22 Tendenze del marketing digitale che plasmano il panorama dell'e-commerce nel 2020

Abbiamo esaminato i dati di oltre 2,000 dei rivenditori di e-commerce più visitati al mondo in più categorie, tra cui:

  • Moda
  • Elettronica di consumo
  • Prodotti per bambini
  • Bellezza e cura della pelle
  • automobile
  • Prodotti per animali domestici
  • Sport

E altro ancora. Ci siamo affidati all'analisi e agli strumenti di SEMrush per fornire i dati in questo rapporto.

I risultati hanno mostrato molte anomalie dell'e-commerce dovute alla pandemia COVID-19. Ma non è tutto destino e oscurità. Abbiamo anche trovato interessanti opportunità.

Ad esempio, YouTube ha registrato un aumento del traffico del 49% in Italia, ma i tassi di CPC stanno crollando nella maggior parte delle categorie di e-commerce. La fiducia degli inserzionisti è diminuita quando la pandemia si è protratta fino a giugno 2020.

Il rivestimento d'argento:

Il calo del CPC è perfetto per lanciare nuovi prodotti o aumentare le vendite di un prodotto esistente.

Se sei preoccupato per il futuro dell'e-commerce e come tutto ciò che sta accadendo nel 2020 influenzerà il tuo settore e mercato, questo rapporto ti aiuterà a capirlo.

Sommario

Considerazioni chiave: tendenze del marketing digitale e-commerce nel 2020

Tendenze della domanda dei consumatori e-commerce

1. Il volume di ricerca per il lavaggio a mano è entrato a far parte dei primi cinque in Salute e bellezza

2. La ricerca di webcam è aumentata di oltre il 300% nel 2020 su base annua

3. I consumatori stanno trasformando le loro case in spazi di lavoro

4. La ricerca del gel per le mani è cresciuta del 19,038%

5. La ricerca di articoli per attività all'aperto e sport è cresciuta dal 164% a oltre il 400%

Tendenze del traffico e-commerce

6. Le principali piattaforme di eCommerce hanno visto aumentare il loro traffico fino a oltre un miliardo di visitatori nel periodo della pandemia

7. Shopify ha ricevuto oltre 7.3 milioni di visite in loco a marzo, più del mese precedente

8. Il traffico eCommerce mensile medio tra i vari settori in tutto il mondo è di 17 miliardi

9. La crescita media del traffico nei mesi di pandemia da marzo a giugno nelle categorie è stata del 36%

10. Il traffico delle prime tre categorie di e-commerce è cresciuto dal 40 al 50 percento nei mesi di pandemia

11. Il traffico mobile costituisce il 70% di tutto il traffico e-commerce

12. Il 57.77% dei visitatori è traffico diretto

13. Tutte le categorie di eCommerce hanno registrato un aumento medio del traffico del 17%

14. La maggior parte del traffico diretto visita Health and Beauty, seguita da Fashion eCommerce Stores

15. Il traffico di ricerca con marchio è aumentato

Tendenze degli annunci e-commerce

16. Il 45.96% degli inserzionisti spende mensilmente $ 1,000 o meno in annunci Google in tutto il mondo

17. Circa il 50 percento dei rivenditori generali e degli e-tailer di moda spende mensilmente oltre $ 150,000 in annunci

18. I budget degli annunci online sono diminuiti del 20% su base annua durante i mesi di pandemia da marzo a giugno 2020

19. La spesa pubblicitaria per bellezza e fitness è stata del 28.9% a marzo 2020 rispetto a febbraio; nel frattempo, altre categorie erano in calo

20. Oltre a casa e giardino, bellezza e cura della pelle e gioielli, CPC è rientrato in tutte le categorie di e-commerce

21. Il CPC per le assicurazioni è sceso a $ 15.4 da $ 17.7, ma è rimasto il costo degli annunci e-commerce più costoso

22. La spedizione gratuita e le sue varianti dominano i CTA degli annunci di e-commerce al 32% di tutti gli annunci

Tendenze del marketing digitale e-commerce post-pandemia

Considerazioni chiave: tendenze del marketing digitale e-commerce nel 2020

Sebbene troverai i dettagli di questo rapporto sulle tendenze del marketing digitale approfonditi, abbiamo distillato alcuni dei takeaway qui.

Il picco di traffico verso i siti di e-commerce durante la primavera del 2020 ha superato i dati sul traffico per la tradizionale corsa allo shopping durante le vacanze invernali, il Black Friday e il Cyber ​​Monday.

