-commerce e la futura presentazione di documenti cartacei.

Scegli il nome del tuo negozio di e-commerce

L'indice di redditività delle transazioni della tua attività futura si basa saldamente sul nome del tuo negozio. Deve essere accattivante e integrare l'autorità del tuo marchio in un mercato.

Ma se questo sembra una scienza missilistica, ci sono strumenti automatizzati progettati per aiutarti a trovare un nome adatto.

Questi generatori di nomi eseguono una ricerca di tutti gli argomenti, le parole chiave e i modificatori correlati nell'area di nicchia. Alla fine, ti danno suggerimenti per nomi di attività creative che puoi utilizzare nella tua attività.

Alcuni di questi strumenti includono:

  1. Shopifygeneratore di nomi commerciali
  2. Generatore di nomi commerciali di Oberlo
  3. Namelix
  4. Wordoid
  5. Nome della stazione

Devi scegliere un nome che si adatti perfettamente alla tua nicchia. Ma se hai già capito quale sarà il nome dell'azienda, il prossimo passo è concentrarti sul servizio di hosting del nome di dominio del tuo negozio.

Esistono costruttori di negozi online completamente ospitati. In effetti, molti di loro lo sono. UN Shopify Tornare al suo account, ad esempio, ha servizi di hosting integrati.

Ha una capacità sufficiente per contenere i caricamenti dei prodotti del tuo negozio e viene fornito con larghezza di banda illimitata.

Crea un logo

Non appena hai finito di registrare il tuo nome di dominio, devi creare un logo che sia in una classe da solo.

Deve essere distintivo. Non hai bisogno di alcuna esperienza di design per creare il logo del tuo negozio di e-commerce.

Per qualificarti per il Shopify utenti, c'è un'app che ti aiuta con tutti i design grafici. È chiamato Hatchful. Questo strumento ha centinaia di modelli reattivi e costruiti professionalmente con cui lavorare.

È gratuito e può adattarsi a ogni tipo di personalizzazione per adattarsi al tuo marchio di e-commerce.

Il suo elenco di disegni logo funziona meglio per settori come cibo, bellezza, decorazioni per la casa, salute, abbigliamento, sport, mobili, viaggi e molto altro ancora.

Altri creatori di logo facili da usare che ti aiutano ad affrontare la concorrenza includono:

  1. canva
  2. Logojoy
  3. GraphicSprings Creatore di logo
  4. Logoshi

In sostanza, il tuo logo dovrebbe essere semplice e facile da riconoscere casualmente dal mercato target.

Come avviare un'attività di e-commerce: passaggio 3: creare un negozio online

Il numero di opzioni disponibili dovrebbe darti una finestra aperta per valutare le vincite e gli svantaggi di ciascuna piattaforma di vendita.

Tieni presente il fatto che qualsiasi progetto che desideri seguire deve essere mobile responsive. Molti acquirenti sembrano fare acquisti comodamente dai loro telefoni cellulari.

Secondo recenti infografiche, i numeri indicano che 82% degli utenti Internet solo negli Stati Uniti hanno utilizzato i loro dispositivi mobili per effettuare acquisti online.

Pertanto, per quanto riguarda l'ottimizzazione del sito Web, è necessario creare un negozio che sia ottimizzato per dispositivi mobili per effettuare più visite e conversioni.

E con il numero crescente di piattaforme di carrello per e-commerce, è difficile scegliere la soluzione più compatibile.

A questo punto, ci sono una serie di fattori che è necessario valutare in modo conciso e decisivo.

Ed ecco un breve disclaimer:

Questo non è un momento per garantire alcun particolare piattaforma di e-commerce.

Piuttosto, ti consigliamo di stabilire prima le tue esigenze urgenti in ordine di priorità. Esistono due mezzi richiesti per avviare un'attività di e-commerce.

Puoi scegliere di vendere i tuoi prodotti utilizzando i costruttori di negozi come Shopify, WooCommerce, BigCommerce, 3dcart, Squarespace, o magnete.

Per ulteriori informazioni su questi canali di vendita, puoi consultare le recensioni seguenti:

L'alternativa a questo è fare elenchi di prodotti su mercati come Amazon, Etsy e eBay.

