Spiegazioni critiche sulla pubblicità display in 2019

Qual è la prima cosa che viene in mente quando senti le parole "Google" e "Marketing"?

Beh, scommetto che è un gioco da ragazzi dato che siamo tutti pazzi per la SEO. È abbastanza evidente che l'e-commerce si basa molto sul SEO. E la SEO, a pensarci bene, ora è una cosa grazie ai livelli di concorrenza estremamente crescenti tra siti web di e-commerce.

Giusto. Ma ecco la cosa. Google non riguarda interamente la SEO. Mentre il marketing organico ha dimostrato di essere estremamente cruciale per la classifica generale del tuo negozio online, è solo una parte dell'equazione complessiva della generazione di traffico.

Affrontiamolo. L'ambiente e-commerce competitivo di oggi richiede un approccio molto più olistico se si intende mantenere un flusso persistente di contatti. Quindi, hai mai pensato di integrare la tua struttura organica con le tattiche di marketing a pagamento di Google?

Ok, so che probabilmente hai già sentito quel suggerimento prima. E all'inizio potrebbe non sembrare fattibile perché chi presta attenzione agli annunci a pagamento in 2019?

Ora, è vero, il marketing a pagamento potrebbe non essere in cima alla tua lista di cose da fare per il marketing digitale. E questo è totalmente comprensibile, soprattutto considerando le sfide che spesso ne derivano.

Ma sai una cosa? Il framework di marketing a pagamento di Google è maturo con molto più potenziale di quanto immagini.

O è?

Informazioni sulla Rete Display di Google

Ok, andiamo al sodo e valutiamo il più grande di tutti: gli annunci display di Google. In sostanza, la Rete Display di Google (GDN) da sola sta attualmente raggiungendo 90% di tutti gli utenti Web a livello globale.

Lascialo affondare per un minuto. Con un ingombro così ampio, Google è in grado di pubblicare i tuoi annunci display su oltre App 650,000 e oltre 2 milioni di siti Web diversi.

Ciò si traduce essenzialmente in opportunità di marketing illimitate. Puoi cercare potenziali clienti ovunque e quindi connetterti con loro in molti modi diversi.

Per aiutarti in questo, SEMRush pubblicato un relazione dettagliata dopo aver analizzato circa 23 milioni di impressioni degli annunci dai principali editori di e-commerce della Rete Display di Google, oltre a oltre 40 milioni di impressioni fatte dagli inserzionisti di e-commerce della Rete Display di Google dominanti.

Nel caso in cui non ne abbiate ancora sentito parlare, SEMrush è una rinomata azienda SaaS che fornisce un kit di strumenti all-in-one per analisi complete oltre al monitoraggio dell'intero framework di marketing digitale. Imparerai tutto su SEO, PPC, social media e salute del marketing dei contenuti del tuo sito, oltre a generare preziose informazioni sulla concorrenza.

Finora, SEMrush ha creato un sistema di intelligence piuttosto esteso su tutti i canali di marketing su Google. Continua a compilare i dati rilevanti in grandi volumi per migliorare la sua accuratezza analitica generale.

E di conseguenza, è riuscito a trarne vantaggio Strumento di pubblicità display per scavare tutti i dati della Rete Display di Google che abbiamo menzionato e successivamente valutare in dettaglio le corrispondenti variabili.

In definitiva, SEMRush stabilito tutte le informazioni critiche di cui potresti aver bisogno per perfezionare la tua strategia pubblicitaria display.

Questo articolo fornisce tutte queste informazioni e le migliori pratiche di accompagnamento. Ma prima di approfondire questo, discutiamo prima di tutto ciò che comporta la pubblicità display, per motivi di chiarezza.

Che cos'è la pubblicità display?

La pubblicità display è un sistema di marketing che coinvolge il pubblico attraverso elementi visivi come video e immagini. I banner sono essenzialmente pubblicati su siti Web e app di terze parti frequentati dal tuo pubblico di destinazione.

