Il modo giusto per gestire le riprogettazioni del sito web: 5 Semplici passi per padroneggiare il processo di riprogettazione

La riprogettazione di un sito Web è uno dei compiti più impegnativi che puoi intraprendere come designer, e in effetti molti designer non sono all'altezza della sfida perché non si accingono a farlo nel modo giusto. Se sei il tipo di designer a cui importa davvero fare sempre il tuo miglior lavoro, vorrai conoscere i migliori metodi per implementare una riprogettazione, ed è qui che questo articolo può essere utile.

Passo 1: Stabilire il motivo della riprogettazione

Sapendo perché (o anche se) il sito web ha bisogno di una riprogettazione in un primo passo importante. Se non sai perché è necessaria la riprogettazione, alla tua missione mancherà la vera direzione.

Ottimi motivi

  • Per migliorare l'usabilità o l'accessibilità
  • Ottimizzare il sito rimuovendo inutili risorse che consumano larghezza di banda
  • Per migliorare l'esperienza dell'utente, in base al feedback degli utenti validi

Buone ragioni

  • Per presentare un nuovo messaggio aziendale
  • Per rivitalizzare l'immagine del marchio

Ragioni giuste

  • Per sfruttare la nuova tecnologia (dove offre miglioramenti)
  • Presentare le informazioni in modi migliori

Cattive ragioni

  • Per seguire una tendenza
  • Per copiare un concorrente

Ragioni terribili

  • "Perché è il momento"
  • "Abbiamo bisogno di un nuovo look"
  • "Il vecchio design del sito è obsoleto"

Noterai che i motivi classificati come "eccellenti" riguardano principalmente il miglioramento del sito funzioni, mentre quelli che sono classificati come "terribili" sono principalmente interessati a come il sito sguardi.

Ora, questo non vuol dire che non si dovrebbe mai rivedere l'aspetto di un sito Web quando si sa che il progetto originale era seriamente orribile, ma in quei casi è meglio progettare un sito completamente nuovo, dimenticando che il vecchio sito poco invitante è mai esistito.

In ogni altro caso, è necessario seguire un principio di minimo cambiamento. Perché? Perché in generale, mentre i leader aziendali spesso pensano che gli utenti desiderino cambiare, la realtà è che gli utenti odiano il cambiamento. Quasi sempre, cambia i risultati nei problemi.

Questa è una lezione che doveva essere appresa nel modo più difficile:

Ora, se le persone riescono a capirlo su un sito di genealogia, che cosa significa per la tua azienda? Probabilmente significa che dovresti calpestare molto attentamente quando apporti modifiche, ricevere molti feedback da parte degli utenti e implementare le modifiche con il maggior numero possibile di incrementi.

Passo 2: rimani sul messaggio

Hai bisogno che il tuo messaggio aziendale non si perda nel mare dei cambiamenti, e dovrebbe essere ancora il punto focale del sito. Troppo spesso vediamo siti che mettono in primo piano vendita e marketing, ma non è il modo giusto di progettare un sito web. Le persone non vogliono essere vendute, vogliono avere un motivo per fidarsi di te.

Come te stesso designer competente, ne sei già consapevole. Non commetterai l'errore di consentire lo spostamento del focus del sito o il messaggio aziendale dell'azienda da eliminare. Inoltre, tutto ciò che viene presentato sul sito deve riflettere quel messaggio ed essere in armonia con esso.

Se il tuo messaggio aziendale suggerisce che sei un'azienda che si preoccupa per l'ambiente, ma vendi il PollutionMaster 3000 (ora con ancora più inquinamento!), Sta tagliando la fiducia che dovresti costruire. Allo stesso modo se si desidera promuovere un'immagine adatta alle famiglie, ma poi immagazzinare merce DeathMetal o altre cose simili. La reazione negativa dei social media che può risultare non vale assolutamente le vendite che fai dalla promozione di prodotti off-message.

È possibile creare siti alternativi per prodotti controversi e venderli tramite tali siti con un marchio diverso, se necessario. Lascia andare l'idea che hai bisogno di mettere tutte le uova in un cesto.