Elencare i tuoi prodotti su piattaforme di e-commerce di terze parti

Quando si sceglie un canale di vendita, questi sono alcuni dei fattori principali da considerare:

  • Qual è la velocità di caricamento della pagina? Valuta il tempo di attività.
  • Il mercato della piattaforma ha temi di nicchia?
  • Integrazioni con i principali gateway di pagamento (PayPal, Square, Stripe, Skrill)
  • Come sono le funzionalità SEO?
  • La soluzione è adatta ai principianti?
  • Ci sono app sul suo mercato che fanno progressi per le personalizzazioni?

Devi raccogliere tutti questi punti di controllo insieme e cercare recensioni oneste su ciascuno di essi piattaforma di e-commerce. Questo non dovrebbe richiedere molto tempo ed energie.

Funzionalità da guardare in un canale di vendita di terze parti

Per concentrarsi su tutte le strategie incentrate sull'aumento delle entrate, questi sono alcuni degli strumenti che dovresti cercare in una piattaforma di vendita e-commerce:

Costruttore di negozi

Lo storefront deve essere mobile responsive ed essere aperto alle personalizzazioni. Vendere canali come WooCommerce e Shopify dominare la maggior parte dei temi professionali.

Un mercato come ThemeForest ospita numerosi temi di e-commerce WordPress che conferiscono al tuo negozio WooCommerce un aspetto sorprendente.

Puoi apportare modifiche per allineare un modello al tuo marchio tramite le impostazioni integrate nella dashboard della tua vetrina.

Durante la ricerca di un canale di vendita, è avvincente osservare la facilità di modifica del back-end.

Se puoi avere accesso completo all'HTML e al CSS del tuo negozio, ad esempio, è così facile lavorare con un esperto.

Shopify ti offre una piattaforma per procurarti professionisti rinomati per aiutarti a costruire la tua attività. Proprio dal Shopify Sito di esperti, puoi collaborare con i guru per aiutarti ad avviare queste attività con facilità:

  1. Costruzione e riprogettazione del negozio
  2. Logo e marchio visivo
  3. Importazioni di prodotti sfusi (descrizioni dei prodotti, immagini, meta tag)
  4. Configurazioni di dominio personalizzate
  5. Impostazione dei canali di vendita social
  6. Configurazione di Google Analytics
  7. Integrazione dell'app
  8. Codice personalizzato

The Comunità di WordPress è allo stesso modo un hub per sviluppatori con competenze esperte che ti aiutano a costruire la tua attività di e-commerce da zero.

Come strategia di marketing per fare in modo che il tuo negozio aumenti il ​​suo fascino sul mercato, puoi utilizzare un blog pieno di funzionalità con WordPress.

Come sappiamo, WordPress ha la sua giusta quota di dominio nello spazio dei blog. Poiché WooCommerce viene eseguito come estensione, è più semplice creare un pubblico direttamente da un singolo endpoint.

Altri costruttori di negozi come Shopify, BigCommerce, Volusion, PrestaShop e Weebly ti offrono anche funzionalità per aiutarti a gestire un blog.

Ottimizzazione del carrello

Non puoi farla finita con questa parte.

È la funzione più pertinente che ti aiuta ad accumulare più vendite e conversioni più elevate.

È stato dimostrato che il tipico tasso di abbandono del carrello è praticamente ovunque 69.57% in media. Quel numero è alle stelle a causa di un paio di azioni che potrebbero accadere nel tuo negozio online.

Come principiante, non vuoi andare in questa direzione. Nella maggior parte dei casi, l'abbandono della carta è il risultato di:

  • Commissioni nascoste elevate (tariffe di spedizione, tasse)
  • Il processo di pagamento eccessivamente complicato
  • I clienti non si fidano del tuo negozio con i dati della loro carta di credito
  • Il tuo negozio ha una brutta storia di tempi di spedizione più lunghi
  • Vecchie politiche di rimpatrio

La maggior parte di questi problemi può essere risolta apportando modifiche al processo di pagamento. Nel tuo progetto, devi valutare se un costruttore di negozi viene fornito con un certificato SSL.