Quando ci immergiamo più in profondità, si scopre che ci sono diversi approcci che puoi utilizzare per i tuoi annunci display. Le tre categorie principali includono:

  • Pubblicità di posizionamento del sito - Puoi selezionare i siti in cui desideri pubblicare i tuoi annunci display.
  • Pubblicità contestuale - Sulla sua rete, il sistema identifica automaticamente le piattaforme di terze parti pertinenti e pubblica gli annunci display di conseguenza. Se vendi cibo per gatti, ad esempio, potresti pubblicare il tuo annuncio su un sito di adozione di animali domestici.
  • Remarketing - Questo tipo di annunci display si rivolge a un pubblico che ha già visitato il tuo sito, ma poi se ne è andato prima della conversione completa

Tutto considerato, quindi, la Rete Display di Google è costruita per indirizzare intenzionalmente i navigatori di Internet in base ai loro comportamenti, interessi e dati demografici. Ti consente di impostare un sistema dinamico di generazione di lead che segue le prospettive mentre navigano.

Tuttavia, non confondere gli annunci di ricerca per la pubblicità display. Mentre il secondo si basa su un approccio push, il primo utilizza fondamentalmente un approccio pull per indirizzare gli utenti dei motori di ricerca che sono attivamente alla ricerca di articoli correlati al tuo.

Detto questo, procediamo alla grande domanda. Quali delle statistiche pubblicitarie del display 2019 pubblicate da SEMrush sono particolarmente eccezionali? Come puoi utilizzare le risultanti intuizioni a tuo vantaggio?

Takeaway più importanti sulle tendenze moderne di pubblicità display

Targeting per pubblico

Il fulcro del tuo quadro pubblicitario display è il targeting per pubblico. L'impatto che alla fine crei sugli spettatori dell'annuncio dipende in modo significativo dal tipo di pubblico che scegli di scegliere come target in primo luogo.

Per ottenere i migliori risultati possibili, la Rete Display di Google ti consente di definire il tuo pubblico di destinazione in base alla loro relazione con te, dati demografici, interessi e fasi della canalizzazione di vendita. Sbaglia questi parametri e potresti anche dimenticare di generare lead solidi. In breve, quindi, il targeting per pubblico è una procedura di make-or-break.

Quindi, qual è l'approccio migliore qui?

Bene, seguendo l'analisi di SEMrush, due elementi che sono prevalentemente considerati dagli inserzionisti sono il sesso più l'età. E sulla revisione dei numeri corrispondenti, è stato rivelato che sia l'età che il sesso influenzano sostanzialmente il modo in cui il pubblico riceve e reagisce alla visualizzazione degli annunci.

Le donne, ad esempio, sono sempre più sensibili rispetto agli uomini. Tendono ad acquistare di più dai siti di e-commerce e le percentuali di clic che li accompagnano sono più elevate di circa il 30%.

Piuttosto un fenomeno interessante lì, devo dire. Bene, secondo SEMRush, molto ha a che fare con il modo in cui le donne percepiscono lo shopping. A differenza delle loro controparti maschili, le donne considerano lo shopping un'attività divertente per il tempo libero. Di conseguenza, sono tenuti a rispondere meglio ai tuoi annunci display.

Ma da dove vengono gli uomini?

Beh, per fortuna, non è tutto buio per i negozi online orientati ai maschi. Se gli uomini formano la maggior parte del tuo pubblico di destinazione, potresti voler adornare i tuoi annunci con colori più luminosi. Gli uomini immaginano eccessivamente tali striscioni mentre le donne sono più inclini a colori tenui.

Un'altra area in cui gli uomini superano le donne è lo shopping tra dispositivi. Quindi, puoi andare avanti e ottimizzare i tuoi annunci display per diversi dispositivi se vendi prodotti da uomo.