Le prime tre categorie di e-commerce che hanno registrato la maggiore crescita hanno visto il loro traffico crescere dal 40 al 50% anno su anno. Queste categorie sono Cibo e generi alimentari, Sport e attività all'aperto e Casa e giardino.

Ad esempio, nella categoria Casa e giardino, cerca giocattoli all'aperto salito del 400 percento e sedie da giardino sono aumentati del 300 percento. Cercare stuoie di yoga sono aumentati del 323 percento e abbigliamento da corsa per uomo la ricerca è aumentata di oltre il 164 percento.

Questi takeaway sono la punta dell'iceberg. La pandemia ha alterato l'eCommerce come lo conosciamo e ha stabilito tendenze uniche con cui potremmo dover convivere per un po '.

Tendenze della domanda dei consumatori e-commerce

I mesi della pandemia hanno visto cambiamenti drastici nelle tendenze della domanda per gli acquirenti di e-commerce. A parte la drammatica corsa alla carta igienica, che ha sollevato il volume di ricerca per quel prodotto del 14,928 percento, altri beni di consumo sono cresciuti notevolmente.

Il volume di ricerca per i bidet è cresciuto di oltre 10 volte nei soli febbraio e marzo. Altri articoli di consumo che sono cresciuti in questo modo includono:

  • Congelatori al 512 percento,
  • Macchine per il pane al 396 percento
  • Pelotons al 124 percento
  • Purificatore d'aria all'83 percento

E una miriade di altri. Esploriamo le tendenze del marketing digitale dell'e-commerce per le richieste dei consumatori nel 2020.

1. Il volume di ricerca per mano eraè entrato a far parte dei primi cinque in Salute e bellezza

La ricerca di prodotti per il lavaggio a mano è passata da una ricerca mensile media di 73,000 nella prima metà del 2019 a 638,400 ricerche mensili per lo stesso periodo nel 2020. Nel frattempo, il resto dei prodotti nei primi cinque sono rimasti gli stessi anno su anno .

2. La ricerca di webcam è aumentata di oltre il 300% nel 2020 su base annua

Nel 2019, la ricerca mensile di webcam è stata di un milione nell'elettronica di consumo, ma è cresciuta fino a 3.045 milioni nella prima metà del 2020. La crescente domanda di webcam ha spostato i droni dall'elenco dei prodotti più ricercati in quella categoria.

3. I consumatori stanno trasformando le loro case in spazi di lavoro

Home and Garden ha visto una crescita della domanda. La ricerca di “sedia da ufficio” è passata da 417,200 a 1,254,000 ricerche mensili, superando i materassi nell'elenco dei prodotti più ricercati.

Nel frattempo, i prodotti più popolari per ricerca sono rimasti stabili in altri settori in questo periodo.

4. La ricerca del gel per le mani è cresciuta del 19,038%

I disinfettanti per le mani hanno registrato una crescita massiccia al culmine dei mesi di pandemia, da marzo ad aprile 2020. Per ogni ricerca di gel per le mani negli stessi mesi del 2019, ha avuto più di 190 ricerche nel 2020.

Anche i prodotti correlati hanno visto un aumento del volume di ricerca. Cercare salviette per le mani è cresciuto del 3,032 percento e lavaggio delle mani è aumentato del 1,368 per cento.

5. La ricerca di articoli per attività all'aperto e sport è cresciuta dal 164% a oltre il 400%

Nel 2020, i giochi da esterno e le sedie da giardino hanno registrato il quadruplo e il triplo dei volumi di ricerca del 4, in quest'ordine. Nel frattempo è cresciuta anche la ricerca di articoli sportivi.

L'interesse per abbigliamento da corsa per uomo è aumentato di oltre il 164 percento. La ricerca di Stuoie di yoga è cresciuto di oltre il 323 percento. Puzzle è cresciuto del 309 percento.

Delle prime tre merci Walmart per traffico verso le pagine web durante la pandemia, le console Nintendo Switch occupavano le prime tre posizioni. La console numero uno ha ottenuto 945,000 visitatorie l'altro ha avuto 479,000 visitatori.

Tendenze del traffico e-commerce

I ricercatori hanno previsto che le vendite di e-commerce nel 2020 avrebbero raggiunto il massimo storico di $ 3.914 trilioni. Ma la pandemia è pronta ad aumentare quella cifra.

Gli acquirenti si affidano ai negozi online per acquistare di tutto, dalle necessità quotidiane di base ai prodotti di fascia alta. Le persone fanno acquisti online per generi alimentari, elettronica, ricambi auto, prodotti per la cura della pelle e altro ancora.