In altri termini, il tuo business online deve essere un rifugio sicuro per tutti i tuoi clienti.

Le informazioni di pagamento dei clienti devono essere crittografate e lontane dalle violazioni della sicurezza. O per dirla semplicemente, le loro credenziali della carta di credito devono essere protette.

Per accettare pagamenti, devi cercare un canale che funzioni con i principali chip di carte come Visa, Mastercard, American Express e Discover.

Per i pagamenti internazionali, è molto più facile e più pratico andare con i gateway di pagamento come PayPal o Stripe.

A Conto commerciante PayPal diventa una soluzione credibile per proteggere i venditori in situazioni in cui gli acquirenti chiedono storni di addebito o storni.

Nello stesso contesto, gli acquirenti sembrano fidarsi di questo gateway di pagamento durante gli acquisti online. Il politica di protezione dell'acquirente copre le richieste di rimborso ammissibili presentate dai clienti online.

Ciò suggerisce che la gestione del tuo negozio su una piattaforma che si integra con i principali servizi di account commerciante è essenziale soprattutto per un'economia senza contanti come il settore dell'e-commerce.

Altri gateway di pagamento 'buzzword' da provare nella tua attività di e-commerce sono Skrill, 2Checkout e Authorize.net.

Informazioni aggiuntive:

Shopify, per essere particolare, si integra con oltre 100 gateway di pagamento in tutto il mondo. I proprietari di attività commerciali possono anche eseguire transazioni tramite Shopify Pagamenti che sembrano un bypass più semplice per i principianti.

Con Shopify Pagamenti, non è necessario connettere il tuo negozio a servizi di account commerciante di terze parti.

Per impostare le tariffe di spedizione che conoscono la maggior parte dei tuoi potenziali clienti, assicurati che la pagina di pagamento del tuo negozio ti permetta di lavorare con diverse formule di prezzo.

I costi di spedizione vengono spesso valutati in base a prezzi fissi, prezzi basati sulla posizione o tariffe basate sul peso.

Queste opzioni sono comuni sulla maggior parte dei canali di vendita. Quindi non dovrai affrontare così tanti problemi mentre lo capisci.

Costruttori di negozi mainstream come, WooCommerce, BigCommerce, Squarespace e Shopify avere database aperti per aiutare gli utenti a ordinare eventuali costi iniziali sugli acquisti e calcolare automaticamente le tasse.

Ecco un breve suggerimento sulle tasse:

Saresti un passo avanti se automatizzi il tuo processo di imposizione fiscale. Tutti i paesi e gli stati hanno tasse di vendita diverse. Per non parlare delle diverse lingue nelle regioni in cui risiedono i tuoi clienti.

La linea di fondo è che devi lavorare con un canale di vendita la cui pagina di pagamento è completamente automatizzata. È quindi così facile essere conformi alle linee guida sull'imposta sulle vendite da diverse località.

mobile App

La maggior parte di queste soluzioni di e-commerce sono basate su cloud. Ciò significa che il proprietario dell'azienda può lavorare con aggiornamenti in tempo reale delle transazioni e di tutte le visite al proprio negozio online.

Un'app mobile è in sostanza uno strumento per aiutarti a monitorare tutti i dati operativi. Pertanto, puoi prendere decisioni approfondite in base alle tendenze che si verificano nella tua attività ovunque tu sia.

La maggior parte delle priorità quotidiane ruota spesso intorno all'evasione dell'ordine, all'invio di notifiche di spedizione e all'accettazione di pagamenti.

Un'app mobile intuitiva è quella progettata per aiutare il proprietario del negozio di e-commerce a completare queste azioni:

  • Sincronizza tutti gli ordini, i prodotti, l'inventario e le informazioni dei clienti con il negozio online
  • Elabora gli ordini in pochi clic
  • Visualizza a colpo d'occhio tutti i rapporti sulle conversioni
  • Carica le immagini dei prodotti e imposta i loro prezzi
  • Acquista e stampa etichette di spedizione
  • Emettere rimborsi
  • Guarda il traffico dei visitatori in tempo reale

Durante il monitoraggio del sito Web di e-commerce, è necessario anticipare i KPI di alto livello. Un'app mobile ti consente di gestire il tuo negozio online ovunque ti trovi.

