Cos'è una conversione?

Come migliorare le tue conversioni e-commerce.

Cosa significa conversione?

Termine utilizzato nel marketing che viene utilizzato per descrivere quando un visitatore raggiunge un obiettivo di marketing o completa un'altra azione. Quando viene utilizzata nella vendita al dettaglio online, la conversione viene generalmente utilizzata per descrivere la conversione che si verifica quando un visitatore di un sito effettua un acquisto.

Quando si esegue un'impresa di e-commerce, il tuo tasso di conversione è la chiave del successo della tua attività. È importante ricordare che il tuo obiettivo nella vendita al dettaglio online non è solo quello di attrarre traffico sul tuo sito, ma di garantire che queste visite generino vendite. Chiedere a qualcuno di aprire un'email è una conversione. Averli fare clic sul link di invito all'azione all'interno di quell'email è un'altra conversione. Andando alla pagina di destinazione e compilando un modulo di registrazione per leggere il tuo contenuto è una conversione. E, naturalmente, l'acquisto del tuo prodotto è la conversione finale.

Il numero di visitatori che intraprende l'azione desiderata è noto come tasso di conversione. Questo può essere migliorato attraverso l'ottimizzazione del tasso di conversione o prendendo provvedimenti per aumentare il numero di visitatori che convertono. I marketer possono utilizzare i test di varianza A / B per migliorare i tassi di conversione di varie pagine di destinazione o inviti all'azione.

Immaginiamo questo.

Hai appena lanciato quel killer WordPress blog o un negozio di e-commerce su Shopify or WooCommerce. E sei pronto per iniziare la tua attività. Ma all'improvviso, le tue vendite e altre azioni sul sito web sono un po 'ricettive nonostante l'alto traffico web. Le conversioni sembrano deluderti.

Allora, qual è la via d'uscita? E cosa rende un buon tasso di conversione?

La conversione di lead può rivelarsi un grosso problema per molti proprietari di attività online. Ma una volta che raggiungi la velocità con tutte le punte CRO, tutto il resto dovrebbe andare perfettamente a posto.

Anche se non sei un esperto di marketing, puoi conoscere la conversione e ottimizzare i tassi di conversione del tuo sito Web utilizzando semplici hack.

Quindi, come si fa a convertire potenziali clienti in clienti reali?

In questo articolo, daremo uno sguardo dettagliato a quali sono le conversioni, le migliori pratiche per aumentare la conversione e come misurare i tassi di conversione per tenere traccia delle prestazioni della tua attività.

Passiamo a questo.

Che cos'è una conversione e come funziona?

Prima di andare oltre, è importante innanzitutto capire quali sono le conversioni.

Ma se forse non sei nuovo, probabilmente hai sentito parlare di diversi termini relativi alla conversione: tassi di conversione, ottimizzazione del tasso di conversione, CRO, costo per conversioni, monitoraggio delle conversioni e simili.

Tutti questi concetti potrebbero sembrare difficili da andare d'accordo nella prima istanza. Sono tuttavia metriche chiave per aiutare a misurare le azioni eseguite sul tuo sito web. Se un vantaggio ha esito positivo, il termine giusto per tale azione è conversione.

Ma non essere ancora escluso.

Una conversione diventa effettiva quando un visitatore completa un'azione desiderata su un sito Web. Un'azione, in questo contesto, può essere in molte forme. Tutto dipende dagli obiettivi e dagli obiettivi del tuo sito web. Molto spesso, in genere una conversione può essere un acquisto online o un'iscrizione via e-mail.

L'imbuto di conversione, d'altra parte, è un metodo incentrato nel marketing online che è facile da capire. È più simile a una tecnica di flusso di lavoro che devi impostare per il tuo sito Web, affinché i visitatori possano convertirsi molto.

Quindi, quanto costa realizzare un imbuto che proietta entrate?

Bene, la verità è che non tanto. Ma richiede uno sforzo significativo allo stesso tempo.

Mentre la ricerca di una canalizzazione di conversione vincente si blocca nel regno dei tuoi obiettivi chiave, condurre tutti i tuoi clienti al punto di conversione non può avvenire dall'oggi al domani. Ci sono alcune modifiche necessarie per ottimizzare il tasso di conversione.

E ci arriveremo tra un momento.

Altre strategie sottostanti come il cross-selling e l'up-selling sembrano aiutare a generare entrate e accumulare un sacco di clienti abituali per l'e-commerce rivenditori. Tali componenti aggiuntivi di marketing ottimizzano gli obiettivi di conversione nel modo più gratuito.