In particolare, la ricerca di laptop è cresciuta del 123% anno su anno, dal 2019 al 2020.

6. Le principali piattaforme di eCommerce hanno visto aumentare il loro traffico fino a oltre un miliardo di visitatori nel periodo della pandemia

Quando la pandemia ha colpito, le aziende che avevano una presenza online limitata o che in precedenza non vendevano online si sono rivolte ai costruttori di negozi di e-commerce per avviare le loro attività. Di conseguenza, il traffico verso questi costruttori di negozi è cresciuto.

7. Shopify ha ricevuto oltre 7.3 milioni di visite in loco a marzo, più del mese precedente

La piattaforma di eCommerce ha registrato una crescita del 29% anno su anno. Cerca "Shopify prova gratuita ӏ cresciuta dell'89% nel solo marzo.

8. Il traffico eCommerce mensile medio tra i vari settori in tutto il mondo è di 17 miliardi

La pandemia del 2020 ha spostato le tendenze del traffico degli acquirenti di e-commerce. I periodi di traffico di punta dell'anno sono di solito a novembre e dicembre per il Black Friday e le promozioni di fine anno. Tradizionalmente, i consumatori acquistano più prodotti online che in qualsiasi altro momento dell'anno.

Tuttavia, la pandemia ha spinto gli acquirenti verso online e ha aumentato il traffico primaverile verso i negozi di e-commerce oltre i numeri di fine anno. In particolare, quel traffico ha mantenuto la sua crescita fino a giugno 2020.

9. La crescita media del traffico nei mesi di pandemia da marzo a giugno nelle categorie è stata del 36%

A causa della necessità di distanziamento sociale, gli acquirenti dovevano fare affidamento sui fornitori di e-commerce per gestire tutte le loro esigenze. Pertanto, il traffico verso i negozi di eCommerce ha registrato una crescita costante durante quel periodo, con una media del 36% tra le categorie.

10. Il traffico delle prime tre categorie di e-commerce è cresciuto dal 40 al 50 percento nei mesi di pandemia

Queste tre categorie principali sono Casa e giardino, Cibo e generi alimentari e Sport e Attività all'aperto. Questi dati non includono il traffico verso negozi di merci generiche come Amazon, Walmart e eBay.

Dal grafico sottostante, noterai che Casa e Giardino sono cresciuti più velocemente di qualsiasi altra categoria in quei mesi. La categoria ha superato 1.5 miliardi di visitatori e ha quasi raggiunto i due miliardi di visitatori.

11. Il traffico mobile costituisce il 70% di tutto il traffico e-commerce

I siti web ottimizzati per i dispositivi mobili hanno raccolto ricompense in quanto la maggior parte dei visitatori dei negozi di e-commerce faceva affidamento su un dispositivo mobile. Solo il 30% dei visitatori ha utilizzato fonti non mobili per accedere ai negozi di e-commerce.

12. Il 57.77% dei visitatori è traffico diretto

Quasi il 60% del traffico del sito proviene da visite dirette al sito. Ciò evidenzia l'importanza del marchio nell'eCommerce. Sempre più acquirenti stanno diventando consapevoli del marchio e anche loro stanno diventando fedeli al marchio.

Le altre principali fonti di traffico per i negozi di e-commerce sono:

  • Traffico di ricerca al 26.44%
  • Il traffico dai referral ha il 9.74%
  • Il traffico sui social media ha il 2.13%
  • Il traffico a pagamento ha contribuito con il 3.92%

13. Tutte le categorie di eCommerce hanno registrato un aumento medio del traffico del 17%

Secondo i risultati di SEMrush, tutte le categorie di e-commerce hanno registrato un aumento medio del traffico anno su anno sulla base dei dati sul traffico da gennaio 2019 a giugno 2020. Un aumento del traffico significa che le conversioni saranno probabilmente più elevate poiché più persone si affidano a questi negozi online per le loro esigenze durante i mesi di pandemia.

14. La maggior parte del traffico diretto visita Health and Beauty, seguita da Fashion eCommerce Stores

Con il 61% per i siti di salute e bellezza e il 59% per i siti di moda, queste categorie vedono più persone sui loro siti rispetto ad altre. Inoltre, Health and Beauty ha registrato il maggior aumento del traffico con il 24% in questo periodo.

Mentre le persone prestano maggiore attenzione alla loro salute, stanno anche acquistando articoli di moda, probabilmente per preparazioni post-pandemiche. In un sondaggio, le persone hanno dimostrato che andare all'aria aperta, soprattutto con la famiglia e gli amici, è la loro priorità quando la pandemia è finita.