Caricamento del prodotto e formula di gestione dell'inventario

Il tuo sito di e-commerce richiede un'elegante strategia di gestione dell'inventario. Tenere traccia dei conteggi delle azioni dovrebbe essere una priorità di livello superiore.

Mentre ci sei, vuoi assicurarti che il processo ti dia spazio per il tuo business e-commerce.

Ciò significa sostanzialmente che è necessaria l'automazione in tempo reale su tutti gli aggiornamenti a livello di magazzino. L'esecuzione manuale del conteggio dell'inventario e l'esecuzione degli ordini manualmente possono rivelarsi un compito schiacciante.

Ti impedisce di ridimensionare e vendere prodotti ad altri mezzi di e-commerce come Amazon, eBay or Alibaba o Aliexpress.

Ho provato Shopify e WooCommerce per vedere come funziona il loro database di gestione dei prodotti.

Entrambi questi costruttori di negozi hanno funzioni automatizzate che ti aiutano a smettere di vendere articoli ogni volta che il tuo inventario è esaurito.

Questa è una tecnica di risoluzione dei problemi per aiutarti a evitare di vendere in eccesso e prevedere la domanda futura dei tuoi prodotti utilizzando le tendenze di vendita precedenti.

Ma se stai effettuando il dropshipping dei tuoi prodotti, devi preoccuparti di meno per esaurire l'inventario poiché non ne hai bisogno a portata di mano.

Solo per divagare:

Se vuoi fare un sacco di profitto su un prodotto di nicchia senza sprofondare denaro in qualsiasi inventario, allora è meglio provare a rinunciare.

Non è necessario uno stock minimo sostenibile per stare al passo con la domanda dei consumatori.

Dopotutto, la maggior parte delle piattaforme di e-commerce non ti limita il numero di prodotti che desideri vendere nel tuo negozio online.

Supporto clienti

Nel caso in cui ti imbatti in qualsiasi tipo di ostacolo, dovresti chiedere assistenza al team di supporto della tua piattaforma.

Non c'è nulla di confuso nella revisione del servizio di supporto di un canale.

Prima di tutto, vuoi verificare se esiste un team di supporto dedicato disponibile 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX. Un team a cui è possibile accedere via e-mail, chat e telefono.

Un forum della comunità sarebbe anche un puntatore sufficiente da guardare. WordPress ha un fantastico forum di supporto che è diversificato in tutti gli aspetti della gestione di un business e-commerce.

Ci sono discussioni infinite da parte di esperti con competenze all-inclusive per aiutarti a avviare la tua attività con l'estensione WooCommerce.

Come accennato in precedenza, il Shopify Il forum di esperti è anche una piattaforma approvata in cui i principianti possono ottenere pieno supporto.

Elencare i tuoi prodotti sui mercati

Se devi ridimensionare la tua attività di e-commerce al prossimo livello preferito, vendere su un mercato è apparentemente un'opzione di successo da considerare.

I venditori online utilizzano il modello di elenco dei prodotti per aumentare le vendite al dettaglio. In sostanza, un marketplace consente ai rivenditori di caricare prodotti di diversi fornitori e di pagare una piccola parte per vendita.

I principali mercati nel settore dell'e-commerce sono Amazon, eBay, Walmart, AliExpress, Etsy e Google Express.

Vendere su un rivenditore di successo come Amazon è la chiave per gettare le basi per una base di clienti più ampia.

Questi mercati registrano quasi 500 milioni di visitatori attivi ogni mese. Mentre il pubblico continua a crescere, aumenta anche il livello di tecnologia utilizzata nell'intero processo logistico.

E possiamo prendere il FBA di Amazon come nel nostro caso.

La società ha diversi magazzini per aiutare i commercianti di e-commerce a far crescere le loro attività in modo esponenziale.