La conversione, in una prospettiva più cognitiva, significa realizzare un obiettivo iniziale, o meglio, l'obiettivo desiderato.

Per le transazioni di e-commerce, una buona conversione significherebbe raddrizzare l'azione di un utente per raggiungere il prossimo passo finale come fare un acquisto, iscriversi alla newsletter e mettere in moto tutti i trigger esperti per mantenere i clienti regolari nel ciclo di acquisto.

Pertanto, esistono diversi tipi di KPI da monitorare, che dipendono tutti dal tipo di attività online.

Il traffico complessivo del tuo sito web dice molto sulla conversione prevista. Le conversioni dipendono principalmente dal tipo di lead che costruisci per i tuoi clienti. I lead, specialmente nel marketing digitale, si riferiscono al collegamento che hai con i tuoi potenziali clienti.

Per impostare quote migliori per una migliore potenza di conversione, i lead vengono generati attraverso contenuti SEO, social media marketing, call-to-action, iscrizioni e-mail e molto altro. Funziona in entrambi i modi per convertirsi in acquirenti per la prima volta in clienti abituali e fedeli, che è un concetto altamente visivo per la crescita dei ricavi.

A parte la conversione, un altro termine che incontrerai regolarmente nell'eCommerce è il tasso di conversione. In poche parole, il tasso di conversione è la percentuale di visitatori del tuo sito Web che intraprende l'azione desiderata.

Come calcolare il tasso di conversione complessivo

Quindi facciamo i conti.

Se presumiamo che il tuo sito ospita circa 10,000 visitatori al giorno e 1,000 di essi eseguono un'azione effettuando un acquisto o un abbonamento alla newsletter del tuo sito, devi dividere le conversioni effettive per il numero complessivo di visite.

Qui, il tuo tasso di conversione tipico sarebbe del 10%. Devi solo prendere il numero totale di lead (o traffico) e confrontarlo con il numero di conversioni. È così semplice.

Ma non tutto il traffico è rilevante.

La maggior parte non si converte. Altre metriche altrettanto rilevanti da misurare includono:

  • Tasso di conversione globale del traffico: ciò significa misurare il tasso di conversione del tuo sito Web per tutte le fonti di traffico. In altre parole, puoi dire quanto bene o male il tuo sito web ottiene la conversione di lead e altre prospettive correlate.
  • Tasso di conversione del canale di marketing: misurando le conversioni per vari canali di marketing e confrontandole, puoi essere in grado di identificare i canali che hanno maggiori probabilità di convertire, permettendoti così di concentrare i tuoi sforzi su questi
  • Tasso di conversione della pagina: è possibile confrontare pagine diverse e identificare quali funzionano bene o male
  • Tassi di conversione delle parole chiave: puoi confrontare le conversioni per parole chiave diverse e identificare quelle con rendimento elevato
  • Tasso di conversione della campagna: puoi essere in grado di stabilire se la tua campagna di marketing sta dando risultati o meno.

Perché l'ottimizzazione del tasso di conversione è così cruciale?

Perché diavolo dovresti preoccuparti ottimizzazione dei tassi di conversione, potresti chiedere? Bene, ci sono un sacco di punti positivi da ottenere ottimizzando il tasso di conversione del tuo negozio.

CRO genera più entrate per il proprietario del sito: Uno dei maggiori svaghi che molti rivenditori online affrontano è l'aumento dei costi della pubblicità digitale. Le aziende sborsano ingenti somme di denaro per strategie pubblicitarie come SEO, pubblicità di Google AdWords, marketing di contenuti, pay-per-click di email marketing e altri.

Sfortunatamente, alcune aziende non riescono a concentrarsi sul lato della conversione del marketing, il che significa che le loro tattiche di marketing danno solo risultati tristi.

L'ottimizzazione dei tassi di conversione aiuta aumentare il ritorno sull'investimento per queste strategie di marketing. In effetti, con una conversione ottimizzata, è probabilmente in grado di guadagnare molto dai semplici sforzi di marketing, risparmiando così i soldi degli imprenditori.

Finché i tuoi lead sono ben strutturati, il bit di conversione non dovrebbe essere molto stressante. Ciò su cui ti devi concentrare è la scala su cui vuoi aumentare le tue vendite.

Ti consente di analizzare le canalizzazioni di conversione: Questo è un fattore utile per aiutare il commerciante a mettere il proprio business online su un margine molto più competitivo.