At 48 per cento, uscire con la famiglia e gli amici è uscito il numero uno, poiché la maggior parte delle persone non vede l'ora di entrare in contatto con i propri cari. Le persone non vedono l'ora di visitare i ristoranti e di impegnarsi; questa attività ha ottenuto il 32% di interesse.

15. Il traffico di ricerca con marchio è aumentato

Salute e bellezza hanno registrato la crescita maggiore anno su anno, con il 16%, per il traffico di ricerca con marchio. Il traffico del marchio della categoria è pari al 23%, appena dietro al secondo più alto traffico del marchio, l'elettronica di consumo.

L'elettronica di consumo ha il suo numero di traffico di ricerca del marchio al 26%.

Sebbene la categoria Moda sia cresciuta solo del quattro percento, il traffico di ricerca del marchio per articoli di moda si attesta a un enorme 45 percento.

Altre ricerche sul traffico del brand a due cifre includono:

  • Prodotti per bambini al 17 percento
  • Generi alimentari e cibo all'11%
  • Sport e attività all'aperto all'11 percento

Regali e fiori hanno il traffico di ricerca meno marchiato solo al due percento.

Tendenze degli annunci e-commerce

I nuovi venditori fanno affidamento sul traffico a pagamento per lanciare i loro prodotti quando entrano in mercati o nicchie altamente competitivi. In confronto, i venditori affermati indirizzano traffico extra ai loro siti Web con annunci per rimanere competitivi e aumentare i loro guadagni.

16. Il 45.96% degli inserzionisti spende mensilmente $ 1,000 o meno in annunci Google in tutto il mondo

Il secondo gruppo più elevato di utenti che spendono annunci spende da $ 20,000 a $ 150,000 al mese in annunci Google. Questo gruppo costituisce il 15.98% degli inserzionisti. Un altro 13.82% spende più di $ 150,000 al mese in annunci Google.

Il gruppo più piccolo di inserzionisti spende da $ 3,000 a $ 5,000 al mese. Questo gruppo comprende il 3.59% dei venditori che utilizzano gli annunci Google per promuovere la propria attività.

Le grandi domande qui sono perché il 30% degli inserzionisti spende mensilmente oltre $ 20,000 in annunci pubblicitari? Perché il 46% di loro spende $ 1,000 o meno?

Questi modelli di spesa hanno alcune possibili spiegazioni:

  1. La maggior parte degli inserzionisti sta ancora testando i propri annunci per trovare ciò che funziona
  2. La maggior parte degli inserzionisti non dispone di un budget elevato da investire in annunci
  3. Quando gli inserzionisti trovano ciò che funziona, investono $ 20,000 o più al mese

Queste sono solo le possibili ragioni dei modelli di spesa pubblicitaria polarizzati che vediamo qui. Ovviamente ci sono probabilmente altri motivi.

Negli Stati Uniti, il 30% degli inserzionisti limita il budget a $ 1,000 o meno al mese.

17. Circa il 50 percento dei rivenditori generali e degli e-tailer di moda spende mensilmente oltre $ 150,000 in annunci

Sulla base dell'analisi di SEMrush dei dati raccolti dal suo Toolkit pubblicitario PPC, i maggiori acquirenti di annunci sono gli e-tailer di moda e i rivenditori generali. Come gruppo, circa la metà di questi venditori spende più di $ 150,000 in annunci al mese.

18. I budget degli annunci online sono diminuiti del 20% su base annua durante i mesi di pandemia da marzo a giugno 2020

Rispetto all'anno precedente, da marzo a giugno 2019, i mesi della pandemia hanno subito tagli del 20% del budget pubblicitario nel 2020. All'inizio, gli inserzionisti che hanno speso più di 1 milione di dollari al mese hanno esitato a tagliare la spesa, ma hanno iniziato a cedere entro giugno 2020 .

A partire da marzo 2020, gli inserzionisti con un budget di oltre $ 1 milione hanno aumentato la loro spesa di 5.6 per cento mentre altri avevano ridotto il loro.

Gli inserzionisti che hanno speso da $ 100,000 a $ 1 milione hanno tagliato di più la spesa pubblicitaria. Questo gruppo aveva ridotto la spesa del 34% nel giugno 2020.

Il vantaggio degli inserzionisti che riducono la spesa è che il costo per clic per gli annunci è diminuito. Quindi gli inserzionisti possono ottenere più risultati per il loro denaro. Tuttavia, questo crollo dei costi degli annunci non si è verificato in modo uniforme in tutti i settori di e-commerce.