Adempimento da parte di Amazon è il metodo più semplice che i venditori online possono utilizzare per raggiungere i propri clienti molto più rapidamente.

Per dirla semplicemente, questo modello consente ai venditori di automatizzare il processo di adempimento, nel senso che Amazon preleva, imballa e spedisce tutti gli ordini per tuo conto.

Un altro fattore da considerare è il suo servizio clienti affidabile che ha una capacità scalabile per gestire i resi dei clienti.

Oltre alla creazione di un account venditore, un investitore e-commerce può in alternativa integrare il proprio canale di vendita con un mercato.

The Shopify-Integrazione Amazon, ad esempio, è una tabella di marcia per la visibilità globale del marchio.

La creazione di elenchi di prodotti direttamente dalla dashboard del tuo negozio online è una procedura semplice e dettagliata.

Tutto ciò che serve è un Account centrale venditore Amazon. Ciò consente ai rivenditori online di sincronizzare i dettagli del prodotto, tenere traccia dell'inventario, soddisfare i prodotti direttamente dal canale di terze parti e così via.

Come avviare un'attività di e-commerce: Fase 4: ottimizzare il tuo negozio di e-commerce per un migliore posizionamento nelle SERP

L'ottimizzazione dei motori di ricerca è fondamentalmente una strategia organica per aiutarti a far crescere la tua attività senza dover impostare un budget enorme su di essa.

Se tieni un modo così efficace per accelerare il tuo traffico, assicurati che alla fine otterrai un ROI decente.

La maggior parte dei principianti trascura sempre la necessità di ottimizzare i propri siti Web di e-commerce.

Ciò che potrebbe essere impreciso per i principianti è il fatto che una volta risolte eventuali perdite nelle canalizzazioni di conversione e il tuo negozio si classifica sul motore di ricerca, non è più necessario impostare un budget per le spese ricorrenti come nel caso degli annunci a pagamento.

Il traffico ad alta conversione comporta principalmente la ricerca di parole chiave. E ci sono strumenti per quello.

Strumenti di ricerca come Ahrefs, Pianificatore di parole chiave di Google e Moz darti spunti su parole chiave non sfruttate che hanno una bassa concorrenza.

Dall'altro lato del muro, devi cercare le parole chiave che i tuoi clienti stanno cercando su Google.

Questo ti aiuterà immensamente mentre metti in ordine il tuo SEO On-Page. Ciò include l'ottimizzazione di meta tag, frammenti e contenuti.

Mentre le persone effettuano spesso ricerche su Amazon con l'intenzione di effettuare un acquisto, è possibile verificare la presenza di suggerimenti di parole chiave utilizzando il Strumento per le parole chiave di Amazon. Ciò potrebbe aiutare il tuo negozio a posizionarsi meglio.

Puoi anche trovare parole chiave adatte spiando i tuoi concorrenti controllando le loro categorie e pagine dei prodotti.

Per far sembrare la SEO un approccio logico, dovrai dedicare un po 'più di tempo al marketing dei contenuti.

In effetti, ciò creerà un sacco di opportunità per la creazione di collegamenti e la canalizzazione dell'autorità dal contenuto alle pagine dei prodotti del tuo negozio.

Semplice, no?

È abbastanza facile superare i tuoi concorrenti. Tutto ciò che serve è la conoscenza di base per dare il via alle tue priorità SEO.

Asporto veloce:

Come avviare un negozio online - 11 Step Guide

I migliori strumenti SEO per l'e-commerce: SemRush vs. Ahrefs vs. SpyFu vs. Majestic vs. Moz.

Come avviare un'attività di e-commerce: Fase 5: trova i fornitori giusti per i tuoi prodotti

In precedenza, abbiamo parlato di più sulla caccia di nicchia e un paio di suggerimenti per accelerare l'intero processo.

Lavorare con il giusto team di fornitori è l'unico modo per assicurarsi che la tua base di clienti non sia frustrata.

È necessario mantenere la domanda che scorre e mantenere il gameplan di fidelizzazione dei clienti.

Sia che tu stia cercando di spedire prodotti o vendere le tue cose di marca online, potresti aver bisogno di fare una figura nei fornitori ad un certo punto.