Tramite la canalizzazione di conversione, ci riferiamo all'intero canale che un cliente prende dall'atterraggio sulla pagina del prodotto per premere il pulsante di pagamento.

Le canalizzazioni rotte alla fine comportano un alto tasso di abbandono del carrello. I clienti possono rimbalzare rapidamente da un sito Web in caso di problemi tecnici. E a volte, potrebbero essere elementi banali come vaghe tariffe di spedizione, che a lungo termine bloccano l'impegno del cliente con il tuo negozio online.

Per dare una via d'uscita più descrittiva, questi sono alcuni dei take away testati per aiutarti a gestire le canalizzazioni di conversione:

Consapevolezza del cliente

Il viaggio di conversione inizia con una persona che diventa consapevole della tua attività, trasformandola così da normali utenti di Internet a visitatori del sito Web. Questo processo viene anche definito traffico o generazione di lead.

Esistono diverse strategie di marketing che è possibile utilizzare per generare traffico o lead. I più comuni includono l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), il social media marketing, il marketing pay-per-click (PPC), l'email marketing e altro ancora.

Interesse

Una volta che un individuo viene a conoscenza di ciò che la tua azienda offre, il passo successivo nel processo di conversione è quello di renderli interessati ai prodotti o servizi che stai offrendo.

Ottenere l'interesse dei visitatori del sito Web è un passaggio fondamentale nella canalizzazione di vendita, in quanto rende più probabile per loro il completamento del processo. Sorprendentemente, è qui che molte aziende online perdono potenziali clienti, poiché non sono in grado di attrarre e mantenere la loro attenzione.

Come imprenditore online, puoi utilizzare molte strategie per catturare l'attenzione dei visitatori del tuo sito web. I clienti vogliono vedere sempre recensioni positive sui prodotti, pagine di prodotti reattivi e supporto affidabile.

desiderio

Non appena catturi l'attenzione dei tuoi visitatori, il passo successivo è far loro desiderare ciò che stai offrendo.

Perché questo esca abbastanza facilmente, avrai bisogno di elementi accattivanti che li facciano immaginare la soddisfazione che riceveranno una volta acquisito ciò che stai offrendo.

Alcune delle strategie che è possibile utilizzare per aumentare il desiderio dei visitatori includono immagini di prodotti di qualità, video di prodotti di qualità (e video di formazione, esercitazioni e webinar per servizi e prodotti software), descrizioni accattivanti, offerte di vendita ed esclusività (ad esempio, limitato edizione di prodotti o servizi).

Azione

La fase di azione è la parte più cruciale della canalizzazione di conversione. È dove guidate il potenziale cliente a convertirlo, che in questo caso può tradursi semplicemente in un ordine. Comprende molti aspetti, che rendono tutto più semplice e allettante per il visitatore di agire.

Alcuni dei punti da ottimizzare includono assicurarsi che tutte le pagine vengano caricate in meno di 2 secondi, la facilità d'uso sia conveniente per un checkout regolare e che gli inviti all'azione siano espressi chiaramente.

Rimpegnare

Quindi, hai finalmente convertito il visitatore del tuo sito Web, il che significa che il tuo lavoro è finito, giusto? Bene, non tutto finisce qui.

Purtroppo, la maggior parte delle aziende online non si preoccupa di intrattenere spesso una relazione coinvolgente con i clienti, il che porta a un basso tasso di fidelizzazione dei clienti.

Invece di cercare di attirare nuovi clienti, dovresti dedicare una buona parte del tuo sforzo di marketing per coinvolgere nuovamente i tuoi attuali clienti dopo averli convertiti.

Alcune delle migliori strategie che è possibile utilizzare a tale scopo includono programmi di fidelizzazione dei clienti, programmi di feedback e recensioni, newsletter, assistenza clienti, testimonianze positive, miglioramento dell'esperienza dell'utente e così via.

Strumenti di monitoraggio delle conversioni

Un tipico sito Web raccoglie traffico e conduce da fonti diverse. Pertanto, per misurare accuratamente le conversioni, ecco un'altra strategia con cui devi lavorare: il monitoraggio delle conversioni.

In parole povere, il monitoraggio ti consente di accedere a rapporti in tempo reale sul numero di conversioni per ottenere un'analisi dettagliata delle tue prestazioni di marketing.

Il monitoraggio delle conversioni viene effettuato utilizzando speciali strumenti di analisi del marketing digitale; sarebbe impossibile tracciare manualmente tutte le conversioni. La maggior parte di queste app viene utilizzata anche per misurare e analizzare i tassi di conversione.