19. La spesa pubblicitaria per bellezza e fitness è stata del 28.9% a marzo 2020 rispetto a febbraio; nel frattempo, altre categorie erano in calo

A marzo 2020, la spesa pubblicitaria in categorie come viaggi, sport, legge e governo è diminuita del 46.4%, 17.8% e 15%, in quest'ordine. Ma gli inserzionisti di bellezza e fitness hanno pompato il 28.9% in più di denaro negli annunci rispetto a febbraio 2020.

A seguito del calo della spesa pubblicitaria, le entrate di Google dovrebbero diminuire di $ 28 miliardi. Nel frattempo, i consumatori trascorrono il loro tempo sullo streaming di contenuti, leggendo notizie digitali e giochi. Ad esempio, i dati di analisi del traffico di SEMrush mostrano che YouTube in Italia ha visto un aumento del 49.04% del suo traffico.

Queste tendenze suggeriscono che investire in annunci pubblicitari è più redditizio che mai per le attività di e-commerce.

20. Oltre a casa e giardino, bellezza e cura della pelle e gioielli, CPC è rientrato in tutte le categorie di e-commerce

La domanda di gioielli, prodotti di bellezza e giardinaggio è cresciuta durante la pandemia; di conseguenza, la spesa pubblicitaria in queste categorie è aumentata.

La spesa pubblicitaria per la casa e il giardinaggio è aumentata da $ 2.2% a dicembre 2019 a $ 2.8% a marzo 2020. Gli annunci di gioielli sono aumentati da $ 1.6 a $ 1.8. E prodotti di bellezza CPC quando da $ 1.7 a $ 2.1 percento.


21. Il CPC per le assicurazioni è sceso a $ 15.4 da $ 17.7, ma è rimasto il costo degli annunci e-commerce più costoso

La seconda posizione è l'istruzione online, che ha un costo pubblicitario di $ 11.2, solo un leggero calo rispetto a $ 11.6 costo per clic. Durante i mesi della pandemia, l'elettronica, i concessionari di automobili e il settore immobiliare non hanno subito modifiche alle cifre del CPC.

22. La spedizione gratuita e le sue varianti dominano i CTA degli annunci di e-commerce al 32% di tutti gli annunci

Man mano che sempre più persone si rivolgono ai negozi di e-commerce per soddisfare le proprie esigenze di acquisto, più venditori iniziano a utilizzare "Resi gratuiti", "Spedizione gratuita" e "Consegna gratuita" nei loro CTA.

Tuttavia, i CTA differiscono tra i settori.

Ad esempio, Casa e giardino, così come Salute e bellezza, utilizzano "Edizione limitata" o tali CTA esclusivi. Per l'elettronica di consumo e gli animali domestici, la qualità è ai primi posti; utilizzano inviti all'azione come "consigliato dal veterinario", "autorizzato dalla fabbrica" ​​o "attendibile da".

I CTA che inducono urgenza o novità funzionano meglio per il pubblico della moda, dello sport e dell'outdoor. Degli annunci analizzati in questo settore, il 26% di loro utilizzava "acquista nuovo", "acquista ultimo" e "nuovi arrivi" nei loro CTA.

Tendenze del marketing digitale e-commerce post-pandemia

Il mondo dell'eCommerce ha generato alcune nuove tendenze durante la pandemia. La maggior parte delle aziende non aveva previsto questi cambiamenti; quindi non potevano trarre vantaggio da opportunità altrimenti redditizie.

È difficile immaginare che un eCommerce post-pandemia tornerà alla normalità. I consumatori si sono abituati a fare acquisti online per tutto, comprese le loro necessità quotidiane. Si sentono più sicuri e ne godono la comodità.

In risposta a questi cambiamenti, le aziende restringeranno le questioni in sospeso per rendere lo shopping online un gioco da ragazzi.

Man mano che le persone si sentono più a proprio agio negli acquisti online e l'istruzione online continua a crescere, la spesa pubblicitaria tornerà. Prevedibilmente, gli annunci CPC potrebbero persino diventare più competitivi dei suoi prezzi pre-pandemici.

Gli agricoltori lo sono trasferirsi online per vendere i propri prodotti direttamente agli acquirenti. I negozi fisici non possono rimanere offline. Il business sta cambiando per sempre e coloro che si preparano e ne traggono vantaggio ne trarranno enormi profitti.

Crediti immagine in primo piano: ArchManStocker /Depositphotos