Sebbene ciò dipenda dal prodotto di nicchia che desideri elencare nel tuo negozio, è importante trovare fornitori all'ingrosso.

E così facendo, il venditore online arriva al massimo sui margini di profitto.

L'avvento dei mercati offre ai commercianti di e-commerce un momento facile nella scelta dei fornitori più affidabili e affidabili.

Fornitori per prodotti dropshipping

La maggior parte dei principianti che desiderano avventurarsi nel settore dell'e-commerce spesso optano per il modello di drop shipping a causa dei suoi bassi costi di avvio e di una fragile barriera all'ingresso.

Quindi è importante per noi definire esattamente dove è possibile iniziare a cercare fornitori. Per Shopify utenti, consigliamo vivamente il Mercato di Oberlo per una serie di motivi interessanti.

E per ottenere un riepilogo di cosa si tratta, dobbiamo andare direttamente al suo modo di operare.

The Mercato di Oberlo - Veloce panoramica

Oberlo è principalmente un'estensione che funziona meglio su Shopify.

Viene utilizzato principalmente per importare prodotti da AliExpress. Il processo richiede solo pochi minuti. Su AliExpress, puoi trovare tonnellate di prodotti di nicchia da vendere sul tuo negozio online.

Poiché non è necessario alcun inventario per iniziare il dropshipping, possiamo facilmente affermare che Oberlo aiuta a ridurre significativamente il rischio. Questa soluzione non si limita solo al tuo canale di vendita.

Puoi anche procurarti i prodotti da questo fine ed elencarli sulle piattaforme di social media del tuo negozio.

Oberlo è l'idea pratica di saltare nel modello di business dropshipping senza alcuno sforzo. La cosa migliore è che gli utenti ottengono aggiornamenti sui prodotti più venduti.

È un percorso molto più semplice per un principiante poiché questo marketplace consente agli utenti di importare dettagli del prodotto come immagini, descrizioni e prezzi con un clic di un pulsante.

Puoi modificare questi dati direttamente dal tuo Shopify dashboard del negozio per adattare le schede dei prodotti alla persona del tuo marchio.

Qualunque sia la regola dei prezzi con cui vuoi lavorare, nella tua attività di dropshipping, Oberlo ti consente di acquisire adeguamenti dei prezzi nell'inventario del tuo negozio.

Quindi questo ti dà la libertà di impostare un markup sul prezzo all'ingrosso che ottieni dal tuo fornitore. Speriamo che presto, Oberlo supporterà anche altre piattaforme di e-commerce Shopify.

Per favore, non perdete di dare un'occhiata al nostro Recensione Oberlo.

Spocket mercato dropshipping

Se prevedi di configurare il tuo negozio su WooCommerce, allora Spocket è forse la migliore spina per i fornitori di dropshipping negli Stati Uniti e nell'UE. Anche l'app dropshipping si integra con Shopify.

Puoi ordinare campioni da questa soluzione gratuita per testare la qualità e il processo di consegna. Se la maggior parte dei tuoi clienti ha sede in Europa, assicurati che la tua azienda rimarrà in tempi di spedizione più rapidi.

Spocket è una soluzione apparentemente per i principianti che non vogliono avere nulla a che fare con i costi iniziali. Puoi estendere l'identità del tuo marchio alla tua base di clienti utilizzando la sua dashboard mobile che ti consente anche di modificare i documenti di trasporto e le ricevute.

La parte migliore che Spocket offre sconti sui suoi prodotti di alta qualità e lascia spazio a trattative per acquisti ad alto volume.

Ecco un esauriente Spocket Verifica.

AliDropship

AliDropship è il plug-in più produttivo per i commercianti di e-commerce che desiderano abbandonare i prodotti delle navi da AliExpress.

La sua interfaccia è stata progettata per gli utenti di WooCommerce.

Bastano pochi secondi per importare i prodotti e le loro descrizioni nel tuo negozio dropshipping WooCommerce.

Ciò consente di risparmiare un sacco di tempo e risorse durante l'invio di ordini ai fornitori di AliExpress.

