Cosa devi sapere per un sito web di e-commerce Riprogettazione in 2019

È questo l'anno in cui ridisegnerai il tuo sito di e-commerce? Se sono passati alcuni anni da allora, devi sapere che molto è cambiato.

Inutile dire che un sito di e-commerce moderno deve essere progettato prima per dispositivi mobili, poiché la maggior parte di quelli con cui lavoro ora ottengono 70% o più del loro traffico da dispositivi mobili. Tuttavia questo è solo un punto di partenza: ci sono molte sottigliezze da considerare se vuoi che il tuo sito converta gli utenti in clienti.

Mi sono consultato su usabilità per una vasta gamma di siti di e-commerce negli ultimi cinque anni e ho elaborato i principi che seguono quelli migliori. Ti mostrerò otto modi per assicurarti che il tuo sito sia all'altezza degli utenti di oggi, ispirato alle linee guida del mio libro Progettazione di siti Web e-commerce.

Evita i video lunghi sulla home page

La homepage è un posto per impressionare. Un sacco di siti web mettono soldi nella fotografia di fascia alta, ma potresti considerare di usare il video qui per mostrare i prodotti o raccontare la storia del marchio. Dopotutto, il video è ovunque ora, specialmente sui social media.

Se usato correttamente, il video può essere utile per informare gli utenti e per stimolarli. Tuttavia, non importa quanto sia vistoso il tuo video, se l'utente ha bisogno di fare clic su Play, preparati per molte persone per ignorarlo. Nei numerosi test utente che ho visto, questo è il comportamento più comune con i video della pagina di destinazione.

Perché? In questa fase del viaggio dell'utente, la loro capacità di attenzione è breve. È più probabile che gli utenti abbandonino del tutto il sito e rimbalzino, non impegnandosi a guardare qualcosa di sconosciuto.

All'inizio dovresti aiutare gli utenti a spostarti velocemente, quindi attenersi a video brevi, silenziosi, con riproduzione automatica e in loop. In questo modo si ottiene l'informazione senza che sia necessario impegnarsi a fondo. I video più lunghi possono diventare molto utili più avanti nel viaggio per spiegare cose come le caratteristiche del prodotto, quando l'utente è più interessato.

Il sito Prynt utilizza un breve video di riproduzione automatica per mostrare il prodotto in azione. C'è anche un'opzione per guardare la cosa completa con il suono.

Non riempire la tua homepage di contenuti in eccesso

Se hai svolto il duro lavoro di marketing nel portare gli utenti sulla tua home page e hai creato un campo convincente per il tuo negozio, e poi? C'è molto che potresti dire loro della tua compagnia, quindi è l'occasione giusta?

Stai attento. Più a lungo fai la tua pagina di destinazione più rischi che l'utente si spenga o si confonda. Mentre gli utenti sono a proprio agio, presto si fermeranno se il contenuto non è direttamente correlato al loro compito.

Ogni volta che progetti, rispetta la regola dell 'una pagina, uno scopo'. Lo scopo di questa pagina è quello di introdurre ciò che vendi e chiedere all'utente di cercare quei prodotti.

Hanno davvero bisogno di vedere i tuoi cinque post del blog più recenti, i tuoi ultimi tweet e un muro di immagini di Instagram? I post social sono particolarmente inutili dato che hai appena trovato utenti sul tuo sito e facendo clic su questi li porterai via di nuovo.

Più cose metti sulla pagina, più distrazioni che stai dando all'utente dalla tua azione principale e dalla cosa fondamentale che vuoi che facciano. Gli utenti di dispositivi mobili tendono ad avere sessioni più brevi e si concentrano sul raggiungimento delle attività: i contenuti aggiuntivi non saranno di aiuto.

Rendi i tuoi filtri facilmente accessibili

Quando hai molti prodotti, i filtri sono essenziali per aiutare gli utenti a trovare ciò di cui hanno bisogno. La stragrande maggioranza dei siti di e-commerce (circa 90% di quelli che ho studiato) hanno i loro filtri in una sovrapposizione sul cellulare. Questo ha senso quando non c'è molto spazio disponibile, ma ciò significa che gli utenti non sono molto propensi a vederli realmente.

Di regola 95% di utenti non modifica i valori predefiniti e questo vale per aprire un menu filtri per selezionare opzioni specifiche. È qualcosa che è stato confermato nei test degli utenti di e-commerce che ho visto anche io. La ricerca di prodotti nelle pagine degli elenchi è un'area in cui l'esperienza di navigazione e-commerce è superiore sul desktop.