Ora, quando si arriva all'età, 54% dei visualizzatori di annunci display e-commerce ha un'età compresa tra 25 e 44. Per una maggiore conversione, pertanto, è necessario dare la priorità a questa categoria specifica scegliendo i banner che riterrebbero più interessanti.

E mentre ci sei, dovresti concentrarti in particolare sulla fascia di età da 25 a 34. Costituiscono la maggior parte dei visitatori del sito di e-commerce con 31%. Gli acquirenti di età compresa tra 35 e 44 arrivano al secondo posto con 23%, mentre i bambini da 45 a 55 arrivano al terzo posto con 15%.

Ricerca di argomenti sugli annunci display

Il modo in cui scegli di strutturare i tuoi annunci display determina i successivi livelli di coinvolgimento. Un banner perfetto non è solo progettato in modo attraente, ma presenta anche argomenti che il pubblico troverebbe interessanti.

Il fatto è che il tuo annuncio competerà costantemente con molti altri per l'attenzione del pubblico. E solo gli striscioni più accattivanti hanno la miglior possibilità di conquistare gli spettatori.

Ora, è qui che modifichi il tuo annuncio in base agli interessi del tuo pubblico di destinazione. Se stai cercando di trovare un argomento appropriato, ad esempio, potresti voler aggiungere un po 'di bellezza e fitness. Questo argomento da solo è ben visibile tra gli interessi dei visitatori del sito di e-commerce, con quasi il 36% di loro che mostra una forte preferenza per esso.

Purtroppo, non esiste un argomento alternativo che possa corrispondere a questo. Il secondo argomento di interesse più popolare è quello commerciale e industriale, che attira solo circa il 15%. Hobby e tempo libero sono terzi con 10%, mentre cibo e bevande, oltre a casa e giardino completano l'elenco con 6% e 5% rispettivamente.

La potenza del targeting tra dispositivi

Desktop vs mobile è uno dei dibattiti più ricorrenti nello spazio e-commerce. Quindi, ovviamente, non sorprende che sia anche una cosa quando si tratta di mostrare pubblicità.

Detto questo, vale la pena notare che la moderna pubblicità display si estende a tutti i tipi di dispositivi di navigazione. In sostanza, 20% degli editori di annunci è su desktop, 20% ospita sistemi tablet Android, 21% gestisce dispositivi mobili Android, 18% visualizza su tablet iOS, mentre 21% regola i propri annunci su dispositivi iOS mobili.

Da queste cifre, è evidente che non esiste una piattaforma di dispositivi dominante tra gli editori. Ogni singolo ecosistema è supportato dalla sua giusta quota di editori di annunci.

E la situazione è simile quando passiamo al lato degli inserzionisti. 22% di loro sta già visualizzando i propri annunci su tablet Android, con 21% che genera impressioni tramite dispositivi mobili Android. Anche iOS per dispositivi mobili occupa una quota 21%, mentre iOS per tablet è leggermente indietro con 20%. Il desktop arriva quindi per ultimo con 16% degli annunci display.

Giusto. Ma su quale piattaforma di dispositivi dovresti dare la priorità?

Bene, la risposta è nessuna. Se hai intenzione di raggiungere una vasta base di pubblico, i tuoi annunci display dovrebbero essere distribuiti su tutti i dispositivi. E per le migliori impressioni possibili, prendi in considerazione un approccio di targeting cross-device con annunci ottimizzati dinamicamente.

Le dimensioni contano

Secondo Analisi di SEMrush delle dimensioni degli annunci con il rendimento migliore rivelate da Google, non c'è spazio per la moderazione nella pubblicità display. Le dimensioni contano davvero qui perché è emerso che in media, le dimensioni del tuo banner sono direttamente proporzionali al suo potenziale impatto.

Di conseguenza, gli annunci display di maggiore impatto in 2019 sono i più grandi, che misurano 728 × 90. Sono abbastanza grandi da attirare l'attenzione dei tuoi spettatori prima ancora di procedere ai contenuti reali del sito. Questo da solo ha reso gli annunci display di "classifica" 728 × 90 eccezionalmente popolari e quest'anno hanno contribuito cumulativamente a 57% delle impressioni.