Oltre alla funzione di automazione degli ordini, AliDropship aggiorna automaticamente tutti i dati più recenti di AliExpress che includono prezzi e opzioni di spedizione.

Quindi non è necessario eseguire alcuna modifica manuale sui caricamenti dei prodotti.

Per un aggiornamento conclusivo su questa app di spedizione drop, controlla il Recensione AliDropship.

Come iniziare un'attività di e-commerce: passaggio 6: promuovere i tuoi prodotti online

Configurare il tuo negozio online e renderlo attivo non è sufficiente.

Il tuo marchio deve attirare l'attenzione scintillante del pubblico target complessivo.

Per iniziare, ci sono un paio di elementi essenziali di marketing utilizzabili per aiutarti a sfornare più vendite. Il marketing digitale per le imprese di e-commerce riguarda l'aumento del traffico e delle conversioni.

Le tattiche promozionali dovrebbero essere ben allineate con le tue idee di business e avere una capacità di fidelizzazione dei clienti.

Questi sono alcuni dei metodi comprovati per commercializzare i tuoi prodotti per un numero maggiore di vendite online:

Integrazione con Instagram

Vendere prodotti su Instagram è molto più semplice.

Per non parlare dei suoi oltre 800 milioni di utenti attivi. I post shoppable di Instagram si uniscono come una funzionalità continua per coinvolgere il marchio del tuo negozio con i consumatori.

Puoi indirizzare il traffico da Instagram utilizzando post e storie che mostrano i tuoi prodotti ai potenziali acquirenti.

Un'integrazione consente ai clienti di avere un'esperienza di pagamento senza intoppi durante l'acquisto. Puoi elevare l'autorità del tuo marchio lavorando con le influenze di Instagram.

La stessa azione ti dà la possibilità di sincronizzare l'inventario su tutti i mezzi di vendita; il tuo negozio online, i social media e altri mercati come Amazon o eBay.

Informazioni extra:

Gestisci i carrelli abbandonati

Perché dovresti perdere le vendite per l'abbandono del carrello?

Il fatto amaro è che potresti doverne fare i conti all'inizio. Ma non è mai troppo tardi per aggiustare le estremità sciolte.

A parte gli apparenti motivi per cui gli acquirenti lasciano la pagina di pagamento, gli acquirenti tendono ad essere repulsivi dove non ci sono incentivi a cui aggrapparsi.

Per contrastare l'abbandono del carrello, puoi coinvolgere nuovamente i tuoi clienti attraverso sconti, programmi fedeltà e offerte di spedizione gratuite su tutti gli acquisti.

Se non sai come costruire un programma fedeltà, basta leggi questa guida per capire come integrare al meglio un sistema di premi nella tua attività di e-commerce.

Da un punto di vista tecnico, vuoi assicurarti che il processo di pagamento sia rapido e che i clienti ricevano assistenza dal vivo su tutto ciò che è mal definito.

Vale anche la pena impostare una campagna di recupero e-mail che funga da promemoria per tutti i tuoi visitatori.

Upsell e prodotti cross-sell

Questi due termini tendono a confondere la maggior parte dei principianti.

Non è un segreto che l'upselling è un approccio che funziona beato per i venditori online che elencano prodotti su Amazon.

La tecnica di vendita viene utilizzata per convincere un cliente ad acquistare un prodotto di valore superiore o pacchetto premium per l'acquisto iniziale

Con il cross-selling, puoi consigliare un prodotto correlato all'articolo originale che un cliente intende acquistare. Il prodotto deve corrispondere realisticamente a ciò di cui il cliente ha bisogno.

Crea campagne e-mail

L'email marketing è un modo semplice, efficace ed economico per generare entrate dalla tua attività di e-commerce.

Ogni singolo giorno, i tuoi abbonati ricevono un elenco e-mail pieno di spazzatura promozionale.

Una campagna di posta elettronica funzionale deve essere abbastanza accattivante da rendere il tuo pubblico in considerazione di aprire e leggere il contenuto. Inoltre, vuoi farli fare clic sull'invito all'azione.

La campagna e-mail del tuo negozio deve essere grafica e catturare il contesto in parole semplici e di facile comprensione.

