Publicmarket.io Lavorando per cambiare il volto dell'e-commerce

In ogni economia fiorente, una caratteristica che inevitabilmente incontrerai sono mercati equi e aperti, ma comunque competitivi. Tuttavia, negli odierni ambienti di e-commerce alcuni ritengono che la competitività sia stata soffocata e che i mercati siano ingiusti e malsani dal punto di vista economico. Per quanto riguarda l'e-commerce, nella maggior parte dei casi l'unico vincitore è il proprietario del marketplace. PublicMarket sta tentando di cambiare la situazione decentralizzando l'e-commerce sulla blockchain, trasformando il modello di business online e creando un ecosistema di mercato online equo e più economicamente sostenibile.

Il commercio ha una lunga storia

Puoi guardare lontano nella notte dei tempi e vedere che le società hanno sempre saputo che un bene commerciale era fondamentale per un'economia sana. Già nell'antica Grecia vediamo la grande Agora nel centro di Atene, come luogo di libero commercio equo che ha favorito tutti i cittadini. Indipendentemente dalla società o dall'età della storia che ispezionate, scoprirete che ogni società prospera aveva tali mercati pubblici. Ancora oggi vedrai questi mercati nella maggior parte delle società in tutto il mondo e quelli che sono più aperti tendono a offrire i benefici più equi a tutti.

Commercio in evoluzione

Crediti immagine

Una volta che Internet è stato sviluppato, la storia del commercio sarebbe cambiata per sempre quando è emerso un nuovo tipo di commercio: l'e-commerce. Una volta che l'ecommerce è arrivato, i mercati non si sono più affidati alla presenza locale, ma si sono espansi a una presenza globale. Questa presenza globale prometteva di rendere l'acquisto e la vendita di beni più efficienti e più accessibili. Internet ha sicuramente fornito una selezione più ampia di prodotti ai più, ma ha anche creato una situazione pericolosa sul mercato nella forma della più grande e potente storia degli intermediari che abbia mai visto.

Amazon è uno di questi. Mentre ha riempito un ruolo importante all'inizio dell'ecommerce, da allora ha aumentato il suo campo di applicazione a tal punto che ora è in grado di addebitare commissioni sempre più grandi per fare poco di più che fornire uno spazio online per altri commercianti per elencare i propri merce. E ci vogliono decine di miliardi di dollari per fornire quel servizio.

Considera queste statistiche sull'e-commerce in 2018:

  • Le tre principali di Amazon, eBay e Walmart costituiscono oltre il 60% del commercio online.
  • Solo Amazon controllerà il 50% di tutte le vendite online nei prossimi anni 3.
  • L'anno scorso Amazon da solo ha rappresentato il 70% di crescita nella vendita al dettaglio online negli Stati Uniti.
  • La maggior parte delle vendite di questi mercati proviene da commercianti indipendenti ("di terze parti") che sopportano tutti i rischi di inventario e i costi di evasione degli ordini.

Nell'Amazzonia occidentale sta diventando quasi un monopolio, e nell'est Alibaba/ Aliexpress sta cercando di ricoprire un ruolo simile. Ciò significa che per la maggior parte delle persone, l'e-commerce è controllato dalla gigantesca società 1, che non ha alcuna responsabilità nei confronti di commercianti o acquirenti. La loro unica responsabilità è fare più profitti per soddisfare i loro azionisti. E poiché hanno quasi i monopoli, sono in grado di aggiungere commissioni e costi al flusso commerciale che esclude molti piccoli commercianti, aumentando i costi per i consumatori su un numero crescente di acquisti.

Come eCommerce può essere risolto

I pionieri della blockchain hanno passato innumerevoli ore a pensare alle industrie e ai casi d'uso in cui le organizzazioni decentralizzate costruite sulla base di protocolli trasparenti saranno in grado di sostituire le società monopolistiche centralizzate che dominano gran parte delle nostre attività bancarie e commerciali. Sorprendentemente data la dimensione del mercato ($ 450 miliardi solo negli Stati Uniti), pochissime squadre sono arrivate al problema dell'ecommerce, che potrebbe essere l'industria più centralizzata di tutti.

PublicMarket è il team che sta assumendo il mercato centralizzato di e-commerce monopolistico. Cercando di sistemare il sistema rotto di svalutazione economica creato dai pochi enormi monopoli che hanno finito per dominare l'ecommerce. Questi intermediari ultra potenti sono diventati più ricchi delle monarchie e più potenti dei governi, usando la loro ricchezza e il loro potere per controllare le politiche governative che potrebbero essere dannose per il loro funzionamento, mantenendo anche i salari artificialmente depressi e detentori delle chiavi delle vendite online.

I passati 18 mesi hanno visto un team di tecnologi, imprenditori, operatori e maestri di commercio elettronico riunirsi per determinare come la tecnologia blockchain possa essere utilizzata per superare i monopoli creati da artisti del calibro di Amazon. In che modo le commissioni e le commissioni in eccesso possono essere eliminate dall'e-commerce in un modo immediatamente evidente al consumatore generale.

PublicMarket è la risposta proposta a queste domande. Una piattaforma open-source, decentralizzata e basata su blockchain per l'e-commerce. Prevede l'eliminazione delle commissioni e garantisce che i consumatori possano ottenere i prezzi più bassi su beni e servizi senza dover sacrificare la sicurezza o la convenienza.

Esistono due aspetti chiave del protocollo che verranno utilizzati per interrompere l'attuale ecosistema di e-commerce.