Se i tuoi utenti filtrano, è più probabile che trovino un prodotto che desiderano effettivamente. La tua sfida sui dispositivi mobili è trovare modi di risparmiare spazio per farlo. Un metodo mostra la categoria di filtri più pertinente nella pagina con i pulsanti per le opzioni (vedere Macy di seguito). Toccando uno si caricheranno le inserzioni con quel filtro applicato, a quel punto mostrerebbe il prossimo filtro più rilevante.

riprogettazione e-commerce - opzioni di filtro di macy
Il sito di Macy porta alcune opzioni di filtro nella pagina come pulsanti. Burberry rende le categorie di filtri visibili sulla pagina.

Per lo meno assicurati che il tuo pulsante per raggiungere il menu completo del filtro sia ovvio. Dovrebbe anche indicare chiaramente quando viene applicato un filtro, in modo che gli utenti sappiano quando vedono un insieme limitato di risultati.

Ridisegna le tue inserzioni per immagini più grandi

La maggior parte delle pagine di annunci di e-commerce tenta di mostrare contemporaneamente molti prodotti sullo schermo. Di conseguenza il prodotto le immagini tendono ad essere piuttosto piccole (è il motivo per cui sono tradizionalmente noti come immagini in miniatura).

Tuttavia, l'immagine è una parte fondamentale per aiutare l'utente a prendere una decisione su quale prodotto selezionare. In molti casi ti dice molto di più di qualsiasi testo possibile. Prodotti come l'abbigliamento e l'arredamento si basano sull'utente che fa una distinzione soggettiva tra le diverse cose in offerta.

Puoi persino avere grandi immagini su dispositivi mobili. App come Instagram hanno portato gli utenti a aspettarsi un'alta qualità ovunque si trovino e ho visto spesso che gli utenti lo apprezzano. Non importa dove si trovano sul sito, la buona fotografia è sempre amata.

Airbnb ha grandi immagini che possono essere scorse (a sinistra). Zara (a destra) ha immagini a schermo intero nelle loro inserzioni.

Naturalmente se pensi che qualcosa possa essere meglio venduto in poche immagini, fallo. I siti di viaggio spesso dispongono di più foto nelle anteprime di elenchi con una freccia sottile per scorrerle. Molti siti di abbigliamento offrono la possibilità di mostrare il prodotto da solo e di essere indossati da un modello.

Visualizza le opzioni del prodotto come pulsanti

Ti renderai conto che molti prodotti sono disponibili in varianti come colore, dimensioni, materiale o qualcos'altro. La pagina dei dettagli del prodotto è quella in cui gli utenti alla fine fanno quella scelta. Per semplificare la scelta, è necessario evitare di scaricare queste opzioni nei menu a discesa.

Dovrebbero essere pulsanti visivi per aiutare l'utente a vedere tutte le opzioni e dovrebbero chiarire quando una variazione significa un cambiamento nel prezzo. Se la variante cambia l'aspetto del prodotto (ad esempio il colore), la sua selezione dovrebbe aggiornare l'immagine del prodotto principale. Ciò lascia all'utente senza dubbi su ciò che verrà ordinato.

riprogettazione e-commerce - opzioni di dimensioni nike
John Lewis (a sinistra) ha i colori del prodotto come pulsanti con indicatori visivi. Nike (a destra) espone tutte le opzioni di dimensioni e disabilita le dimensioni che non sono disponibili.

Un altro vantaggio è che disabilitando determinati pulsanti, l'utente può vedere a colpo d'occhio quali varianti sono esaurite. Ancora una volta, ciò consente di scorrere un elenco a discesa di opzioni.

Quando si tratta di selezionare le dimensioni, è meglio non avere una dimensione predefinita. Se ci sono utenti potrebbero finire per aggiungere il valore predefinito piuttosto che quello che vogliono. Questo potrebbe portare a ottenere molti ritorni e clienti frustrati.

Abbandona i pulsanti di condivisione

Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram, LinkedIn, Snapchat. Probabilmente i tuoi utenti si incontrano con uno o più di questi social network. Quindi dovresti dare loro dei pulsanti di condivisione sulle pagine dei dettagli del tuo prodotto?

Molti siti di e-commerce presentano ancora quelle piccole icone nella speranza che incoraggi la gente a promuovere i propri prodotti sul web. Sfortunatamente, sono quasi certamente una perdita di tempo.