Passo 3: assicurati che la tua implementazione non sia dannosa per l'esperienza dell'utente

Il successo o il fallimento di un sito web in questi giorni dipende in gran parte dalla qualità della sua UX. Fallisci troppo e perderai molti potenziali spettatori. Soprattutto, vorrai evitare di introdurre alcuni dei molti fastidi che saranno considerati inaccettabili errori UX, nonostante il loro uso diffuso. Questi includono:

  • Popup e pop-under
  • Schermate Nag e richieste di sottoscrizione
  • Avvisi sui cookie fastidiosi
  • Usare i cookie quando non sono vitali
  • Interferire con il controllo dell'utente (ad esempio impedire il clic con il tasto destro del mouse)
  • Interferire con la navigazione
  • Presentazione di componenti dell'interfaccia radicalmente diversi
  • Riproduzione automatica di video o audio autoplay
  • Nascondere il contenuto dietro i collegamenti "Altro"
  • Scorrimento senza fine

In effetti, il tuo sito deve essere il meno invasivo e il più antipatico possibile. Il sito dovrebbe essere lì come un educato e umile servitore, seguendo le richieste dell'utente, non il CEO della vostra azienda o il responsabile del marketing. E questo di solito è dove i progettisti affrontano un conflitto di interessi.

Quindi, ecco la cosa: non essere umile te stesso. Metti in atto una buona lotta per difendere il design corretto e i principi UX. Se il marketing o l'amministratore delegato insistono ancora nel fare le cose nel modo sbagliato, almeno saprai che ci hai provato. e avrai un ottimo "Te l'avevo detto" per tornare indietro di qualche mese lungo la pista quando la fidelizzazione dei visitatori sta inevitabilmente diminuendo.

Passo 4: Capisci che ciò che gli utenti realmente vogliono sono le informazioni

Il sito web aziendale fa parte del tuo marketing mix complessivo, ma dove tanti team di marketing sbagliano pensa che il sito sia un grosso annuncio per l'azienda e lo tratti come tale. Il tuo sito web non dovrebbe mai essere un annuncio a meno che non sia un sito secondario mirato creato esclusivamente per questo scopo.

Il tuo sito web dovrebbe essere una fonte di informazioni sulla tua azienda e sui prodotti o servizi che vende, e dovrebbe sempre essere trattati in questo modo Perché questo deve essere lo scopo di un sito web aziendale, è necessario andare avanti e fornire molte informazioni.

I siti che non forniscono informazioni lo fanno di solito in violazione del passaggio 5 (descritto di seguito), perché stanno cercando di spremere il contenuto nel progetto, invece del progetto che è stato creato per contenere il contenuto.

Il tuo sito deve essere il più descrittivo possibile su tutto ciò che appare su di esso, senza eccezioni. Sì, questo significa che pagherai di più per i copywriter, ma allora? Se non stai investendo in contenuti, stai perdendo terreno rispetto ai concorrenti che stanno fornendo ulteriori informazioni. L'utente non è venuto sul tuo sito per acquistare un prodotto, è venuto sul tuo sito per trovare le informazioni sul prodotto che avrebbero aiutato a prendere la decisione di acquistarlo.

Passo 5: progetta sempre un sito attorno al suo contenuto

Ci fa impazzire quando vediamo siti in cui il design è stato ovviamente creato prima del contenuto. Sì, il contenuto cambia, ma non cambia tanto che dovrebbe rompere un design. E quando succede, è quando sai che è ora di riprogettare.

Ma ogni sito dovrebbe essere pianificato come contenuto per primo, e quindi il designer può usare questo conente come ispirazione per creare il design. Altrimenti si ottiene una situazione pazzesca in cui il contenuto deve essere schiacciato, tagliato e rivisto per adattarsi al design, e non è mai una buona cosa.

Quindi, quando si fa la riprogettazione, isolare prima il contenuto, guardarlo e prendere le decisioni sulla riprogettazione basate su quel contenuto e sul modo migliore per mostrarlo.

Una riprogettazione è abbastanza difficile, quindi perché ripetere gli errori del passato?

Progettare un buon sito Web non è qualcosa che puoi imparare in un corso HTML o persino in una laurea quadriennale. È un'abilità acquisita attraverso l'esperienza, ma puoi appianare considerevolmente la curva di apprendimento imparando dagli errori degli altri.

La migliore fonte di informazioni su cosa funziona e cosa no sono gli utenti stessi. Puoi scoprirlo semplicemente cercando su Internet ciò che gli utenti si lamentano e ciò che stanno lodando. Abbiamo già trattato la maggior parte degli errori di tendenza del design esistenti in questo articolo, ma la prossima grande tendenza è appena sopra l'orizzonte e chissà se dovresti saltare sul carro del gruppo?

Fai la tua ricerca, implementa i cambiamenti gradualmente, elabora il feedback, sii informativo ed evita di interferire troppo nella missione dell'utente, e la tua riprogettazione sarà sicuramente un successo. Alla fine, vedi, è tutta una questione di buon senso.

immagine di cortesia per gentile concessione di

Bogdan Rancea

Bogdan è membro fondatore di Inspired Mag, avendo accumulato quasi 6 anni di esperienza in questo periodo. Nel tempo libero ama studiare musica classica ed esplorare le arti visive. È piuttosto ossessionato dai fissaggi. Possiede già 5.