Decentralizzare lo stack eCommerce

Immagine crediti:

La prima caratteristica di spostare l'e-commerce sulla blockchain è il decentramento delle transazioni. Questo elemento peer-to-peer di PublicMarket contribuirà a rimuovere l'attuale tassa sul monopolio che viene addebitata dalle società di e-commerce. Si romperà lo stack eCommerce e di conseguenza una sana concorrenza può tornare ai mercati.

Le piattaforme di eCommerce centralizzate erano in grado di dominare e crescere in modo enorme perché fornivano due preziosi servizi. Innanzitutto, hanno fornito protezioni da cattivi attori e in secondo luogo sono stati in grado di collegare facilmente acquirenti e venditori. Il problema per i consumatori e gli altri commercianti derivava dal fatto che, una volta iniziata la scalabilità, avevano stabilito effetti di rete e in breve tempo venivano lasciati come unici fornitori di alcuni servizi. Una volta accaduto, erano liberi di iniziare ad aumentare i prezzi a loro piacimento.

Da quando sono iniziati i monopoli dell'ecommerce centralizzato, il mondo è cambiato. Le tecnologie blockchain restituiranno le funzioni chiave del mercato competitivo, abbassando i prezzi, ma mantenendo i vantaggi dei dati aggregati che hanno permesso ai monopoli di formare in primo luogo. Pensa al protocollo blockchain di PublicMarket come mezzo per mantenere gli aspetti positivi degli effetti di rete, eliminando al contempo la possibilità di formare un monopolio sugli effetti di rete.

Ad esempio, considera i dati di inventario online. I dati nelle mani di società centralizzate sono di proprietà. Tuttavia, con una struttura blockchain, le informazioni sui prodotti e sui prezzi e su chi le sta vendendo sono tutte disponibili pubblicamente. Questo è chiamato "Inventario pubblico" dal team di PublicMarket.

Un inventario pubblico come questo consente a qualsiasi marketplace esistente di accedere e elencare articoli, ma ancora più importante crea un'opportunità per chiunque di creare un mercato online in modo rapido e semplice. Potrebbero anche esserci elenchi curati, che consentirebbero, ad esempio, a un musicista con un grande seguito online di offrire un gruppo di prodotti correlati alla musica. Ciò consentirà ai marketplace di competere in base all'esperienza utente, piuttosto che competere sul prezzo, o di essere tenuti a raccogliere dati utente e creare un negozio proprietario utilizzando l'inventario e i dati utente privati.

Spostare i dati di inventario nel regno pubblico è un punto di svolta, ma non è l'unico aspetto dell'ecommerce che può essere spostato nel regno pubblico. La reputazione di entrambi i commercianti e gli acquirenti potrebbe essere aggiunta alla blockchain, rendendola sia pubblica che portatile, consentendo agli utenti e ai commercianti di utilizzare la propria reputazione su qualsiasi blockchain, marketplace o applicazione decentralizzata.

Inoltre, la protezione antifrode può essere trasferita al pubblico, garantendo che tutti ricevano la migliore protezione al minor costo. Ci sono molti altri casi d'uso in cui lo spostamento di dati e caratteristiche di e-commerce in una blockchain pubblica avvantaggerà sia i commercianti che i consumatori, smantellando l'attuale monopolio centralizzato.

Comportamenti incentivati ​​tramite token

Un altro vantaggio dell'utilizzo della blockchain decentralizzata per l'eCommerce sarà la creazione di un token di utilità in grado di risolvere le attuali sfide del mercato, oltre a consentire incentivi per gli utenti e un allineamento tra tutti i vari attori sulla rete PublicMarket, indipendentemente dalla piattaforma, dal mercato o applicazione.

Le vetrine effettive possono utilizzare i token PTRN (Patron) come sistema di fidelizzazione per premiare i clienti. Potrebbero essere utilizzati anche in altri casi come incentivo al comportamento desiderato. Oppure potrebbero essere distribuiti come mezzo per offrire uno sconto ai consumatori, in modo da trasferire i risparmi da un mercato senza commissioni.

Forse un commerciante potrebbe decidere di offrire token ai clienti che pagano con crittografia piuttosto che con carta di credito. Potrebbero fare questo dato che risparmierebbero le commissioni di transazione addebitate dagli emittenti delle carte di credito e da altri attori all'interno dell'ecosistema della transazione creditizia. Oppure, i consumatori possono scegliere di condividere i dati personali con i commercianti in cambio di ricompense per i token. Ciò consentirebbe la raccolta di dati da parte dei commercianti, anche se non fossero in grado di raccogliere tali dati sui mercati privati ​​centralizzati.

Portare i mercati pubblici indietro e terminare le pratiche monopolistiche

La concorrenza era una volta la linfa vitale di un mercato sano, ma è stata quasi uccisa dai sempre più potenti intermediari monopolistici. Non solo questi monopoli rendono difficile per i piccoli commercianti prosperare, ma servono anche ad aumentare i prezzi al consumo e deformare l'intero mercato per servire i propri interessi, e quello dei loro azionisti, piuttosto che servire il bene comune.

L'ascesa della blockchain ha dato a tecnologi e imprenditori creativi gli strumenti necessari per riportare un mercato sano basato sulla competizione e sull'equità. Questo passaggio di una generazione riporterà una normale interazione tra commercianti e consumatori. L'applicazione intelligente della tecnologia blockchain all'eCommerce renderà i mercati ancora più amichevoli.