Alcuni degli strumenti migliori per l'ottimizzazione e il monitoraggio delle conversioni includono;

  1. HubSpot
  2. Google Analytics
  3. CrazyEgg
  4. Optimizely
  5. Sumo
  6. Hotjar
  7. Unbounce
  8. Google Pagespeed
  9. KISSmetrics

Best practice per aiutarti a migliorare le conversioni della tua attività di e-commerce

Nel marketing digitale, il processo di conversione non è un'azione a un passo; è una tecnica graduale, con un sacco di fermate lungo la strada. Il termine giusto è "canalizzazione di conversione". Altri esperti si riferiscono ad esso come l'imbuto di vendita.

Tutto inizia quando un utente decide di visitare il tuo sito Web e termina quando intraprende l'azione prevista. Analizziamo quindi gli elementi chiave che aiutano a ottimizzare conversioni migliori:

Prova la velocità di caricamento del tuo sito

L'ottimizzazione della velocità del tuo sito Web è una delle strategie chiave per mantenere il tuo pubblico e ridurre la frequenza di rimbalzo.

Puoi usare uno strumento come GooglePagespeed per ottenere informazioni su eventuali collegamenti mancanti nel tuo negozio online. Di 47% dei clienti si aspettano che il caricamento della pagina di destinazione non richieda più di 2 secondi.

Vale anche la pena lavorare con il piano di hosting più robusto per il tuo sito web. Il tuo piano di hosting, in ogni caso, influisce sulle prestazioni del tuo sito Web, il che scende anche agli standard di sicurezza, SEO e velocità.

Ottimizza le immagini

Mettiamolo in chiaro: non c'è niente di più visivo nell'era dell'e-commerce di oggi delle immagini di alta qualità.

Gli influencer di Instagram ora pubblicano post per favorire le conversioni per qualunque prodotto debbano commercializzare. E i numeri sembrano sostenere questa teoria. Al di sopra di 65% degli umani sono studenti visivi.

L'unico compito a casa per il proprietario del sito è catturare le emozioni dei consumatori utilizzando nient'altro che immagini di alto livello che catturino l'intero contesto di marketing.

Raddrizzare il processo di pagamento

Il tasso complessivo di abbandono del carrello continua a crescere a causa della mancanza di fiducia degli acquirenti nei flussi di pagamento.

Se questa parte viene lasciata incustodita, ucciderà senza dubbio le tue conversioni poiché il numero di visitatori non è necessariamente equivalente al numero di vendite che desideri effettuare.

Ogni rivenditore online desidera che l'acquirente prema il pulsante 'acquista' senza alcuna prenotazione. Ma se il cliente non si fida del tuo sito web con i dati della sua carta di credito, questa è una chiacchierata che non dovresti ignorare.

Altri possibili motivi che potrebbero potenzialmente sopprimere le tue conversioni includono alte tariffe di spedizione, complesse procedure di pagamento e poche opzioni di pagamento.

Assicurati che le tue pagine siano reattive

Chi Siamo 79% dei consumatori acquista prodotti online utilizzando i propri dispositivi mobili. Non è sicuro per il rivenditore trascurare una tendenza così costante.

Un layout di sito Web reattivo funziona come un magnete principale con un potenziale di ingrassaggio per incassare un tasso di conversione migliore. I design reattivi sono solo un modo per aiutare il rivenditore ad alimentare il crescente numero di traffico mobile.

Il tuo sito dovrebbe pertanto adattarsi alle varie dimensioni e risoluzioni dello schermo per mantenere il tasso di conversione desiderato.

Linea di fondo

Per riassumere, è accurato indicare che l'ottimizzazione delle pagine Web per un tasso di conversione più elevato si accumula come elemento base per qualsiasi attività online.

Sebbene il processo possa sembrare un po 'scoraggiante, alla fine il risultato è stato ampiamente gratificante. Con i KPI e gli strumenti giusti a portata di mano, nulla dovrebbe bloccare i tuoi primi sforzi per misurare tutte le azioni dei visitatori sul tuo sito web.

Per migliorare le tue conversioni, potresti dover iniziare con le basi. Per i principianti, si consiglia di controllare spesso la velocità del sito, creare una copia migliore e utilizzare immagini di alta qualità.

È inoltre necessario utilizzare i dati durante l'analisi delle canalizzazioni per ottimizzare il tasso di conversione complessivo.

Se abbiamo perso qualcosa di utile, ti preghiamo di contattarci nella sezione commenti qui sotto.

Diventa un esperto di e-commerce

Inserisci la tua email per iniziare la festa