Nessuno li fa clic. In realtà 0.2% di persone lo fa, secondo uno studio. Inoltre potrebbe sembrare un frammento di codice ma viene fornito con un sacco di cose extra che rallentano la velocità della pagina.

L'ascesa degli "influencer" pagati significa che l'utente moderno non vuole più trasmettere per i marchi senza qualcosa per loro. Più persone saranno disposte a condividere in privato con un amico o un familiare. I collegamenti che consentono la condivisione tramite e-mail o un servizio di messaggistica istantanea come WhatsApp potrebbero funzionare meglio.

Integrare i portafogli di pagamento

Servizi di pagamento a pagamento come PayPal, Apple Pay e Android Pay sono in aumento. È sempre più comune vederli come opzioni sui flussi di checkout e-commerce. In realtà possono uccidere il checkout standard e possibilmente l'uso di carte di credito e contanti del tutto.

riprogettazione e-commerce - integrazione di pagamento Amazon
Tamara Mellon (a sinistra) ha l'opzione di Apple Pay, PayPal e Amazon Pay nel loro carrello e checkout. Gucci offre la possibilità di passare a PayPal dalla notifica "aggiungi al bagaglio".

Inserire una password, un'impronta digitale o una scansione facciale e quindi essere in grado di completare immediatamente il checkout è molto più comodo che compilare i moduli. Con l'e-commerce dominato dai dispositivi mobili, l'offerta di pagamenti facili che non comportano un formidabile riempimento è essenziale.

La semplice facilità d'uso dovrebbe incoraggiare più utenti a completare il pagamento con voi. C'è anche un vantaggio in termini di sicurezza poiché gli utenti probabilmente si sentirebbero più sicuri con un portafoglio come intermediario se non hanno mai sentito parlare del tuo marchio.

Attraverso i test degli utenti sui flussi di checkout, sento regolarmente commenti come "Preferisco di gran lunga l'opzione di utilizzare PayPal" e "Sono molto attento alla sicurezza e pagherò solo tramite PayPal". PayPal è attualmente ben noto, ma al momento di decidere quale utilizzare andare con i paesi e i dispositivi più popolari del tuo sito.

Consenti agli utenti di raccogliere

Un numero crescente di siti di e-commerce offre agli utenti la possibilità di ritirare il proprio ordine anziché consegnarlo. È utile per gli utenti che non sono a casa molto spesso e che non possono ricevere la consegna sul posto di lavoro. Fornendo questa opzione aumenterà solo il numero di utenti che possono acquistare da te.

L'approccio più semplice (e spesso il migliore) è quello di aggiungere la raccolta come alternativa alla consegna nella cassa. Chiedere all'utente di inserire la loro posizione e mostrare loro le opzioni per dove possono ritirare il loro ordine. È anche importante mostrare gli orari di apertura della sede di ritiro: spesso questi dati derivano dall'integrazione con una società di consegna.

Un clic e la raccolta di una finestra dal checkout di ASOS, che consente all'utente di scegliere in quale negozio di generi alimentari inviare la propria consegna.

L'approccio più complesso consiste nell'integrare l'opzione da raccogliere in ogni pagina dei dettagli del prodotto sul sito. Questo ha senso se lo hai negozi di mattoni e malta in quanto consente il controllo delle scorte in negozi specifici.

Tuttavia, possono sorgere problemi quando gli utenti hanno più prodotti nel loro ordine. Se non stanno attenti possono finire con alcuni prodotti per la consegna e alcuni per la raccolta (un cestino "misto"). Per evitare ciò, mi raccomando prima di lasciare che l'utente specifichi la consegna o la consegna sia nella fase del paniere, quindi si applica all'intero ordine.

Più consigli sull'e-commerce

C'erano otto modi per assicurarti che il tuo sito di e-commerce fosse riprogettato per essere adatto a 2019 e oltre. Ovviamente c'è di più da considerare quando ridisegnare un sito web di e-commerce completo. In effetti ho scritto un libro contenente le linee guida 66 per progettare negozi online che convertono, basato su 10 anni di esperienza di progettazione UX.

Il libro si chiama Designing Ecommerce Websites, è disponibile su Amazon in una varietà di formati tra cui libri tascabili e Kindle. O puoi ottenere il versione PDF digitale sul mio sito, che include tutte le illustrazioni del libro di stampa. Puoi anche ottenere 15% di sconto la versione digitale per un tempo limitato con il codice promo PIATTAFORME.