Perché l'e-commerce transfrontaliero è il futuro dell'e-commerce

L'e-commerce transfrontaliero è un fenomeno che ha acquisito tranquillamente un enorme impulso mentre i clienti acquistano prodotti al di fuori dei loro confini. L'ultimo e-commerce 2 anni ha visto e-commerce distribuito (acquista pulsanti su determinati social network - Twitter e Pinterest) e più recentemente l'e-commerce conversazionale è emerso come un contendente per il futuro. L'e-commerce conversazionale è visto come un potenziale caso d'uso per il servizio clienti che implica l'utilizzo della tecnologia per aiutare nella comunicazione. Personalmente, considero queste come le mode in cui l'e-commerce transfrontaliero può essere il futuro dell'e-commerce.

Cos'è l'e-commerce transfrontaliero

E-commerce transfrontaliero può fare riferimento al commercio online tra un'azienda (rivenditore o marca) e un consumatore (B2C), tra due aziende, spesso marchi o grossisti (B2B), o tra due persone private (C2C), ad esempio tramite piattaforme di mercato come Amazon o eBay .

Quali sono i rischi per l'e-commerce transfrontaliero

Esistono i principali rischi 3 che influenzano l'e-commerce transfrontaliero:

  • Frode è probabilmente la più grande sfida affrontata dai commercianti che consentono ai clienti di acquistare da loro al di fuori dei confini del loro paese. Pertanto, scegliere un buon servizio di pagamento consapevole del comportamento dei clienti locali è fondamentale.
  • Anche la logistica e la logistica inversa sono altrettanto importanti e possono influire negativamente sulla percezione della vostra attività da parte dei clienti locali. La logistica coerente e prevedibile è un requisito per un'azienda che desidera capitalizzare l'e-commerce transfrontaliero.
  • Regolamentazione: le amministrazioni locali e la fiscalità richiedono un esame approfondito e potrebbero avere un impatto negativo sulla tua attività.

Quanto è grande la dimensione dell'opportunità?

Con 2020, oltre 2 miliardi di e-shopper, o 60 per cento della popolazione globale target1, effettuerebbero transazioni 13.5 per cento dei loro consumi complessivi online, equivalenti a un valore di mercato di $ 3.4 trilioni (Global B2C GMV, in crescita al CAGR di 13.5 per cento da 2014 a 2020) secondo Accenture.

Dove sono le opportunità per l'ecommerce transfrontaliero?

  1. Cina - L'ecommerce cinese transfrontaliero vale $ 60 miliardi ma la legislazione potrebbe avere un impatto. Il motivo della potenziale interferenza del governo è dovuto ai marchi che utilizzano l'e-commerce transfrontaliero come mezzo per aggirare le normative dei loro prodotti con le agenzie locali. Conosciuto come e-commerce transfrontaliero, il vorticoso mercato backdoor consente ai consumatori cinesi di acquistare beni prodotti all'estero e di eludere efficacemente le questioni normative che hanno impedito l'accesso ai prodotti di consumo dai cosmetici a Cognac. Di fronte alla pressione esercitata dai rivenditori convenzionali a casa e alla perdita di entrate fiscali, il governo sta ora esaminando la possibilità di rimediare alla scappatoia legale.
  2. Sud-Est Asiatico - Singapore, Indonesia. I rapporti affermano che il mercato dell'e-commerce nel sud-est asiatico raggiungerà 200B da 2025 con crescita delle vendite online a un CAGR di 32%. Con 600 milioni di consumatori e 260 milioni di persone online, è il più grande mercato di utenti di Internet nel mondo. Ha quindi perfettamente senso che entrambi Amazon e Alibaba hanno aumentato il loro interesse in questo settore.
  3. Australia - Gli australiani amano comprare vestiti da aziende online dall'esterno dei loro confini. Dal mese di marzo 2016, le autorità cinesi hanno pubblicato una serie di regolamenti volti ad estendere le normali tariffe di importazione e i requisiti normativi alle merci importate in Cina attraverso canali di e-commerce transfrontalieri. Il nuovo regime ha causato un contraccolpo tra i venditori transfrontalieri di e-commerce sia in Cina che all'estero ed è stato sospeso indefinitamente pochi giorni prima della visita del Premier Li in Australia e Nuova Zelanda a marzo 2017. Si spera che le merci importate in Cina attraverso il commercio elettronico transfrontaliero possano continuare a beneficiare delle basse tariffe e dell'esenzione normativa.
  4. Francia - Il segmento di e-commerce in più rapida crescita in Francia è acquisti transfrontalieri. Quasi la metà dei consumatori francesi acquista regolarmente dai commercianti transfrontalieri e il 19% di tutti vendite online in 2016 sono stati realizzati su siti Web non nazionali, quattro punti in più rispetto alla media europea di 15%, più frequentemente Germania, Regno Unito, Belgio, Stati Uniti e Cina. Il problema principale con i clienti francesi è che le loro transazioni sono relativamente piccole rispetto ai paesi menzionati prima.
  5. Messico - è un mercato a lungo termine a causa del tasso vertiginoso con cui cresce il mercato dell'e-commerce (21%). La crescita è ostacolata da preoccupazioni di sicurezza sul pagamento. Amazon ha stretto una partnership con un rivenditore locale per garantire che i clienti possano pagare i propri acquisti in contanti. Il mercato ha una bassa concorrenza e con il tasso di crescita, il Messico potrebbe a lungo termine diventare il mercato più importante nell'e-commerce latino-americano.

Come accennato in precedenza, i pagamenti transfrontalieri sono difficili e dovrebbero essere gestiti per garantire che i clienti non siano sorpresi da ulteriori prelievi pubblici quando gli articoli arrivano alla loro destinazione finale. Comprendere la tassazione locale e garantire che il cliente paghi di conseguenza è fondamentale, altrimenti l'acquisto verrà restituito e creerà un cliente aggravato che danneggerà la tua attività e il tuo marchio.

In breve - l'e-commerce transfrontaliero è qui per rimanere e deve essere considerato di conseguenza come una strategia di crescita per un business di e-commerce. Ha bisogno di investimenti (processo di pagamento, personale e logistica) e dovrebbe essere fatto in modo graduale per il massimo impatto.

immagine di cortesia per gentile concessione di

Hendrik Laubscher

Hendrik Laubscher ha un'esperienza decennale nell'e-commerce. Contribuisce a una varietà di pubblicazioni ed è affascinato dall'ecommerce (mercati, mercati emergenti e commercio elettronico globale transfrontaliero). Vive in Sud Africa ma viaggia a livello globale per provare l'e-commerce in tutto il mondo.