I secondi annunci display più influenti sono i "rettangoli medi", che misurano 300 × 250. Sebbene abbiano una discreta quantità di spazio, la loro popolarità non è affatto vicina a quella della classifica. Il tasso di impressioni qui è 27% e gli annunci si sono dimostrati particolarmente efficaci quando pubblicati su pagine Web ad alto contenuto di testo.

Il formato degli annunci display "Banner" arriva quindi in un terzo distante, con un tasso di popolarità del 9% tra gli inserzionisti. Considerando che appaiono come rettangoli sottili, gli striscioni sono adatti per recuperare opportunità mancate. Sono comunemente posizionati nella parte superiore della pagina Web dell'editore per maggiore visibilità e coinvolgimento.

Detto questo, le dimensioni meno popolari tra gli inserzionisti sono 336 × 280 e 160 × 600. Il primo ha una popolarità di 4% mentre il secondo può gestire solo 3%.

Ora, quando passiamo agli editori, si scopre che la tendenza non cambia molto. Le dimensioni più grandi sono eccezionalmente popolari mentre le opzioni più piccole sono presenti solo su una manciata di pagine.

È interessante notare, tuttavia, che i margini tra i tassi qui non sono così grandi. 728 × 90, ad esempio, porta con 36% e 300 × 250 arriva secondo con 24%.

A proposito, gli editori riconoscono che quest'ultimo è più dinamico e perfettamente adatto al targeting cross-device. Purtroppo, tuttavia, non fornisce spazio sufficiente per i messaggi. Quindi, alla fine, la maggior parte degli editori si accontenta delle dimensioni della classifica molto flessibili.

Immagini vs annunci reattivi

Appena due anni fa, le immagini erano i re indiscussi della pubblicità. Gli annunci reattivi hanno assorbito solo 32% mentre le immagini hanno mantenuto la popolarità 68%.

Potrebbe sembrare una differenza abbastanza grande. Ma ci sono voluti meno di 24 mesi per far girare completamente i tavoli. Andando dai dati registrati in 2019, gli annunci responsive sono attualmente presenti in 72% degli annunci display mentre le immagini sono scese a 28%.

Questo drastico cambiamento di eventi è attribuito, tra le altre variabili, alle esigenze di e-commerce di oggi. Vedete, molti commercianti di negozi online stanno ora cercando di promuovere grandi volumi di prodotti utilizzando risorse e tempo limitati. Quindi, ovviamente, non hanno altra scelta che sfruttare gli annunci reattivi anziché le immagini.

The Bottom Line

Considerando tutte le intuizioni che abbiamo esplorato, le migliori pratiche di pubblicità display possono essere riassunte come segue:

  • Approfitta degli annunci della classifica quando devi catturare l'attenzione.
  • Dai la priorità agli annunci reattivi rispetto alle immagini.
  • Indirizzare il pubblico in base a parametri testati e comprovati.
  • Sfrutta il targeting cross-device per una copertura estesa.

SEMRush conferma che questi approcci stanno già generando ottimi risultati per i migliori inserzionisti. Pertanto, puoi procedere all'implementazione nelle tue campagne di annunci display e vedere come va a finire tutto.

Ma, prima di lanciare una nuova tattica, è estremamente importante testarla di conseguenza. I test divisi possono aiutarti a identificare le aree che richiedono un'ulteriore messa a punto per i migliori risultati possibili della campagna.

Davis Porter

Davis Porter è un esperto di e-commerce B2B e B2C particolarmente ossessionato dalle piattaforme di vendita digitale, dal marketing online, dalle soluzioni di hosting, dal web design, dal cloud tech e dai software di gestione delle relazioni con i clienti. Quando non sta testando varie applicazioni, probabilmente lo troverai costruendo un sito Web o tifando per l'Arsenal FC.