Dovrai anche lavorare sull'aspetto dell'ottimizzazione del dispositivo mobile mentre crei le tue campagne e-mail.

In tutti gli aspetti pratici, è necessario disporre di un layout reattivo. Questo aiuta il proprietario del negozio a condividere i contenuti pertinenti con gli utenti mobili.

Puoi intrufolarti in codici promozionali e regali nelle e-mail di benvenuto per spingere i lettori a effettuare un acquisto.

E, soprattutto, l'email marketing è una strategia eccezionale per introdurre inviti all'azione nei tuoi contenuti.

Per appendere la giusta soluzione per la campagna e-mail, ecco una guida che vale la pena leggere:

Crea un negozio Facebook

Facebook ha un ampio mercato per le aziende di e-commerce che desiderano elencare il loro inventario attraverso la sua piattaforma di visual merchandising.

Esistono due modi in cui gli utenti possono vendere i loro prodotti su Facebook:

Innanzitutto, puoi creare un negozio online direttamente da Facebook, elencare i tuoi prodotti, integrarlo con i gateway di pagamento e impostare tutte le opzioni di pagamento per ottimizzare l'esperienza di acquisto.

In secondo luogo, che sembra una via d'uscita più semplice, è creare un negozio online utilizzando un costruttore di siti Web di e-commerce.

E una volta effettuato l'accesso nella dashboard, è possibile connettersi alla pagina dello store di Facebook ed elencare automaticamente i prodotti.

Facebook lavora con partner di quotazione come BigCommerce, ChannelAdvisor, CommerceHub, Feedonomics, Quipt, ShipStation, Shopify, Zentail e altro ancora.

Coinvolgimento della chat dal vivo

Uno strumento di chat dal vivo consente al proprietario del negozio di rispondere prontamente alle richieste dei clienti.

Vale la pena notare che l'assistenza clienti dal vivo alimenta le tue vendite perché puoi letteralmente guidare un cliente che è bloccato alla cassa.

Per creare un efficace spazio di coinvolgimento del cliente, il proprietario del negozio deve fornire ai clienti assistenza rapida ogni volta che ne hanno bisogno.

Ciò aumenta la credibilità del tuo negozio, ma su larga scala, riduce il tasso di abbandono del carrello.

Zendesk e Chat dal vivo sono soluzioni top-notch per i negozi e-commerce. Infatti, 30% di clienti si aspettano un business online per avere il supporto live chat.

Inizia un blog

Non solo hai bisogno di una pagina di blog sul tuo negozio, ma anche di redigere contenuti ricchi di SEO per posizionarti regolarmente su Google.

Quasi ogni costruttore di siti Web di e-commerce è dotato di una sezione di blog integrata per aiutarti con il marketing dei contenuti.

La maggior parte delle aziende B2B trovano interessante per commercializzare i loro marchi attraverso contenuti.

C'è così tanto traffico e conduce a Garner Da un blog. Se queste metriche passano attraverso le canalizzazioni giuste, le probabilità sono alte, sono destinate a cedere alle vendite.

Bloggare è una strategia di marketing che tutti i tipi di aziende e-commerce possono utilizzare per impegnare i loro clienti.

I prodotti che si possono vendere sul tuo blog non sono limitati agli elementi tangibili. Finché si dispone di un account commerciante per accettare pagamenti, è possibile vendere altri prodotti come e-book, stampabili, abbonamenti digitali, corsi online, prodotti Saas e abbonamenti.

Come avviare un business e-commerce: Considerazioni finali

Sei pronto a saltare direttamente nel carrozzone e-commerce?

In sintesi, è necessario valutare il vostro business plan e-commerce di sapere dove vendere i vostri prodotti.

E 'così facile per lanciare un negozio online su un canale di vendita, il mercato, o entrambi. Tutto ciò che serve sono le basi che abbiamo appena menzionato sopra per alimentare il vostro business in ricavi enormi.

Spero che questo articolo è stato a portata di mano.

In tal caso, si prega di premere il pulsante di condivisione e rilasciare un commento se avete domande.